Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 29 Gennaio 2018 13:03
Campionato di Seconda Categoria

Il Buccinasco vince il primo spareggio per i play off

I rossoblù battono allo Scirea l’Aprile 81, diretto concorrente per l’accesso agli spareggi promozione in Prima categoria

Nella foto, Pavia, l'autore del gol lampo che ha portato in vantaggio il Buccinasco nella gara contro l'Aprile 81 Nella foto, Pavia, l'autore del gol lampo che ha portato in vantaggio il Buccinasco nella gara contro l'Aprile 81

Dopo la scoppola rimediata in casa con l’Orione e la vittoria sul campo dei Red Devils di Corsico, il Buccinasco era chiamato a dare continuità ai tre punti conquistati domenica scorsa. Se avesse ancora perso, il treno dei play off, probabilmente, sarebbe passato e forse non sarebbe più tornato.  Allo Scirea, infatti, è arrivato l’Aprile 81, diretto concorrente dei rossoblù, ancora traumatizzato dai cinque gol rimediati il turno scorso contro il Rozzano. Carrara manda in campo Basile, Ferrari, Finelli, Aguiari, Careri, Radisa, Maggio, Camesasca, Pavia, Plachesi, Saracino.

Gol lampo

Nemmeno il tempo di iniziare e il Buccinasco va in vantaggio… il retropassaggio sbagliato della retroguardia milanese viene intercettato da Pavia che, dopo aver superato anche il portiere, insacca e porta in vantaggio i locali. Occasioni per raddoppiare capitano sui piedi di Saracino, liberato al tiro da Plachesi, e Camesasca che supera il suo marcatore, ma poi calcia sul fondo. Sul finire del primo tempo, doppio cambio per il Buccinasco: Ferrari a rischio espulsione viene rilevato da Trucci, Di Pierro prende il posto di Saracino. Da registrare, in questa frazione, un unico tentativo dell’Aprile 81 sventato da Basile.

Eurogol di Camesasca

Il secondo tempo si apre ancora con due occasioni capitate sui piedi di Plachesi e di Pierro, ma le loro conclusioni sono deboli o fuori bersaglio. Il raddoppio nasce sul un calcio di punizione messo al centro dell’area di rigore. La palla svirgolata da un difensore biancoazzurro si alza a campanile. Camesasca in rovesciata segna un euro gol e porta in vantaggio i suoi.

L'infortunio… di Plachesi

Sul 2 a 0 per il Buccinasco, la partita sembra essere in ghiaccio. Ma con i rossoblù non si può mai sapere. Infatti, l’Aprile 81 riapre i giochi grazie a un infortunio di Plachesi che nel tentativo di servire un suo compagno con un retropassaggio dal centrocampo, serve invece Macis. La punta milanese non si fa pregare e supera Basile. Girandola di cambi nelle file dei buccinaschini: fuori Pavia per Gennari, e Camesasca per Pavesi, mentre Franchina, dopo essersi a lungo scaldato, viene fatto risedere in panchina. L’Aprile 81 attacca a testa bassa e tenta di riaddrizzare le sorti della gara con calci d’angolo e punizioni. In una sola occasione, la palla calciata forte e tesa viene deviata in angolo da Basile.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Calcio
Amaranto vittoriosi
Coppa Lombardia, il Corsico affonda il Broni e vola ai quarti di finale

Coppa Lombardia, il Corsico affonda il Broni e vola ai quarti di finale

Privi di ben quattro atleti e con il portiere titolare che ha tolto il gesso 48 ore prima della gara, i granata hanno dominato il primo tempo, siglando la rete della vittoria a dieci minuti dal termine

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Buccinasco, il Romano Banco s'inceppa e fa 1-1 nel recupero

Buccinasco, il Romano Banco s'inceppa e fa 1-1 nel recupero

Biancoverdi in vantaggio alla fine del primo tempo. Nel secondo Davide fallisce il raddoppio, poi il pareggio su punizione all'incrocio quando la Virtus Abbiatense giocava già in dieci uomini

Calcio
Campionato di Promozione
L’Assago perde anche in casa e si allontana dalle zone alte della classifica

L’Assago perde anche in casa e si allontana dalle zone alte della classifica

Terza sconfitta consecutiva per il gialloblù. Questa volta a lasciare la squadra con un pugno di mosche in mano è il La Spezia