Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 20 Dicembre 2017 11:26
Il caso del giorno

Ex ministro deceduto: Apuzzo festeggia con un post In evidenza

L’assessore di Rozzano, su Facebook, ha commentato la morte di Altiero Mattioli, ex ministro dell’ambiente con un lapidario “Un uomo di m... mort e bbuon!”

Stefano Apuzzo, assessore all’ambiente del comune di Rozzano, ex esponente del Pd che ha appena aderito a Liberi e Uguali Stefano Apuzzo, assessore all’ambiente del comune di Rozzano, ex esponente del Pd che ha appena aderito a Liberi e Uguali

È la settimana delle figure di m… per molti esponenti della giunta che governa Rozzano. Dopo la figuraccia sulle luminarie, prima annunciate in pompa magna dall’assessore Ercoli, poi abbandonate al loro destino per un Natale a luci spente, dopo l’ordinanza che vieta i botti, firmata dal sindaco e accolta con una salve di mortaretti e bombe carta, è arrivata anche la maldestra uscita di Stefano Apuzzo che su Facebook ha commentato la morte di Altiero Mattioli, ex ministro dell’ambiente deceduto lunedì pomeriggio in un incidente stradale, con un lapidario (non è ironia, il termine è proprio questo) “Un uomo di m... mort e bbuon!”

Miserabile

Beh, su Apuzzo come era normale si è scatenata una bufera. Pronta la reazione di quasi tutte le forze politiche, locali e nazionali che, con Gianluca Comazzi, capogruppo milanese di FI in testa, gli hanno dato del “miserabile” animato da odio “che non si ferma nemmeno davanti alla morte”. Molti si sono chiesti come un personaggio del genere possa rappresentare le istituzioni, sia pur in un territorio martoriato come quello di Rozzano, un territorio che proprio in tema di politiche ambientali è stato massacrato da paladini che avevano lo stesso profilo politico di Apuzzo.

Il rispetto verso la morte

Commentando l’uscita maldestra dell’assessore, Antonino Grillo, consigliere comunale di FI di Rozzano ha detto: “Credo che la morte meriti rispetto. Sarà la storia a tracciare l’esatto profilo politico di Altero Matteoli, così coma sarà la storia a tracciare quello di Apuzzo. Da parte sua, questa è un’ulteriore conferma dell’incapacità di trattare la politica come confronto. Esprime una volontà animata da odio verso quello che viene considerato un nemico e non un avversario politico. E segno di poca intelligenza e di assoluta bassezza umana”.

Una battuta?

Resosi conto di aver superato il limite, Apuzzo ha tentato di porvi rimedio dicendo che “Muort e bbuon!’’ era una battuta, ammettendo che, bontà sua, era poco elegante. L’assessore, pur scusandosi, ha confermato il suo personale giudizio negativo su Matteoli.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

2 commenti

  • Link al commento Fabrizio Giovedì, 21 Dicembre 2017 14:10 inviato da Fabrizio

    Mi convinco sempre più che la mamma degli stupidi è sempre più in cinta ...
    Se poi penso che si sta parlando di un qualcuno che ha oltretutto l'ambizione per un'amministrazione saggia e costruttiva mi deprimo...

  • Link al commento Michele Mercoledì, 20 Dicembre 2017 14:27 inviato da Michele

    IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO !!!!!! Purtroppo l'ASSESSORE DEL COMUNE DI ROZZANO : STEFANO APUZZO, ci è ricascato !!!! Non gli è bastato aver chiamato "CRETINA" una disabile al 100% ora se l'è presa anche con i morti. Ma la Sindaca del Comune di Rozzano - BARBARA AGOGLIATI - tollera tutto questo ???? e perché ?????
    Non sarebbe forse il caso di prenotare una visita al C.P.S. di Rozzano per valutare lo stato mentale di questo "signore" che occupa un posto da responsabile (o forse sarebbe il caso di dire "irresponsabile") nel Comune di Rozzano ??????

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
L'intervista
Parla l’ex sindaco Ferrucci: “Ecco perché ci siamo dimesse”

Parla l’ex sindaco Ferrucci: “Ecco perché ci siamo dimesse”

L’abbandono di Maria Ferrucci e Nadia Landoni del Consiglio comunale ha sorpreso. Perché lo hanno fatto? Far crescere una nuova classe dirigente Pd è, attualmente, il loro sogno

Politica
Terremoto politico
L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico

L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico

Le due donne politiche hanno protocollato le loro dimissioni e hanno detto addio all’aula consiliare. Non è ancora chiaro quale ruolo assumeranno, né se lo assumeranno, all’interno della vita politica corsichese

Politica
L'addio
Ultim'ora Trezzano: l’assessore Grassi si dimette per motivi familiari

Ultim'ora Trezzano: l’assessore Grassi si dimette per motivi familiari

Il responsabile del settore Cultura, Sport e tempo libero, ha formalizzato il suo addio dalla giunta comunale  che governa la città. Per il momento non sarà sostituito