Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 28 Aprile 2017 13:23
Tasse & tributi

Rozzano si dà al baratto In evidenza

Il Comune approva il regolamento sul “baratto amministrativo”, riservato a residenti in difficoltà economica, che permette ai morosi di saldare i propri debiti nei confronti dell’amministrazione locale attraverso servizi di pubblica utilità

Per sanare la propria posizione debitoria si svolgono dei lavori utili definiti in un elenco Per sanare la propria posizione debitoria si svolgono dei lavori utili definiti in un elenco

Famiglie in crisi economica? Residenti che non riescono a onorare i propri debiti nei confronti dell’amministrazione pubblica? Pagare i tributi e ritrovarsi senza un soldo in tasca? Niente paura. Dopo la sperimentazione avvenuta in alcuni comuni (da Milano a Leggiuno, da Pescia a Palma di Montichiaro), arriva anche a Rozzano il “baratto amministrativo”. Di che cosa si tratta? Di un contratto che viene stipulato tra l’amministrazione pubblica e un cittadino moroso. Quest’ultimo, per sanare la propria posizione debitoria svolge dei lavori utili definiti in un elenco di progetti approvati: può ridipingere i muri di un edificio comunale, curare i fiori in un giardino, verniciare una staccionata, ripulire le strade. La possibilità di pagare in questo modo tasse locali, multe e altri debiti contratti con il Comune è stata introdotta nel 2014.

Obblighi tributari non ancora scaduti

Nei giorni scorsi, è stato ufficialmente attivato il regolamento che disciplina questa formula a Rozzano. La nuova misura è stata adottata nell’ambito delle politiche di inclusione, che prevede come i cittadini in difficoltà economica possano svolgere servizi di pubblica utilità, per adempiere ai propri obblighi tributari, non ancora scaduti nel corso dell’anno, nei confronti dell’Ente. Nel 2016, infatti, la Corte dei Conti per l'Emilia Romagna ha stabilito che questo istituto non può essere utilizzato per il pagamento di tributi locali pregressi o consolidati. Anche a Rozzano, gli interventi avranno carattere occasionale e non continuativo e potranno riguardare Ia pulizia, la manutenzione,  l’abbellimento di aree verdi, piazze e strade.

Risanamento del debito

“In una situazione di crisi economica come quella attuale sempre più famiglie del territorio vertono in situazione di morosità nei confronti dell’amministrazione – ha sottolineato in una nota stampa il Sindaco Barbara Agogliati – ci sembra un’azione positiva quella di andare incontro alle esigenze dei rozzanesi, proponendo una forma di risanamento del debito grazie al supporto in attività di cura e di piccola manutenzione dei luoghi pubblici ”.

Indicatore Isee

Per poter usufruire del baratto amministrativo si dovrà presentare domanda e avere determinati requisiti. L’iniziativa è riservata esclusivamente ai residenti a Rozzano, che hanno più di 18 anni di età, con l’idoneità psico-fisica in relazione alle attività da svolgere, privi di condanne penali, avere un indicatore ISEE non superiore a 8500€, e, naturalmente, avere pendente il pagamento di tributi comunali non ancora regolarizzati. 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
L'emergenza
Allarme Legionella a Rozzano, secondo l’autorità sanitaria la situazione è sotto controllo

Allarme Legionella a Rozzano, secondo l’autorità sanitaria la situazione è sotto controllo

Domani, venerdì 10 agosto, verrà effettuato un secondo campionamento dell’acqua post bonifica con l’invio dei prelievi al laboratorio di analisi per verificare l’efficacia del trattamento

Attualità
La novità
Ambiente: Buccinasco nel progetto pilota del gruppo Cap

Ambiente: Buccinasco nel progetto pilota del gruppo Cap

Verranno forniti una serie di strumenti che permetteranno di affrontare meglio pianificazione territoriale e costruzioni locali  

Attualità
L'emergenza
Allarme Legionella a Rozzano: trovato il batterio nelle tubature del quartiere Alboreto

Allarme Legionella a Rozzano: trovato il batterio nelle tubature del quartiere Alboreto

Affissi sui portoni degli edifici e nelle bacheche,  volantini che invitano a non utilizzare acqua calda e a sostituire i filtri dei rubinetti