Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 20 Marzo 2017 09:57
La protesta

La farmacia di Ponte Sesto si trasferisce, i residenti protestano In evidenza

A Rozzano, il trasloco della municipalizzata da piazza Berlinguer in via Manzoni provoca il malcontento. Organizzata una raccolta di firme tra gli abitanti del quartiere

La farmacia comunale numero 4 di piazza Berlinguer, nel cuore del quartiere residenziale di Pontesesto La farmacia comunale numero 4 di piazza Berlinguer, nel cuore del quartiere residenziale di Pontesesto

Farmacia addio. E sì, è proprio ufficiale, certificato da una delibera del consiglio comunale. La farmacia comunale numero 4, quella aperta in piazza Berlinguer, nel cuore del quartiere residenziale di Ponte Sesto a Rozzano chiuderà i battenti e sarà trasferita nell’area industriale di via Manzoni in mezzo ad attività industriali e commerciali.

Mal di pancia in Consiglio

La scelta dell’amministrazione ha sollevato perplessità tra i residenti e qualche mal di pancia tra le stesse forze che governano Rozzano. La delibera, infatti, non è stata approvata da tutti coloro che sostengono la giunta Agogliati. Il documento era inserito nell’ordine del giorno, dell’ultimo consiglio comunale convocato lo scorso 8 marzo.  Prevede il trasferimento della farmacia comunale ora sita in Piazza Berlinguer, un’area dotata di molti servizi essenziali per i residenti, in una zona di via Manzoni. La delibera recita: “Viene inserita una nuova area di 130,00 mq in Via Manzoni per la quale la Società Ama Rozzano S.p.A. ha manifestato interesse per potervi realizzare una nuova farmacia, all’interno del bacino di Pontesesto, in sostituzione di quella attualmente esistente in Piazza Berlinguer». Con tutti i problemi che ha, Ama ha deciso il trasloco, subito coadiuvata dall’amministrazione pubblica.

Raccolta di firme

Il dislocamento avverrebbe, quindi, nella nuova zona commerciale, neanche poi così lontana dalla locazione attuale ma sicuramente più faticosa da raggiungere, soprattutto dalle persone più anziane. È per questa ragione che una parte della popolazione, scontenta e contraria a questo trasferimento, si sta mobilitando.  Il malumore, per il momento, sarà esplicitato attraverso una raccolta di firme contrarie a questa decisione.
“Chi ci amministra non può non tener conto dell’opinione dei cittadini e delle conseguenze che ci saranno – affermano in coro i residenti – tante persone anziane hanno bisogno quotidianamente della farmacia. Non tutti si possono spostare facilmente, vista l’importanza di questo esercizio commerciale. Pensare a uno spostamento, senza neanche interpellarci non è un atteggiamento costruttivo. È per questa ragione che vogliamo dire la nostra parola in merito”. 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La "querelle"
Il Pd non ci sta e rivendica la paternità del progetto videosorveglianza

Il Pd non ci sta e rivendica la paternità del progetto videosorveglianza

Gli uomini della Agogliati attaccano: “Consideriamo diffamatorio quanto dichiarato dal sindaco Ferretti e dal vicesindaco Perazzolo”

Attualità
Il caso del giorno
Videosorveglianza a Rozzano: trovate 180 telecamere mai attivate

Videosorveglianza a Rozzano: trovate 180 telecamere mai attivate

In città, sono solo 15 le videocamere attive su 24 impianti mentre altre 50 postazioni ad alta tecnologia non sono utilizzate

Attualità
La polemica
Trasloco del “Distretto sanitario” di via Marzabotto, l’Assessore alla sanità convoca i sindaci

Trasloco del “Distretto sanitario” di via Marzabotto, l’Assessore alla sanità convoca i sindaci

A dieci giorni di distanza, quella che sembrava solo un’ipotesi comincia a prendere corpo, tanto che è sceso in campo anche il responsabile del Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera