Seguici su Fb - Rss

Martedì, 22 Settembre 2020 15:10
Il caso del giorno/2

“Contro Aler pronti a una Class action che tuteli il diritto del riscatto delle case”

Lettera aperta del presidente della Libas: Ecco come scongiurare il decadimento del diritto di assegnazione degli appartamenti ex Iacp

Gentile direttore,

in merito all’articolo “Rozzano: sale la protesta degli inquilini Aler che corrono il rischio di perdere la casa” pubblicato questa mattina dal suo giornale, le segnalo che sia la signorina MM e sia la madre GM sono da tempo interfacciate con il sottoscritto e con la nostra associazione Libas. In merito alla faccenda personale del nucleo familiare, affitto alto e relativa fascia di decadenza, esistono informazioni e soluzioni ad hoc (che abbiamo fornito alle interessate) che potrebbero scongiurare il decadimento del diritto di assegnazione della casa Aler in cui vivono.

Tenga conto che in ambito Aler esistono molte situazioni del genere o addirittura di sfratto per morosità che colpisce una popolazione anziana e spesso "vittima" all'interno del nucleo familiare con figli che non partecipano alle spese o che fanno parte della popolazione carceraria. Già dalla famosa modifica  dell'art.18 del Regolamento ottenuto grazie al nostro lavoro e alla perspicacia del Difensore Civico, Carlo Lio, si è potuto dare supporto a molte persone rimaste senza dimora e senza residenza.

Orbene, un altro problema posto dalla signorina MM, invece, riguarda un diverso utilizzo dei risparmi  (Posta libretti o titoli bancari) che nel suo caso, come in  molti altri, contribuiscono giustamente a far reddito sulla certificazione Isee. Spesso, gli interessati sono stati vittime di apparati complici o incompetenti (leggasi sindacati inquilini e affini) che spesso firmano consenzienti nuove modifiche al Regolamento indipendentemente che tutelino o meno gli inquilini.

Dov'erano Sunia o le Autogestioni di Rozzano tanto acclamate, e perché non hanno vigilato negli anni? Un esempio? Perché non hanno promosso l'opzione del riscatto alloggio che è insito tra il locatario Regione e locatario (inquilino)? Anzi, va aggiunta che la vendita a valore commerciale e non del valore di costruzione (altra anomalia) ha creato a macchia di leopardo evidenti distorsioni anche tra inquilini nello stesso palazzo.

Secondo  il mio parere addirittura chi ha acquistato ha leso un diritto degli altri condomini commettendo un "incauto acquisto" che ha determinato un danno patrimoniale agli altri inquilini. Questo è in sintesi quello che noi andremo a rivendicare con l’avvio di una "class action" nei confronti di Aler, per il rispetto del patto tra pari avvenuto con il "prestito sociale" attraverso il prelievo sulla busta paga attraverso la quota Gescal (Gestione case per i lavoratori  nato dopo la trasformazione del piano Ina-Casa).

La cancellazione, dopo il 1998, e la soppressione del prelievo ha determinato lo scioglimento dello Iacp (Istituto autonomo case popolari) in  società  private come Aler spa, ma nel frattempo nessuno ha vigilato sull'antico diritto insito del riscatto degli alloggi. Questo è alla base di queste "congiurate" asimmetria  tra gli inquilini come MM e la madre e  l’ Aler che basa i suoi parametri sull'evoluzione commerciale dei fabbricati (indice Isp) e non sul reale valore di costruzione.

Tutto questo mentre le amministrazioni dei Comuni, prestano il fianco anche a finte guerre tra Aler e inquilini ma nel frattempo incassano oneri più alti e gestiscono sempre i favori (assegnazioni) come merce e voto di scambio. Questo è l'Aler e le sue devianze politiche. Tengo a precisare che oggi non c'è più bisogno di un tale carrozzone. Basterebbe applicare le regole dell'edilizia convenzionata, accompagnando il trasferimento degli inquilini per pacificare il territorio. Alternativa sociale in netto contrasto all'espansione furibonda dell'edilizia privata e cooperativistica sviluppatosi enormemente sul nostro territorio.

Questa ultima considerazione già veicolata a suo tempo sia al sindaco Ferretti che allo stesso assessore all'urbanistica (Zanaboni) servirebbe anche per mettere in sicurezza parecchi edifici che presentano segnali di cedimento e qualcuno è posto anche in via Lombardia. Rigenerare il tessuto urbano contenuto del Pgt di prossima presentazione. Non una città nuova (D3) ma una Rozzano nuova partendo dal centro cittadino e dal “riscatto” urbano dei suoi cittadini come la signora MM e sua madre.

Questo è il quadro su cui ho richiesto l’attenzione dell'attuale assessore Bolognini e della giunta Ferretti. Il j'accuse  delle signore ha fondamento solo su questa base dove un diritto è stato taciuto e camuffato con nuovi indicatori di ricchezze (Isee) e  indicatori di rivalutazione catastali che mal si conciliano con il degrado e l'abbandono dei caseggiati. Ma qui ci dovevano pensare i rappresentanti dei cittadini (amministratori) o le "sentinelle " delle corporazioni e Autogestioni.

In via confidenziale, i dati in nostro possesso ci dicono che le dichiarazioni mendaci sia sul reddito camuffato (lavoro in nero  in casa, vero motivo di decadimento immediato) e sia le tanto finte residenze hanno fatto in modo che a Rozzano, nel 2012, l'ufficio della Posta abbia fatto la raccolta finanziaria più alta e numerosa d'Italia. Il tutto mentre un ex assessore dimessosi, e famosa per certi favori nell'assegnazione degli alloggi, "squittiva giuliva" in consiglio comunale che il 39/41% della popolazione del comune si rivolgeva ai servizi sociali.

Il tutto solo per creare dipendenza politica aggiungiamo noi. E lo abbiamo anche denunciato in questi ultimi 10 anni. Cordiali saluti direttore. Noi siamo a disposizione per sederci su qualunque tavolo per dirimere le varie crisi. È di pochi giorni fa la  notizia che abbiamo messo in sicurezza una intera famiglia con debiti Aler grazie alla legge del Sovraindebitamento, tra cui l'esposizione maggiore era proprio l'affitto moroso con Aler. Pubblicheremo a giorni la sentenza del tribunale, magari con la  collaborazione del suo giornale. A presto.

Francesco Belluscio

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
L'intesa
Comune di Rozzano – Aler, firmato il nuovo accordo sul teleriscaldamento nel quartiere ex Iacp

Comune di Rozzano – Aler, firmato il nuovo accordo sul teleriscaldamento nel quartiere ex Iacp

Confermata la tariffa di 16 euro al metro quadrato e la progressiva sostituzione dei tratti di tubazione che portano il calore nelle case

Attualità
Il caso del giorno
L’appello di un 23enne: se non mi operano corro il rischio di perdere la mano

L’appello di un 23enne: se non mi operano corro il rischio di perdere la mano

L’intervento per tentare di salvargli i tendini del carpo e il nervo flessore del pollice, già programmato per la fine del mese di ottobre, causa Covid, è stato rinviato “a data da destinarsi”

Attualità
Il caso del giorno
Né per donne vittime della violenza, né per papà separati: mancano i soldi per ristrutturare l’immobile confiscato alla mafia

Né per donne vittime della violenza, né per papà separati: mancano i soldi per ristrutturare l’immobile confiscato alla mafia

L’edificio, sequestrato a Rocco Agostino, boss della ‘ndrangheta, si trova in via Monti 23, in pieno centro storico  di Corsico