Seguici su Fb - Rss

Sabato, 28 Marzo 2020 14:16
Diritto allo studio

Scuole e didattica a distanza: a Rozzano arrivano pc e tablet a tutti gli studenti

Al “Liguria” acquistati 25 i-Pad destinati agli alunni sprovvisti, l'amministrazione promette di rifornire di pc e tablettutti gli istituti della città

di Antonio Casa

Scuole, la parola d'ordine è inclusione. Nelle settimane dell'emergenza Covid-19, gli istituti di ogni ordine e grado proseguono le rispettive attività nel nome della didattica a distanza. Mentre da più parti ci si interroga sui vari aspetti che emergono da questa modalità, una è imprescindibile: annullare le eventuali diversità socio-tecnologiche.

Assenti giustificati

Alcuni studenti, infatti, risultano assenti sin dal primo giorno di didattica a distanza (il 24 febbraio) perché non hanno un pc, un tablet, una connessione internet domestica. Le scuole e gli enti locali cercano di venire incontro, com'è nel caso di Rozzano, la città più colpita dalla pandemia nel sud ovest di Milano.

L'iniziativa nei plessi “Liguria” e “Campania”

Utilizzando fondi propri, la prossima settimana l'Istituto Comprensivo “Liguria” consegnerà 25 dispositivi ai propri alunni che ne sono sprovvisti. “Si tratta di i-Pad che ho già provveduto a configurare – spiega il docente Massimo Cattaneo, animatore digitale della scuola -. Da lunedì spetterà alla Protezione civile la distribuzione dei tablet fino al domicilio degli alunni. Dopo la consegna, sarà organizzata una video-conferenza per trasmettere ai ragazzi il corretto utilizzo degli i-Pad.” L'iniziativa è partita dal dirigente scolastico Danilo Guido con  la collaborazione del professor Massimo Cattaneo.

Il problema della connessione

L'iniziativa ha l'avallo del Consiglio d'Istituto e coinvolge anche alcuni alunni del plesso di via Campania. “Il nostro istituto annovera da anni le classi digitali, quest'emergenza non ci ha trovato impreparati – continua Cattaneo -. Ora l'unico problema riguarda la qualità del collegamento alla rete internet. In questi giorni siamo tutti costantemente collegati e nelle famiglie con più ragazzi in età scolastica si registrano “buchi” per mancanza di giga o di più connessioni in contemporanea. Stiamo facendo il possibile per non far rimanere nessuno indietro con le lezioni.”

Ferretti: “Diritto allo studio per tutti”

A Rozzano il diritto allo studio appare garantito. L'amministrazione comunale ha stanziato una somma con cui le scuole cittadine potranno acquistare personal computer e tablet destinati “agli studenti le cui famiglie non hanno a disposizione supporti tecnologici adeguati a sostenere la formazione on line – è scritto in una nota del Comune -. I dirigenti scolastici hanno già effettuato una mappatura delle necessità e in tempi brevi potranno consegnare in comodato d’uso gli strumenti digitali agli studenti che ne hanno bisogno.” “Il diritto allo studio deve essere garantito a tutti – dichiara il sindaco Gianni Ferretti - i computer e tablet acquistati in questo periodo di emergenza sanitaria saranno poi utilizzati a settembre per costituire in ogni scuola nuove classi digitali”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La scadenza
Nuova Imu: si paga entro il 16 giugno (l’acconto o l’intero balzello)

Nuova Imu: si paga entro il 16 giugno (l’acconto o l’intero balzello)

Ecco come calcolare l’acconto: i comuni, compresi quelli del Sud Ovest (Assago, Buccinasco, Cesano, Corsico, Cusago, Rozzano e Trezzano) hanno poi tempo sino al 31 luglio 2020 per decidere le nuove aliquote

Attualità
Il post Covid
Cesano investe 650mila euro nei centri estivi riservati ai figli di chi lavora

Cesano investe 650mila euro nei centri estivi riservati ai figli di chi lavora

Pronte all’apertura le strutture che ospiteranno i bambini i cui genitori non possono rivolgersi a baby sitter o nonni: funzioneranno anche in agosto

Attualità
L'iniziativa
Corsico a misura di bicicletta: sabato 6 giugno, flashmob per “ridisegnare” la città

Corsico a misura di bicicletta: sabato 6 giugno, flashmob per “ridisegnare” la città

Dopo Legambiente, anche “Corsico Rossa e solidale” scende in campo per rivoluzionare la mobilità sulle sponde del Naviglio e dintorni