Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 09 Gennaio 2020 13:41
Processo al killer

Rozzano, chiede un euro di risarcimento all’uomo che le ha ucciso il padre

L’omicidio era avvenuto all’interno del parchetto dietro il supermercato Il Gigante di viale Lazio. La vittima era indagata per abusi sulla nipotina

Un euro di risarcimento per fare sentire la propria "voce" nel processo a carico del suo ex compagno e padre di sua figlia. È la richiesta simbolica della donna che si è costituita parte civile nel processo celebrato contro il 35enne che, lo scorso 25 febbraio, a Rozzano ha sparato e ucciso il suocero (padre della donna).

Sponsorizzato da:

Abusi sulla nipotina

La vittima, un napoletano ultrasessantenne, era indagata per avere abusato della nipotina (figlia dell'imputato e della donna). Per due anni, quando era ospite a Rozzano, avrebbe rivolto le sue morbose attenzioni verso la nipotina.  Le violenze sarebbero avvenute tra il 2016 e il 2018.  

Ergastolo

L’omicidio,  avvenuto all’interno del parchetto dietro il supermercato Il Gigante di viale Lazio, a Rozzano, aveva avuto una forte eco. L’intera rete si era schierata a fianco dell’omicida. Lo scorso dicembre, l’arringa del pubblico ministero del Tribunale di Milano, Monia Di Marco, si era conclusa con la richiesta di due condanne all’ergastolo, per l’assassino e per il suo complice, un 27enne che guidava lo scooter utilizzato nel’agguato.

Risarcimento simbolico

Questa mattina, in attesa della sentenza che potrebbe condannarlo al carcere a vita, la 46enne - che ora vive insieme alla bambina lontano dal paese dell'hinterland milanese - ha così voluto "prendere le distanze" dal folle gesto dell'ex compagno, senza però chiedere altro risarcimento economico che una somma simbolica. La sentenza, davanti al gup di Milano Aurelio Barazzetta, è prevista per il prossimo 17 gennaio.   

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Il caso del giorno
Il boss evade dagli arresti domiciliari e dopo il processo ritorna a casa sua

Il boss evade dagli arresti domiciliari e dopo il processo ritorna a casa sua

La decisione è stata presa in attesa che l’Autorità di vigilanza non si esprimerà sulla sua condotta

Cronaca
Il caso del giorno
Terrorismo islamico, arrestato questa notte 30enne italiano che faceva propaganda per l’Isis

Terrorismo islamico, arrestato questa notte 30enne italiano che faceva propaganda per l’Isis

L’indagato, residente nell'hinterland milanese, utilizzava Internet e i social media per condividere immagini e documenti audio/video che esaltano le azioni violente del “Daesh”…
Cronaca
Lotta alla criminalità
Trezzano, catturata la banda che aveva fatto esplodere il bancomat della Banca Mantovana

Trezzano, catturata la banda che aveva fatto esplodere il bancomat della Banca Mantovana

L’operazione della Polizia mette fine all’attività di un clan di criminali con aveva base nei campi nomadi di via Chiesa Rossa e via Martirano