Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 28 Ottobre 2019 15:07
La polemica

Rozzano, sui costi del riscaldamento Aler scoppia la guerra Pd vs Ferretti

Botte da orbi (figurative) tra il sindaco e l’opposizione in consiglio comunale su un tema che in città è considerato prioritario

Nella foto, case popolari e, nel riquadro, il sindaco di Rozzano Gianni Ferretti Nella foto, case popolari e, nel riquadro, il sindaco di Rozzano Gianni Ferretti

Continua il balletto (con qualche divagazione sulla mensa e dintorni) tra maggioranza e opposizione sulle tariffe che gli inquilini delle case popolari pagano per il riscaldamento. Nei giorni scorsi, il Pd e la lista Agogliati avevano diffuso un comunicato con il quale avevano accusato il sindaco Ferretti di aver disatteso le promesse elettorali sul tema, oggi dal municipio è arrivata la risposta.

Botta e risposta

È lo stesso sindaco a ribadire “con fermezza che l’attuale costo di 16 euro al metro quadro verrà mantenuto”. Sul fronte opposto, con altrettanta fermezza si conferma che “i costi corrispondono esattamente a quanto pagato nel corso dell’anno. Ricordate? Eravamo in campagna elettorale quando Ferretti annunciò di aver trovato un accordo con Aler per abbassare le tariffe. Per ora nulla è cambiato”.

La smentita

"Nulla di meno vero" contrattacca il primo cittadino. Il sindaco smentisce le affermazioni dell’opposizione su tutta la linea. “Garantire  l’abbattimento dei costi del riscaldamento è sempre stata una mia priorità. – ha scritto in un comunicato stampa - La tariffa che Ama Rozzano ha applicato fino al 2018 era di 21,11 euro al metro quadro,  cifra confermata anche dalle autogestioni locali”. Si trattava di una cifra tra le più care della Lombardia. 

L'accordo con l'Aler

“L’attuale tariffa di 16 euro al metro quadro – rivela il sindaco nel suo documento - è stata determinata, solo ed esclusivamente,  grazie all’accordo tra Aler e i comitati di autogestione locali.  In campagna elettorale ho dichiarato che mi sarei impegnato con Aler per confermare l’attuale costo e così ho fatto.”

Informazioni false

“Desidero tranquillizzare i cittadini –– perché le informazioni diffuse in questi giorni non corrispondono alla verità – prosegue il sindaco Ferretti. La tariffa del riscaldamento nel quartiere Aler è ora in linea con i costi dei servizi erogati da altri Enti. Devo purtroppo riscontrare che nelle precedenti legislature non è stato fatto nulla per riqualificare gli impianti del riscaldamento, decisamente obsoleti."

Scontro totale

Lo scontro tra maggioranza e opposizione è totale. Dicono al Pd; “In questa direzione si è sempre mossa anche la precedente Amministrazione: in questo quadro si inserisce il contenzioso Ama/Api, giunto favorevolmente a conclusione nei primi mesi del 2019 con la Giunta Agogliati che ha consentito di ridurre notevolmente il canone di locazione della rete e che pertanto porterà benefici economici sulle tariffe future. Inoltre, la risoluzione del contenzioso ha garantito concretamente ad Ama un importante stralcio di costi sulle annualità precedenti”.

Le aspettative Pd

“Ci saremmo aspettati che questo stralcio potesse trasformarsi in un rimborso per tutti gli utenti del Tlr, sia privati sia Aler, perché sarebbe stato equo socialmente e ragionevole. Non sarà così, dal momento che l’Amministrazione attuale ha pensato di destinare le risorse di Ama per sostenere la misura della mensa gratis, che ricade in misura molto inferiore sul quartiere Aler” è l’affondo della sinistra.

Le criticità

Tutto finito e definito? Nemmeno per sogno. Dal comune si ribatte: “L’attuale amministrazione ha raggiunto un accordo con Aler per individuare ed intervenire sulle criticità più evidenti legate al malfunzionamento della rete termica nel quartiere popolare”. “Abbiamo già effettuato un sopralluogo congiunto tra i tecnici di Aler e di Ama per evidenziare le problematiche più importanti negli impianti di riscaldamento – commenta il sindaco Ferretti. Vogliamo garantire una stagione invernale tranquilla a tutti i residenti nel quartiere.”

Informazione di servizio

Il comunicato del sindaco si conclude con un avviso: è’ attivo il numero verde 800 52 34 56 di Aler dedicato alle emergenze legate al malfunzionamento del riscaldamento nelle abitazioni e le richieste  possono essere effettuate 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ama Rozzano mette a disposizione dei residenti nel quartiere il numero 02 82 51 038 per le segnalazioni dei guasti della rete termica, sempre attivo da lunedì a domenica e 24 ore su 24. La storia continua…

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
L'iniziativa
Rozzano, si fanno alla scuola Curiel i respiratori d’emergenza

Rozzano, si fanno alla scuola Curiel i respiratori d’emergenza

Da pochi giorni hanno iniziato a produrre la stampa di raccordi in polimero naturale per adattare le maschere da snorkeling di Decathlon ad uso sanitario

Attualità
L'emergenza
Parla Chiara: la mia vita in trincea nella guerra contro il Coronavirus

Parla Chiara: la mia vita in trincea nella guerra contro il Coronavirus

Il racconto di chi è in prima linea immersa nel dolore, nella sofferenza, nell’orrore, a combattere contro il Covid- 19 nei reparti dell’Humanitas

Attualità
Contributi da rivedere
Buccinasco: “I soldi ricevuti dallo Stato sono insufficienti”

Buccinasco: “I soldi ricevuti dallo Stato sono insufficienti”

Il sindaco parla alla radio e denuncia l’esiguità delle risorse assegnate ai comuni per far fronte alla crisi da Coronavirus