Seguici su Fb - Rss

Domenica, 02 Giugno 2019 15:44
Elezioni & dintorni

Ballottaggio: Macaluso dice no alle offerte della Agogliati

Il leader di “Italia in Comune” ha rifiutato cariche e poltrone e ha lasciato i propri elettori liberi di scegliere il futuro sindaco di Rozzano

Nella foto, Marco Macaluso, leadere di Italia in Comune, che ha rifiutato poltrone e poltroncine Nella foto, Marco Macaluso, leadere di Italia in Comune, che ha rifiutato poltrone e poltroncine

 Un applauso per la corerenza. È quello che merita Marco Macaluso, candidato alla carica di sindaco alle elezioni dello scorso 26 maggio per la lista “Italia in Comune”, per la scelta di non appoggiare alcun candidato al ballottaggio tra Gianni Ferretti e Barbara Agogliati, ballottaggio che designerà il futuro sindaco di Rozzano. Lo ha reso noto con un post pubblicato sul suo profilo Faceboook titolato “Per il futuro di Rozzano vogliamo un vero cambiamento”. E cambiamento sia.

Tirato per la giacchetta

La settimana scorsa, all’apertura delle urne, Macaluso aveva raccolto oltre il 10% dei voti, un riusultato eccezionale per una lista nata solo qualche settimana prima. In molti lo hanno tirato per la giacchetta, sopratutto il Pd che ha paura di perdere quella che da anni è considerato un suo feudo.“ Mi corre l’obbligo – ha scritto  nel post - di ringraziare tutti coloro i quali hanno espresso la loro fiducia nei miei confronti e nei confronti della mia squadra, consentendoci di raggiungere un risultato che io considero eccezionale”.   Poi è passato all’esame politico della situazione che si è creata.

Gli incontri

“Nei giorni scorsi – ha ricordato -  abbiamo ritenuto opportuno incontrare le delegazioni guidate dai due candidati sindaci che domenica prossima andranno al ballottaggio. Gli incontri si sono svolti in un clima di piena apertura al dialogo costruttivo e programmatico da parte nostra. Da un lato la coalizione di centrodestra ci ha manifestato la propria stima sia per il risultato ottenuto, sia per le forze che siamo riusciti a mobilitare e a mettere in campo, esprimendo l’intenzione di voler riconoscere nel nostro ruolo di opposizione un elemento di garanzia e trasparenza nella eventuale amministrazione da loro guidata”.

L'offerta della poltrona

“Dall’altro lato – ha continuato -  la coalizione di centrosinistra ci ha riconosciuto il merito di aver raggiunto un importantissimo risultato elettorale in meno di 50 giorni di campagna elettorale, proponendoci ruoli amministrativi all’interno della giunta”. Esaminata la proposta,  Macaluso e il suo gruppo hanno “ritenuto non opportuno aprire ad una collaborazione di governo della città senza che ci fossero le basi per un vero cambiamento, ed in continuità con una miopia politica ed amministrativa che verte unicamente a tutelare il posizionamento personale a scapito dell’interesse collettivo”. Un duro colpo per la Agogliati e compagnia bella che speravano di coinvolgere il giovane politico offrendogli qualche poltrona.

Liberi di scegliere

Niet, no grazie, è stata la risposta. “Nell'imminente turno di ballottaggio fra i candidati più votati, le nostre elettrici e i nostri elettori, nessuno dei quali ha votato ad occhi chiusi o per opportunità e convenienza, sapranno valutare i candidati in competizione e decideranno, ancora una volta, da persone libere e senza condizionamenti”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

sponsorizzato da:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
L'appello
Il Presidente Mattarella invita all’unità, Trezzano risponde

Il Presidente Mattarella invita all’unità, Trezzano risponde

I gruppi di opposizione nel Consiglio comunale della città hanno diffuso un comunicato con il quale accolgono l’invito del Capo dello Stato

Politica
Notizie flash
Fratelli d’Italia mette radici anche a Vermezzo

Fratelli d’Italia mette radici anche a Vermezzo

Entrano in Fdi anche i consiglieri di maggioranza Matteo Colagrande e Giuseppe Bonati

Politica
Passaggio a Nord/Ovest
Trezzano, Russomanno torna a casa e la apre a Fratelli d'Italia

Trezzano, Russomanno torna a casa e la apre a Fratelli d'Italia

Il decano del Consiglio comunale ha ufficializzato il passaggio al partito di Giorgia Meloni alla presenza dei vertici del partito