Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 21 Marzo 2019 14:48
Elezioni & dintorni

Rozzano, la strana coppia si presenta agli elettori In evidenza

Massimo D’Avolio e Francesco Belluscio hanno sottoscritto un patto per affrontare insieme la battaglia delle urne

Nella foto, Massimo D'Avolio e Francesco Belluscio Nella foto, Massimo D'Avolio e Francesco Belluscio

La campagna elettorale a Rozzano non finisce mai di stupire. I colpi di scena si susseguono quasi quotidianamente. L’ultimo è di questa mattina e riguarda la strana alleanza sottoscritta dall’ex sindaco Massimo D’Avolio e Francesco Belluscio.

Il gatto e la volpe

Il primo aveva bussato nei giorni scorsi alla porta del centrodestra per un’improbabile patto con la Lega, il secondo da sempre si è presentato con “Città Nova” come il paladino dei diritti dei cittadini che nulla ha a che fare con il potere costituito. Beh, si sono messi insieme e hanno formato una coalizione che si presenterà al giudizio delle urne con D’Avolio candidato sindaco e Belluscio capolista del gruppo Movimento Città Nova.

Il travaglio

Il bello è che in un comunicato stampa hanno sottolineato come questa decisione sia frutto di un “travaglio che ha coinvolto quasi tutte le forze politiche che non sono in grado di mettere al centro la cittadinanza ma fanno solo calcoli elettoralistici”. Calcoli elettoralistici? Come altro definire questa scelta, che probabilmente, deluderà alcuni potenziali elettori di Belluscio?

D'Avolio for president

L’alleanza è stata resa pubblica questa mattina durante un incontro tenuto in Cascina Grande. D’Avolio, in compagnia di Belluscio, della moglie Laura Tesse, di Emmanuele Desmasure ha presentato alcune linee del programma “che sarà costruito con i cittadini per sostenere il mio ritorno alla guida della città di Rozzano”. In un comunicato stampa è stato sottolineato che l’accordo nasce dalle rispettive esperienze e che proporrà soluzioni fuori dagli schemi, mettendo al centro problemi e soluzioni che permettano di rilanciare il territorio.

Nessun pregiudizio

I due leader hanno confermato di non avere pregiudiziali “verso chicchessia” e di aver stretto un patto al di fuori “di certi giochetti delle solite segreterie dei partiti o di potentati politici”. La base dell’accordo “è di natura programmatica e progettuale” una specie di “contratto” con il quale risolvere i problemi cronici che affliggono Rozzano.

Mettersi in marcia

Il comunicato si conclude con una citazione di Fratel Ettore che “era solito ricordare nei momenti bui e di scoramento: “Ci sono periodi nella vita in cui bisogna imbracciare la croce e rimettersi in marcia”. Dopo la processione con croce annessa di Genny Speria di Area 51, una nuova via Crucis attende Rozzano?

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

4 commenti

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Comunali 2010
Corsico, il centrodestra verso le elezioni comunali a piccolissimi passi

Corsico, il centrodestra verso le elezioni comunali a piccolissimi passi

Durante un incontro organizzato da Fratelli d’Italia, Errante ha detto: “Forse non sarò il candidato del centrodestra” ma ha lasciato  aperto uno spiraglio grande come una casa

Politica
Amministrative Corsico 2020
Elezioni 2020, Forza Italia affila le armi nella sala del Castello di Assago

Elezioni 2020, Forza Italia affila le armi nella sala del Castello di Assago

Domenica 6 ottobre, in Piazza Risorgimento,  si terrà l'assemblea generale dei coordinatori cittadini e degli amministratori della area metropolitana

Politica
Amministrative Corsico 2020
Botta e risposta tra i capigruppo della Lega e i sindaci di Buccinasco, Cesano e Trezzano

Botta e risposta tra i capigruppo della Lega e i sindaci di Buccinasco, Cesano e Trezzano

Guerra di "lettere aperte" e leader locali a rischio cartellino giallo mentre si scalda la battaglia per le prossime amministrative a Corsico