Seguici su Fb - Rss

Sabato, 01 Dicembre 2018 15:21
Il caso del giorno

Area Sud: per il M5s è sulla stessa strada che ha portato al fallimento Api In evidenza

Secondo i rappresentati grillini, la municipalizzata rozzanese sta vivendo una situazione già vista in passato. All’inizio del suo percorso conclusosi con il dissesto, anche Api iniziò a non pagare i dipendenti

Area Sud, azienda che si occupa della raccolta della spazzatura, è di proprietà per il 41% dell’Ama, Area Sud, azienda che si occupa della raccolta della spazzatura, è di proprietà per il 41% dell’Ama,

Raccolta rifiuti e stipendi non pagati: dopo Rozzano, Sesto san Giovanni.  Il sintomo di un malore passeggero o di una malattia che rischia di diventare contagiosa? Sotto osservazione c’è Area Sud, azienda che si occupa della raccolta della spazzatura, di proprietà per il 41% dell’Ama, municipalizzata del Comune di Rozzano, e per il restante 59% suddiviso tra altri  comuni, tra cui Locate, Pieve Emanuele, e Sesto.

Area Sud come Api?

Secondo i rappresentati grillini locali, la municipalizzata rozzanese sta vivendo una situazione già vista in passato. All’inizio del suo percorso conclusosi con il dissesto, anche Api iniziò a non pagare i dipendenti. Nel giro di 12 mesi, per ben due volte, Area Sud è stata oggetto delle proteste dei propri lavoratori che sono scesi in piazza perché non ricevevano i loro stipendi alla scadenza naturale della mensilità.

Qui Rozzano

Giusto un anno fa, nel dicembre 2017, improvvisarono uno sciopero annunciando una manifestazione in piazza Foglia, sotto la sede del Municipio di Rozzano. In quell’occasione i conti non tornavano a causa del mancato versamento di una mensilità e per la tredicesima pagata in ritardo. Bloccarono così il servizio di raccolta rifiuti. Intervennero carabinieri e polizia locale. Dal comune intervenne anche il sindaco, Barbara Agogliati, che spiegò il motivo della mancanza di liquidità imputandola a debiti a catena che interessava Ama che era in debito con Area Sud, ma che, a sua volta, era creditrice di Aler da cui doveva ricevere circa sei milioni di euro.

Qui Sesto san Giovanni

A distanza di un anno la situazione sembrava essersi normalizzata fino ai giorni scorsi. Questa volta a non ricevere gli stipendi sono stati i dipendenti Area Sud impiegati nel territorio di Sesto San Giovanni. I lavoratori, dopo aver protestato sono riusciti a ottenere un incontro con la Prefettura al quale hanno partecipato anche i responsabili di Area Sud. Anche in questo caso si è verificato un palleggio di responsabilità.

Il ping pong

Secondo  l’azienda,  il ritardo dei pagamenti è stato causato da un problema tecnico verificatosi nel comune di Sesto San Giovanni. Per tutta risposta, il sindaco dell’ex Stalingrado d’Italia ha inviato una diffida ad Area Sud, intimandole di prendersi le proprie responsabilità, citando il contratto d’appalto, che esclude ogni responsabilità dell’appaltatore “il quale non può essere considerato come un istituto di credito”.

L'allarme M5s

In un comunicato stampa diffuso ieri, il M5s ha sottolineato le analogie tra il caso Api e Area Sud. “Molte mancanze dell’azienda che raccoglie i rifiuti derivano dal rapporto con Ama, che si trova in un profondo stato debitorio verso numerose società, tra cui la stessa Area Sud. Dallo scandalo che ha coinvolto Api sembra non aver imparato nessuno, infatti la situazione attuale di Area Sud vede una dirigenza dall' "improprio" curriculum, un servizio scadente, costi esorbitanti e una situazione finanziaria dissestata. La stessa che presentava Api all’inizio del suo disastroso fallimento”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:



 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Il progetto
Marchesina, presentato il piano della rinascita. Con un neo

Marchesina, presentato il piano della rinascita. Con un neo

Il progetto per la riqualificazione della ex Demalena prevede la realizzazione di quattro fabbricati con al centro spazi verdi privati, circondati da spazi aperti ai residenti del quartiere, che però temono i problemi creati dal traffico

Attualità
La celebrazione
Crollo ponte di Genova, la Lombardia intitola una sala alla corsichese Angela Zerilli

Crollo ponte di Genova, la Lombardia intitola una sala alla corsichese Angela Zerilli

Si trova al terzo piano del grattacielo sede della Regione, nel settore Cultura, dove la donna lavorava come funzionaria

Attualità
Viabilità e traffico
Chiesto alla Regione il prolungamento della metropolitana sino a Rozzano e Binasco

Chiesto alla Regione il prolungamento della metropolitana sino a Rozzano e Binasco

Presentato dal consigliere M5s Nicola Di Marco un ordine del giorno e un emendamento al bilancio col quale si spinge per finanziare lo studio di fattibilità del prolungamento della linea verde