Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 14 Novembre 2018 14:49
il meeting

La passione per i motori si dà appuntamento al Fiordaliso

Centinaia di giovani si ritrovano ogni martedì sera nel parcheggio del centro commerciale a discutere di auto e di motori. Ieri, a fianco di un’Alphine Renault blu, si è sognato con una Lotus gialla, oppure con una Peugeot 208 con le portiere che si aprono verso l’alto

L'arrivo delle auto al Corsico Car Meeting nel parcheggio giallo del Fiordaliso L'arrivo delle auto al Corsico Car Meeting nel parcheggio giallo del Fiordaliso

Wrooom, wrooooom, wroooooom. Per le loro orecchie, il suono dei motori è una specie di melodia che culla i loro sogni. Le auto arrivano alla spicciolata, poi si sistemano, una al fianco dell’altra, pronte a farsi ammirare o a diventare oggetto di discussione. Così il meeting prende forma e diventa momento di incontro e confronto.

Il parcheggio giallo

Sono tutti giovani o giovanissimi i ragazzi che ogni martedì si danno appuntamento nel parcheggio giallo del Fiordaliso di Rozzano per condividere la propria passione per i motori. Da un’idea nata cinque anni fa a Federica Massa, Alberto Massara e Massimo Grandolfo (fondatori del Corsico Cars meeting), oggi il raduno è diventato un rendez vous che coinvolge centinaia di giovani tutti reclutati tramite Facebook o Instagram, e mette assieme, secondo le giornate, dalle 500 alle 1500 auto.

Gioielli in mostra

Non male. Arrivano da ogni dove, soprattutto da Lombardia e Nord Italia, ma qualcuna anche dalla Svizzera e, new entry, dalla Sardegna. Non c’è un copione prestabilito. I ragazzi si incontrano, stanno insieme, chiacchierano, discutono di auto, di motori. Mostrano i loro gioielli, quasi tutti con cuori elaborati, o carrozzerie che rispecchiano la propria personalità.

Assetto stange

L’assetto della maggior parte delle vetture è “stange”, da corsa, molto basso con cerchioni larghi. Non tutte sono elaborate. Ce ne sono alcune che sono semplicemente originali, altre d’epoca, così come sono uscite dalla fabbrica. I gruppi si dividono in club: Alfa, Fiesta,  Bmw o Family first. A fianco di un’Alphine Renault blu, si può sognare con una Lotus gialla, oppure con una Peugeot 208 con le portiere che si aprono verso l’alto.

Fast and furious

E che dire della Ford Escort RS Cosworth del 1996, in tinta blu con cerchi O.Z bianchi? Dall’oriente arrivano i modelli che sono diventati cult grazie a film come “Fast and furious” Honda Civic, ma anche Nissan GT-R R34 e R33,  Silvia S14 o Mitsubishi Eclipse del tutto simile a quella dell 'agente O'Conner nella sfida con Dominic Toretto.

Motore Wenkel

La Mazda RX7 con  motore Wankel rotativo a combustione interna con doppia turbina sequenziale Hitachi

I più sofisticati fanno la fila per ammirare la Mazda RX7 di Davide, 26 anni, che non si fa pregare quando gli si chiede di illustrare le caratteristiche tecniche del suo gioiello. Parte dicendo che ha “un motore Wankel rotativo a combustione interna  con doppia turbina sequenziale Hitachi, da 265 CV con una camera di scoppio ovale e un pistone triangolare che non si muove di moto rettilineo alternato ma ruota intorno a un asse.” Triangolare o no, la sua Mazda fila a 260 km orari. Musica per le orecchie di tutti gli ascoltatori. Per chi volesse sentire la sua storia in prima persona, il prossimo appuntamento è martedì prossimo.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La "querelle"
Il Pd non ci sta e rivendica la paternità del progetto videosorveglianza

Il Pd non ci sta e rivendica la paternità del progetto videosorveglianza

Gli uomini della Agogliati attaccano: “Consideriamo diffamatorio quanto dichiarato dal sindaco Ferretti e dal vicesindaco Perazzolo”

Attualità
Il caso del giorno
Videosorveglianza a Rozzano: trovate 180 telecamere mai attivate

Videosorveglianza a Rozzano: trovate 180 telecamere mai attivate

In città, sono solo 15 le videocamere attive su 24 impianti mentre altre 50 postazioni ad alta tecnologia non sono utilizzate

Attualità
La polemica
Trasloco del “Distretto sanitario” di via Marzabotto, l’Assessore alla sanità convoca i sindaci

Trasloco del “Distretto sanitario” di via Marzabotto, l’Assessore alla sanità convoca i sindaci

A dieci giorni di distanza, quella che sembrava solo un’ipotesi comincia a prendere corpo, tanto che è sceso in campo anche il responsabile del Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera