Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 26 Luglio 2018 17:40
Cronaca & politica

Pusher in manette, scende in campo il sindaco:“Pugno duro contro chi spaccia”. In evidenza

“È evidente  – precisa il primo cittadino - che in questi casi bisogna intervenire con durezza anche per tutelare i nostri ragazzi. Non ci possono essere sconti

Piazza Foglia, secondo il sindaco, era da tempo tenuta sotto controllo anche grazie alle segnalazioni di cittadini e alla vigilanza sul territorio Piazza Foglia, secondo il sindaco, era da tempo tenuta sotto controllo anche grazie alle segnalazioni di cittadini e alla vigilanza sul territorio

Con un comunicato diffuso nel pomeriggio, il sindaco di Rozzano ha preso posizione sulla operazione che ha portato all’arresto di quattro maghrebini sorpresi a spacciare in Piazza Foglia, proprio di fronte al Comune, e nelle zone limitrofe (nelle vicinanze delle scuole e affini). Mai vista assumere un atteggiamento così netto in vicende del genere.

Grazie ai carabinieri

Il comunicato si apre con un ringraziamento alla squadra dei carabinieri di Rozzano guidata dal comandante Massimiliano Filiberti “per il lavoro svolto nell’arresto degli spacciatori in piazza Foglia”. “La zona – continua il documento - era da tempo tenuta sotto controllo anche grazie alle segnalazioni di cittadini e alla vigilanza sul territorio. Secondo il sindaco “Questi risultati sono resi possibili dalla collaborazione attiva tra residente e forze dell’ordine”.

Tutelare i ragazzi

Gli arrestati sono immigrati irregolari sul territorio italiano, tutti con precedenti penali.  “È evidente  – precisa scatenato il primo cittadino - che in questi casi bisogna intervenire con durezza anche per tutelare i nostri ragazzi. Non ci possono essere sconti, non è questa l’immigrazione che vogliamo in Italia. Casi come questi, oltre a provocare la giusta indignazione dei cittadini, finiscono per danneggiare gli immigrati onesti che vivono in Italia nella legalità e lavorano per dare un futuro ai propri figli”.

Controllo di vicinato

Al plauso del sindaco si accoda anche l’assessore alla sicurezza Marco Ercoli che ribadisce l’invito ai cittadini affinché collaborino con le forze dell’ordine come vere sentinelle. Nelle scorse settimane Rozzano ha sottoscritto il protocollo promosso dalla Prefettura per il controllo di vicinato che regola e potenzia proprio la cooperazione tra cittadini e istituzioni in tema di sicurezza.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

Oltre alle proprietà immobiliari, a Orlando Demasi sono stati bloccati anche 2 conti correnti,2 polizze assicurative vita oltre a 60.000 euro in contanti ritrovati all'interno di una cassetta di sicurezza

Cronaca
Controllo del territorio
Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Erano nascoste in un furgone parcheggiato in via Salieri davanti al numero 25

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

Si chiama Ristofar la società confiscata dalla Guardia di Finanza al clan dei Mazzei. Ha la sede in viale Lazio, 25, e risulta essere sottoposta a procedura di fallimento