Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 16 Luglio 2018 11:24
Violenza sulle donne

Picchia la convivente e minaccia di venderle il figlio, arrestato alcoolista cronico In evidenza

Ogni volta che era ubriaco, l’uomo  sfogava tutte le sue frustrazioni sulla compagna e lo faceva sin da quando quest’ultima era incinta del loro bambino

Lui, il padre padrone violento, è G.R. trentanovenne residente a Rozzano in via Don Minzoni, 4 Lui, il padre padrone violento, è G.R. trentanovenne residente a Rozzano in via Don Minzoni, 4

I carabinieri lo hanno arrestato questa mattina. Lui, il padre padrone violento, è G.R. trentanovenne residente a Rozzano in via Don Minzoni, 4. L’accusa, sottocritta dal gip del tribunale di Milano è di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. La sua vittima è la compagna, una ragazza di 34 anni, residente nello stesso appartamento di via Don Minzoni. Secono gli investigatori, l’uomo, a partire dal’anno scorso, in diverse occasioni ha percosso la donna costringendola a condizioni di vita “penose”, con “avvilimento psicologico e grave timore per la propria incolumità e l’incolumità del figlio di  sei mesi”.

50mila euro per il figlio in vendita

Gli inquirenti hanno accertato che l’uomo, un alcoolista cronico, ogni volta che era ubriaco sfogava tutte le sue frustrazioni sulla compagna e lo faceva sin da quando quest’ultima era incinta del loro figlio. Per il momento il tormento è finito: l’ubriacone è stato rinchiuso in una cella di san Vittore a smaltire i fumi dell’alcol che gli hanno avvelenato la mente. E che avesse la mente tarata lo prova la minaccia di vendere il figlio per 50mila euro.

La testimonianza

Drammatica la testimonianza della donna verbalizzata dal magistrato. Sin da quando era incinta l’uomo ha esercitato su di lei pressioni enormi, picchiandola con calci e pugni, e minacciandola di toglierle il bambino. Le ultime violenze solo pochi giorni fa, il 13 e il 16 giugno, quando l’uomo ha buttato fuori di casa la compagna e si è asserragliato nell’appartamento con il figlio, sino all’arrivo dei carabinieri. Il calvario, per la donna e il figlio, dovrebbe essere finito. O almeno così si spera.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

Oltre alle proprietà immobiliari, a Orlando Demasi sono stati bloccati anche 2 conti correnti,2 polizze assicurative vita oltre a 60.000 euro in contanti ritrovati all'interno di una cassetta di sicurezza

Cronaca
Controllo del territorio
Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Erano nascoste in un furgone parcheggiato in via Salieri davanti al numero 25

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

Si chiama Ristofar la società confiscata dalla Guardia di Finanza al clan dei Mazzei. Ha la sede in viale Lazio, 25, e risulta essere sottoposta a procedura di fallimento