Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 05 Luglio 2018 12:21
Lotta alla microcriminalità

Possesso di armi e droga, in manette madre e figlio

I due sono stati arrestati questa mattina a Rozzano dai carabinieri di Pieve Emanuele

I militari hanno scoperto una pistola calibro 7,65 con la matricola abrasa, dosi di cocaina, più di duemila euro I militari hanno scoperto una pistola calibro 7,65 con la matricola abrasa, dosi di cocaina, più di duemila euro

La madre ha settant’anni, il figlio quarantasette. Entrambi pregiudicati, entrambi sono finiti in manette con l’accusa di detenzione illegale di armi, di munizioni, di droga destinata allo spaccio. L’arresto è avvenuto questa mattina a Rozzano dove, al termine di un’indagine lampo, i carabinieri di Pieve Emanuele hanno perquisito l’appartamento dove madre e figlio vivevano.

Armi, droga e rock'roll

I militari hanno scoperto una pistola calibro 7,65 con la matricola abrasa, dosi di cocaina, più di duemila euro, provenienti, secondo gli inquirenti, dall’attività di spaccio. I due arrestati erano stati notati nei giorni scorsi mentre si aggiravano con fare sospetto nei paraggi di alcuni esercizi commerciali di Pieve. Potevano star preparando una rapina. La perquisizione della loro casa e il ritrovamento di armi e droga ha messo fine ai loro piani.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

Oltre alle proprietà immobiliari, a Orlando Demasi sono stati bloccati anche 2 conti correnti,2 polizze assicurative vita oltre a 60.000 euro in contanti ritrovati all'interno di una cassetta di sicurezza

Cronaca
Controllo del territorio
Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Erano nascoste in un furgone parcheggiato in via Salieri davanti al numero 25

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

Si chiama Ristofar la società confiscata dalla Guardia di Finanza al clan dei Mazzei. Ha la sede in viale Lazio, 25, e risulta essere sottoposta a procedura di fallimento