Seguici su Fb - Rss

Sabato, 16 Giugno 2018 19:12
Uso e Abuso

Mix alcol e droga dopo il Ramadan, marocchino in pericolo di vita

L'uomo ora è ricoverato in pericolo di vita alla clinica Humanitas di Rozzano, dove versa in terapia intensiva

Nell'immagina una pattuglia dei carabinieri arrivata in soccorso del marocchino Nell'immagina una pattuglia dei carabinieri arrivata in soccorso del marocchino

Doveva festeggiare la fine del Ramadan, invece ha esagerato, assumendo un mix di alcol e droga. Per questo motivo un marocchino di 28 anni ora è ricoverato in pericolo di vita alla clinica Humanitas di Rozzano, dove versa in terapia intensiva.

L'allarme delle coinquiline

L'uomo è rientrato nel suo appartamento attorno alle 23.30 di ieri dopo aver festeggiato in giro. In casa c'erano due connazionali che hanno notato subito il suo malessere, ma hanno sorvolato pensando che sarebbe bastato dormire. Durante la notte, però, il marocchino è stato male e le coinquiline hanno chiamato il 118, che a sua volta ha avvertito i carabinieri. 

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

Oltre alle proprietà immobiliari, a Orlando Demasi sono stati bloccati anche 2 conti correnti,2 polizze assicurative vita oltre a 60.000 euro in contanti ritrovati all'interno di una cassetta di sicurezza

Cronaca
Controllo del territorio
Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Erano nascoste in un furgone parcheggiato in via Salieri davanti al numero 25

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

Si chiama Ristofar la società confiscata dalla Guardia di Finanza al clan dei Mazzei. Ha la sede in viale Lazio, 25, e risulta essere sottoposta a procedura di fallimento