Seguici su Fb - Rss

Sabato, 16 Giugno 2018 19:12
Uso e Abuso

Mix alcol e droga dopo il Ramadan, marocchino in pericolo di vita

L'uomo ora è ricoverato in pericolo di vita alla clinica Humanitas di Rozzano, dove versa in terapia intensiva

Nell'immagina una pattuglia dei carabinieri arrivata in soccorso del marocchino Nell'immagina una pattuglia dei carabinieri arrivata in soccorso del marocchino

Doveva festeggiare la fine del Ramadan, invece ha esagerato, assumendo un mix di alcol e droga. Per questo motivo un marocchino di 28 anni ora è ricoverato in pericolo di vita alla clinica Humanitas di Rozzano, dove versa in terapia intensiva.

L'allarme delle coinquiline

L'uomo è rientrato nel suo appartamento attorno alle 23.30 di ieri dopo aver festeggiato in giro. In casa c'erano due connazionali che hanno notato subito il suo malessere, ma hanno sorvolato pensando che sarebbe bastato dormire. Durante la notte, però, il marocchino è stato male e le coinquiline hanno chiamato il 118, che a sua volta ha avvertito i carabinieri. 

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Automobilisti indisciplinati nel mirino
Sicurezza sulle strade: tutti i numeri dell’operazione Smart 2019

Sicurezza sulle strade: tutti i numeri dell’operazione Smart 2019

Oltre 300 gli agenti impegnati In tutto , 16 mezzi operativi, 16 moto, 31 etilometri, 9 drugtest, 16 telelaser: controllati oltre 12mila veicoli

Cronaca
L'attentato
Brucia nella notte l’Erica bar, il ritrovo dei pregiudicati del Corsichese

Brucia nella notte l’Erica bar, il ritrovo dei pregiudicati del Corsichese

I pompieri hanno ritrovato una tanica di benzina forse utilizzata dai piromani per appiccare l’incendio al locale

Cronaca
La tragedia
Era di Rozzano il giovane trovato morto nella piscina di Via Don Abbondio, a Milano

Era di Rozzano il giovane trovato morto nella piscina di Via Don Abbondio, a Milano

Si chiamava Marco Scarcella e con la la fidanzata sarebbe arrivato fuori dal centro sportivo. Poi avrebbe deciso di scavalcare per fare un bagno sotto le stelle, insieme alla ragazza