Seguici su Fb - Rss

Martedì, 15 Maggio 2018 16:21
Finisce in manette

Sequestra e violenta la convivente, finisce agli arresti domiciliari In evidenza

Si tratta di un 33enne italiano, nullafacente e con precedenti penali, residente a Rozzano

Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Milano al termine delle indagini dei carabinieri Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Milano al termine delle indagini dei carabinieri

Le accuse sono: lesioni personali, maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, sequestro di persona e violenza sessuale. Sono i reati che hanno fatto finire agli arresti domiciliari un 33enne italiano, nullafacente e con precedenti penali, residente a Rozzano.

Sequestro di persona

Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Milano al termine delle indagini dei carabinieri che hanno rivelato come l’uomo per mesi abbia  “privato della libertà personale”  la sua convivente, un’italiana di ventiquattro anni, minacciandola, aggredendola e costringendola a rapporti sessuali non voluti. Il "nostro" non era nuovo a comportamenti simili. Avevva già costretto a subire le sue attenzioni altre due donne cui aveva affittato la propria abitazione.

Località segreta

Ne approtittava soprattutto quando le sue vittime dovevano pagargli l'affitto. Le aggrediva fisicamente, le ingiuriava e tentava di abusarne sessualmente, minacciandole di togliere loro le chiavi dell'appartamento e lascarle per strada. La sua "carriera" di molestatore e violentatore è finalmente finita. L’uomo è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari nella sua abitazione di Rozzano, la stessa dove sono avvenute le violenze. La sua compagna, dall’inizio delle indagini, si è trasferita in una località segreta.

seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
La cattura
Dopo tre mesi di fuga, arrestato il boss di una banda di falsi carabinieri

Dopo tre mesi di fuga, arrestato il boss di una banda di falsi carabinieri

A Cesano, dopo tre mesi di latitanza, le manette sono scattate attorno ai polsi di Giastin Stentardo, 33 anni, astigiano di origine sinti

Cronaca
Il caso del giorno
30enne di Rozzano denunciato per maltrattamenti e stalking

30enne di Rozzano denunciato per maltrattamenti e stalking

L’uomo, di origini marocchine, ricercato dalla polizia locale, ha fatto perdere le proprie tracce 

Cronaca
Lotta ai clan criminali
Droga: la Guardia di finanza smantella 'giro' fra Rozzano, Emilia e Toscana

Droga: la Guardia di finanza smantella 'giro' fra Rozzano, Emilia e Toscana

Alla banda, che aveva base anche a Cesano Maderno, sono stati equestrati oltre quattro chili di cocaina a hashish