Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 19 Aprile 2018 14:02
La polemica

Rizza: Pugliese non rappresenta nessuno

La nomina dell’ex capolista di Uniti per Rozzano ad assessore? L’ultimo tentativo del sindaco Barbara Agogliati di galleggiare, prima che il Titanic su cui è imbarcata affondi

Il sindaco di Rozzano, Barbara Agogliati Il sindaco di Rozzano, Barbara Agogliati

La notizia riportata da pocketnews.it sulla probabile prossima elezione di Giuseppe Pugliese a nuovo assessore di Rozzano, ha provocato una serie di reazioni in tutta la città. Una parte del mondo politico sembra rimasto sorpreso, l’altra parte ha accolto la possibile nomina con fastidio, come un ultimo tentativo del sindaco Barbara Agogliati di galleggiare, prima che il Titanic su cui è imbarcata affondi definitivamente.

Manovre elettorali

Secondo Cristina Perazzolo, consigliere comunale della Lega si tratta sicuramente di una mossa elettorale del primo cittadino che “solo ora si è ricordata che tra un anno si vota e sta mettendo in campo iniziative in precedenza nemmeno considerate, sia a livello generale, sia di attenzione al territorio”. Sono quindi cominciate le manovre generali per stringere alleanza e garantirsi un posto al sole o almeno un’ancora di salvezza?

Domande senza risposta

Perplesso anche Salvatore Rizza di Articolo 1-Mdp. L’esponente politico, sin dallo scorso fine autunno aveva chiesto un rimpasto di giunta per assegnare al suo movimento forte di tre consiglieri comunali, la giusta rappresentanza all’interno dell’organo di governo cittadino. Orbene, Rizza e i suoi stanno ancora aspettando una risposta sia dal sindaco, sia dal Pd.

Il senso della scelta?

“Che senso ha – ha sottolineato Rizza – nominare oggi Pugliese, a pochi mesi dalla fine della legislatura? Il rimpasto andava fatto a settembre per avere il tempo di incidere in qualche modo sulle scelte politico-amministrative che abbiano a cuore le sorti di Rozzano. Farlo oggi è inutile. A che titolo Pugliese si siederà in giunta? In rappresentanza di una lista che non è nemmeno presente in consiglio comunale?” Ai tanti paradossi che hanno caratterizzato la legislatura, se ne aggiunge quindi un altro: in giunta entra un politico che pur avendo partecipato alle elezioni del 2014 non ha eletto alcun consigliere, fuori dalla giunta rimane una formazione politica che ne ha eletti tre. Articolo 1 e Mdp, infatti, pur garantendo i numeri per governare sono tagliati fuori dalle scelte.

La poltrona di Apuzzo

Sino allo scorso febbraio erano rappresentati da Stefano Apuzzo, ma l’assessore all’ecologia schierandosi con Giorgio Gori alle elezioni regionali si è chiamato fuori dal gruppo, pur non rinunciando alla sua poltrona. Certo, la Agogliati ha proposto a Rizza alcune deleghe di peso, ma lo ha fatto troppo tardi, almeno a giudizio dello stesso esponente politico perché “a poco meno di otto mesi dalle elezioni, non ha senso”. Il 23 di aprile è stata fissata una riunione di maggioranza e di coalizione: sarà questa l'occasione per annunciare l'ingresso di Pugliese in giunta?

Giunta in pericolo?

“Da questo momento in poi – ha promesso Rizza – vigileremo con ancora più attenzione ogni provvedimento in discussione e prima di ogni consiglio comunale chiederemo a sindaco e Pd un confronto per la loro verifica”. C’è il pericolo che Articolo 1 faccia venir meno i numeri della maggioranza e faccia cadere la giunta prima della fine naturale della legislatura?  “A tutt’oggi no, - conferma l’esponente politico – nonostante tutto ci sentiamo ancora parte integrante di questa maggioranza, ma in politica ogni giorno le situazioni si evolvono. In città c’è fermento, si parla della costituzione di nuove e più ampie liste civiche e dopo l’estate si comincerà a discutere di candidati. Solo allora, il quadro di come e dove si collocherà Articolo 1 - Mdp sarà chiaro e le scelte saranno conseguenti”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Terremoto politico
L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico

L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico

Le due donne politiche hanno protocollato le loro dimissioni e hanno detto addio all’aula consiliare. Non è ancora chiaro quale ruolo assumeranno, né se lo assumeranno, all’interno della vita politica corsichese

Politica
L'addio
Ultim'ora Trezzano: l’assessore Grassi si dimette per motivi familiari

Ultim'ora Trezzano: l’assessore Grassi si dimette per motivi familiari

Il responsabile del settore Cultura, Sport e tempo libero, ha formalizzato il suo addio dalla giunta comunale  che governa la città. Per il momento non sarà sostituito

Politica
Settembre da bollino rosso
Corsico, due consiglieri di FI chiedono una verifica di maggioranza

Corsico, due consiglieri di FI chiedono una verifica di maggioranza

Si preannuncia un settembre da bollino rosso sul fronte politico corsichese, animato da turbolenze e giochi di potere mai quietati