Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 26 Febbraio 2018 14:40
La notizia del giorno

Pregiudicato assalta l’anagrafe di Rozzano con un estintore

Aveva chiesto la residenza, ma da una veloce verifica è risultato che l’uomo ha occupato l’appartamento Aler in cui vive

Una veduta delle case popolari di Rozzano Una veduta delle case popolari di Rozzano

È andato in municipio a chiedere la residenza. Al rifiuto degli impiegati dell’anagrafe, ha preso un estintore e ne ha scaricato il contenuto sui poveretti, due dei quali si sono fatti visitare all’ospedale per sospetta intossicazione.

La residenza sì

È accaduto in mattinata, a Rozzano. P.D. un pregiudicato che lavora saltuariamente per una municipalizzata rozzanese, già noto alle forze dell'ordine e ai dipendenti comunali per le sue intemperanze. Si è presentato all’ufficio anagrafe del comune di Rozzano, in piazzo Foglia. L’uomo, che abita in via Ciclamini, ha presentato domanda di residenza allo sportello.  Da una veloce verifica è risultato che l’uomo ha occupato l’appartamento Aler in cui  vive. Non c’è quindi alcun contratto di affitto e nemmeno contratti per le utenze: gas,  energia elettrica e quant’altro.

La residenza no!

Di fronte al no pronunciato dagli impiegati, ha cominciato a dare in escandescenza. Dopo aver urlato improperi verso impiegati e istituzioni comunali, ha afferrato un estintore collocato nel corridoio degli uffici e ha cominciato a spruzzarne il contenuto su chiunque avesse di fronte. Immediatamente sono stati avvisati i carabinieri, che lo hanno allontanato dal municipio e lo hanno denunciato a piede libero.

Il comunicato del Comune

Nel pomeriggio il comune ha diffuso un comunicato stampa con il quale ha riassunto la vicenda. "Nella mattinata di lunedì 26 febbraio - c'è scritto nel documento - l’Ufficio Sportello al Cittadino ha subìto un’aggressione da parte di un cittadino, che ha svuotato il contenuto di un estintore all’interno del palazzo comunale, coinvolgendo il personale in servizio all’Anagrafe e i cittadini presenti. Nessun danno fisico alle persone ma grande spavento e diverse attrezzature d’ufficio rovinate. Attualmente lo sportello è stato chiuso e si sta procedendo con la sanificazione e la pulizia degli ambienti, pertanto potranno esserci alcuni disservizi. Sul posto sono intervenuti subito gli agenti della Polizia Locale in servizio e il soggetto è stato affidato alle forze dell’Ordine.

Parla il sindaco

Il sindaco Barbara Agogliati ha confermato: "Il cittadino in questione pretendeva di avere la residenza in un alloggio Aler occupato abusivamente qualche giorno fa. Attualmente l’alloggio è stato recuperato, grazie al pronto intervento dei Carabinieri e della Polizia Locale.  L’abusivismo e la prevaricazione non sono accettabili, non solo perché occupare un alloggio è un reato, ma anche perché una gravissima violazione nei confronti di chi onestamente è in attesa di una casa, che è e resta un diritto di tutti. Come sempre ribadiamo che un miglior tempismo nella consegna degli alloggi sfitti da parte di Aler sarebbe il giusto deterrente rispetto a queste dinamiche”.
 

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

 

1 commento

  • Link al commento Giuseppe Martedì, 27 Febbraio 2018 08:11 inviato da Giuseppe

    Ciao mi chiamo Spinoso Giuseppe è vivo a Rozzano quello che penso che non Lavora da 2anni cerco e cerco lavoro ma non Trovo niente ho chiesto al Comune di dov'è vivo ma l'unica cosa che mi hanno detto mi dispiace ho dovuto mettere in vendita la mia ? per corpa Delle spese condominiali sé trovassi un lavoro sarei bene sé c'è qualcuno che abbia in Teresa a darmi un dannato lavoro sarei contento io sono qua grazie a tutt'e l'è persone che mi possa dare una mano. il comune di Rozzano lo facesse

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
In attesa della sentenza
L’ex parroco di Rozzano condannato a 6 anni di carcere per violenza sessuale.

L’ex parroco di Rozzano condannato a 6 anni di carcere per violenza sessuale.

Applicate a don Galli anche le pene accessorie come l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e il divieto di avvicinarsi a luoghi frequentati da minorenni

Cronaca
Lotta alla microcriminalità
Estorce danaro al fidanzato della figlia, una 55enne finisce in manette

Estorce danaro al fidanzato della figlia, una 55enne finisce in manette

La donna, residente a Cesano, ha minacciato di morte il ragazzo (e i suoi parenti) se non gli avesse consegnato almeno 1000 euro al mese

Cronaca
Siamo alle solite
Corsico, vandali all’assalto del parco della Resistenza

Corsico, vandali all’assalto del parco della Resistenza

A soli pochi giorni dall’entrata in vigore dell’ordinanza che impone la chiusura notturna, divelto un cancello e danneggiato un gioco dell’area bimbi