Seguici su Fb - Rss

Sabato, 10 Febbraio 2018 17:16
Lotta alla microcriminalità

Dopo la tentata rapina, arrivano gli arresti domiciliari In evidenza

Il pregiudicato aveva assaltato il bar “Ciao2” aperto in via Cassino Scanasio 49, a Rozzano, con il volto nascosto da un passamontagna

Saranno i carabinieri di Rozzano, coordinati dal comando di Corsico, a controllare il pregiugicato agli arresti domiciliari Saranno i carabinieri di Rozzano, coordinati dal comando di Corsico, a controllare il pregiugicato agli arresti domiciliari

Dopo le indagini, gli arresti domiciliari. Questa mattina, i carabinieri hanno notificato a un pregiudicato residente a Rozzano in via Giaggioli 2, il mandato di arresto sottoscritto dl Gip del Tribunale di Milano. L’uomo, un trentacinquenne con tutta una serie di condanne sulle spalle, è accusato di tentata rapina ai danni di un bar della città.

Da piede libero, ai domiciliari

Il 13 gennaio scorso, il malvivente, col passamontagna sul volto, aveva tentato di rapinare il “Ciao2” di via Cassino Scanasio, 49. Il proprietario Zhengjie Li, ventisettenne nato in Cina aveva reagito e dopo una colluttazione lo aveva messo in fuga. Scattate le indagini, avviate anche grazie alle prime frammentarie dichiarazioni della vittima, l’autore della tentata rapina era stato identificato e,  al termine degli accertamenti di rito, era stato denunciato a piede libero. Poco meno di un mese dopo, terminati tutti gli approfondimenti investigativi, gli è stato notificato il provvedimento di arresto. Che trascorrerà ai domiciliari, sotto il controllo della tenenza dei carabinieri di Rozzano.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

Oltre alle proprietà immobiliari, a Orlando Demasi sono stati bloccati anche 2 conti correnti,2 polizze assicurative vita oltre a 60.000 euro in contanti ritrovati all'interno di una cassetta di sicurezza

Cronaca
Controllo del territorio
Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Erano nascoste in un furgone parcheggiato in via Salieri davanti al numero 25

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

Si chiama Ristofar la società confiscata dalla Guardia di Finanza al clan dei Mazzei. Ha la sede in viale Lazio, 25, e risulta essere sottoposta a procedura di fallimento