Home Il Fatto del Giorno Presentata la nuova variante del Pgt, ecco come sarà la Trezzano del...

Presentata la nuova variante del Pgt, ecco come sarà la Trezzano del futuro

Uno dei capisaldi della variante è la rigenerazione dell’area della vetreria Vetropack che si trova tra via San Cristoforo e via Copernico, al quartiere Marchesina

0

trezzano-variante

 

È stata presentata ieri sera davanti a un pubblico di addetti ai lavori (i residenti non impegnati politicamente interessati a conoscere come sarà la Trezzano del futuro si contavano sulle dita di una mano) la nuova variante al piano regolatore (piano di gestione del territorio, come si chiama adesso) proposta dalla giunta che governa la città. La chiave di volta è: “rigenerazione urbana” soprattutto per quanto riguarda gli insediamenti produttivi. In poche parole si vuole lo sviluppo del tessuto industriale in modo sostenibile. In alcuni casi sarà possibile una riconversione in ambito residenziale e servizi.

Idee e suggestioni

Il piano è la sintesi di un lavoro iniziato nel 2019 che ha visto la collaborazione del Politecnico di Milano, dell’Assolombarda (associazione degli industriali) e il gruppo Cap che gestisce le risorse idriche di Città metropolitana. Ci sono stati incontri con le associazioni di categoria presenti sul territorio e circa 20 aziende che hanno partecipato a workshop da cui sono emerse “idee e suggestioni”, così come ha sottolineato il sindaco Fabio Bottero.

Sviluppo sostenibile

Architetti e funzionari del comune hanno spiegato tutti i meccanismi e le procedure affinché la variante diventi esecutiva. Dopo l’approvazione da parte del Consiglio comunale, che dovrebbe avvenire entro ottobre, ci sarà la possibilità da parte di residenti e imprenditori, di depositare delle osservazioni che potrebbero essere inserite nel progetto. Purché siano di natura ambientale. Tutto ruota sulla ripartizione delle aree produttive in chiave pro-adattive nell’ambito dello sviluppo sostenibile.

La vetreria

Uno dei capisaldi della variante è la rigenerazione dell’area della vetreria Vetropack che si trova tra via San Cristoforo e via Copernico, al quartiere Marchesina. L’azienda si sta trasferendo ed entro un anno dovrebbe lasciare libera un’area immensa. Cosa farne? “La nostra intenzione – ha detto il sindaco Fabio Bottero a pocketnews.it – è mantenere la sua vocazione produttiva trasformandola in una realtà industriale al passo con i tempi”. L’idea è di creare delle zone cuscinetto verdi e dei servizi di vicinato che rendano il comparto più vivibile. Non sarebbero previsti, almeno per il momento, insediamenti commerciali o residenziali.

Il futuro di Scapa e Happening

Le altre grandi aree industriali e commerciali trezzanesi che aspettano di conoscere il loro futuro sono quelle della ex Scapa che si trova alle spalle del Centro Convenienza e l’area Happening che si affaccia sulla Vecchia Vigevanese. Entrambe non rientrano in questa variante. La Scapa ha una destinazione commerciale prevista dal vecchio Pgt e senza una rivoluzione della viabilità sarà difficile che venga rigenerata a breve. L’Happening è un’area commerciale che si spera venga riattivata. Il problema, secondo il sindaco, è che la proprietà  non riesce a trovare un acquirente che decida di investire in quel comparto.

Cambio di destinazione

Fuori dalla variante anche la Brenntag, da anni in predicato di sloggiare da Trezzano e trasferire lo stoccaggio di materie pericolose in altri siti, che rimane al suo posto. La proprietà infatti, pur essendo stata interpellata, non avrebbe manifestato alcuna richiesta. Richiesta che invece è arrivata dal gruppo Lops che ha presentato istanza per il cambio di destinazione d’uso (da terziario a residenziale) dell’edificio che ospitava la società telefonica 3 in via Curiel. Se ne ricaverebbe una settantina di appartamenti.

La trattativa

“Dobbiamo prendere atto – ha detto Bottero – della necessità di una riconversione di quella struttura, ma è un progetto che va ben definito. Non è stato inserito in variante perché il cambio di destinazione può avvenire anche in deroga”. Sulla vicenda sono in corso trattative tra l’amministrazione e i vertici del gruppo. Se si arriverà a una sintesi, il cambio approderà in Consiglio comunale per la sua approvazione.

Il futuro prossimo

Come sarà quindi la Trezzano del futuro? Vista la sua vocazione artigianale e industriale, gli insediamenti produttivi dovrebbero adottare logiche sostenibili e abbandonare la loro condizione di residuati degli Anni 60/70 del secolo scorso. In alcuni casi però, potrebbero subire una profonda trasformazione e diventare residenziali così come è già avvenuto in via Marconi, dove nel bel mezzo di decine di capannoni è sorto un sito residenziale spacciato dai costruttori come insediamento nel verde. Di verde, nella zona, c’è solo qualche vecchia insegna.

La viabilità dove la metto?

Decisamente contraria alle soluzioni proposte dalla variante, Villa Zina, capogroppo consiliare del M5stelle. Che a pocketnews.it ha detto: “La variante, dopo 4 anni dall’inizio dell’iter (delibera di giunta dell’aprile 2019), viene presentata ora alla cittadinanza, a pochi mesi dalle elezioni Europee e Amministrative. Il progetto non risolve certo i problemi del nostro territorio ma anzi li aggrava con l’aggiunta di nuove residenze e con una viabilità invariata. Il carico insediativo è di una certa rilevanza e avrà un impatto consistente sulla città, come i nuovi interventi già avviati, vedi la costruzione dei grattacieli di via Volta”.

Un favore agli imprenditori

“Il risultato?  – ha concluso la Zina – Il traffico e la viabilità peggioreranno notevolmente. A nostro avviso questo Pgt sembra rivolto soprattutto ad aziende ed imprenditori che potranno usufruire di procedure semplificate e veloci per la realizzazione dei loro progetti anche grazie all’abrogazione del piano commerciale vigente, ma di certo non migliorerà la vita dei cittadini anche in termini di salute, visto che la nostra zona è oggetto di monitoraggio per il forte inquinamento ambientale presente”.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version