Home News Assago L’Assago vede le streghe: nel giorno di Halloween arriva la prima sconfitta

L’Assago vede le streghe: nel giorno di Halloween arriva la prima sconfitta

Il Magenta mette a segno un gol per tempo e affianca i gialloblù in vetta alla classifica

0

Uno scontro tra titani. Così era considerata la partita più attesa della settima giornata del girone F del campionato di Promozione tra il Magenta e Assago, terminata 2 a 0 per il Magenta. Adesso entrambe le squadre sono al comando insieme a Robbio e Virtus Binasco, un poker di formazioni che rendono il campionato più bello ed equilibrato. Il Vigevano mette a segno un gol per tempo per affiancare l’Assago in vetta. Pedrocchi nel primo tempo e Italia nel secondo mettono il sigillo sulla gara.

Di certo, domenica pomeriggio, giornata di Halloween, si sono affrontate due delle migliori squadre del campionato. A vincere sono state le difese: i gialloblù Mangiarotti e Falsini hanno messo la museruola agli attaccanti ospiti Ferrario e Italia, dall’altra la difesa magentina ha disinnescato Sorrenti e Iacuaniello. E i gol, allora? Alla fine della partita sono stati soltanto 4 tiri nello specchio della porta: 3 del Magenta, uno dell’Assago (potere delle streghe magentine).

La forza dei padroni di casa è che hanno realizzato due gol: il primo con un jolly pescato da Pedrocchi  al 12′ che ha calciato al volo dal limite dell’area di rigore, con Ghirardelli assolutamente impotente a qualsiasi opposizione. Il portiere gialloblù ha risposto alla grande, poco dopo, a un tiro di Fulciniti dal limite sinistro indirizzato sul primo palo. Sull’altro fronte è stato Sorrenti che dalla destra ha provato il diagonale, con Catena (ex Assago) che ha deviato in calcio d’angolo.

Nella ripresa la gara è rimasta in equilibrio. Gli unici tentativi sono arrivati su palle inattive. Un corner del Magenta deviata di testa da De  Grandi è terminata alta sopra la traversa. Il mister gialloblù Gallanti ha inserito Bozzi, Galletti e Tosoni. In questa fase , probabilmente, l’Assago avrebbe meritato il pareggio ma ha fatto fatica a rendersi pericoloso.

Ci ha provato Giulio Sorrenti con una spettacolare rovesciata al 71′, ma la palla è uscita di un niente. Dopo il danno ecco che è arrivata la beffa. A due minuti dalla fine con l’Assago sbilanciato in avanti, il Magenta riparte in contropiede e chiude la gara con una rete di Italia, una punizione troppo pesante per i ragazzi di Gallanti

MAGENTA: Catena, Villani, Decio, Drago, De Grandi, Pedrocchi, Fulciniti,
Perrotta, Ferrario (18’st Bertini), Garavaglia (18’st Labalestra), Italia(44’st Cò)
A disp.: Nebuloni, Chiodini, Lombardo, Sanzo
All. Diana

ASSAGO: Ghirardelli, Battaini, Trimboli, Mangiarotti, Falsini,  Schiavoni (30’st Galletti), Bandini, Putignano, Sorrenti, Annoni (23’st Bozzi), Iacuaniello (34’st Tosoni)
A disp.: Montella, Avino, Grimaldi, Zito, Rossi, Logoluso
All. Gallanti

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version