Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 07 Agosto 2019 12:17
Patrimonio dell'Umanità

Un lago a forma di cuore nel borgo più amato dagli innamorati

Castellaro Lagusello si trova nel mantovano ed è Patrimonio dell'Umanità Unesco. Ha impianto medievale e sorge accanto a uno specchio d’acqua dalla forma di un…

Vista del castello del borgo più amato dagli innamorati Vista del castello del borgo più amato dagli innamorati

Il mare affollato d'agosto non fa per voi? Volete passeggiare in silenzio, immergendovi nella storia e gustare – perché no - della cucina tipica? Allora suggeriamo una proposta per trascorrere un po' di relax nella quiete della provincia di Mantova, a pochi chilometi da Milano: Castellaro Lagusello. Si tratta di un borgo costruito oltre mille anni fa e ancora intatto nell'impianto medievale, con castello, torre, chiesa e mura fortificate. Tutt'intorno antiche abitazioni realizzate nel corso dei secoli successivi, fino a imprimere l'odierno disegno.

Meta degli innamorati

Dal sud ovest milanese, Castellaro Lagusello dista circa 120 km percorribili in un'ora e tre quarti in direzione Mantova, via Cremona. Inserito nella lista dei “borghi più belli d'Italia”, è una frazione di Monzambano. 
Castellaro sorge sulla riva di un laghetto a forma di cuore, che ne fa una delle mete preferite dalle coppie innamorate in Nord Italia. Dopo l'arrivo, si parcheggia il mezzo in una delle aree di sosta e si prosegue a piedi lungo le stradine che portano nel centro, fino ai piedi del lato nord del maniero.

Un po' di storia

Il castello, in posizione strategica, è stato fondato fra il 1100 e il 1200 dagli Scaligeri, conteso per molto tempo da Mantova e Verona. Un paio di secoli dopo passò alla Repubblica di Venezia, che nel 1637 vendette all'asta il complesso alla famiglia nobile degli Arrighi. Divenne fortezza di Napoleone dopo la cessione del Veneto all'Austria. Nel 1816 è stato riconosciuto ufficialmente in territorio lombardo. Nel 2011 è entrato a far parte del Patrimonio dell'Umanità Unesco all'interno del sito denominato “Antichi insediamenti sulle Alpi”.

Cosa visitare

Oltre al castello con la torre quadrata dell'Orologio (ingresso a pagamento), c'è la piccola chiesa di San Nicola del 1145 che custodisce una Madonna in legno quattrocentesca, tele del XVII e XVIII sec., una serie di Misteri del Rosario e una Via Crucis. A richiesta è visitabile la villa che fu degli Arrighi, oggi proprietà privata di una famiglia della zona. Il laghetto è visitabile in alcune ore del giorno (chiedere al custode).

Cosa mangiare

Prima di proseguire il pomeriggio verso il Lago di Garda, a Castellaro Lagusello è possibile pranzare in una delle osterie presenti. Il menu offerto è mantovano: salumi stagionati, formaggi e capùnsei, gnocchetti lunghi cotti in brodo. Buona gita fuori porta e… buon appetito!

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 PUBBLICITA':

Letto 1757 volte Ultima modifica il Mercoledì, 07 Agosto 2019 12:45

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Fuoriporta
Oriano Ticino
Fuoriporta
Laghi Gemelli
Fuoriporta
La città dell'acqua minerale