domenica - 29 Gennaio 2023
HomeSportÈ morto Sinisha Mihajlovic, stroncato dalla leucemia a soli 53 anni

È morto Sinisha Mihajlovic, stroncato dalla leucemia a soli 53 anni

Nel luglio 2019 fu colpito dalla leucemia: "La batterò giocando all'attacco" Oggi l’annuncio della famiglia

mihaok
Mihajlovic aveva iniziato la carriera da calciatore in Jugoslavia

Nel luglio 2019 fu colpito dalla leucemia: “La batterò giocando all’attacco” aveva promesso. Invece non c’è stato niente da fare. Dopo tre anni di battaglie, nelle redazioni è arrivata la notizia che nessuno avrebbe mai voluto leggere: Sinisa Mihajlovic è morto in una clinica di Roma a soli 53 anni. Lo ha annunciato la famiglia.

Il comunicato della famiglia

“La moglie Arianna, con i figli Viktorija, Virginia, Miroslav, Dusan e Nikolas, la nipotina Violante, la mamma Vikyorija e il fratello Drazen, nel dolore comunicano la morte ingiusta e prematura del marito, padre, figlio e fratello esemplare, Sinisa Mihajlovic. Uomo unico, professionista straordinario, disponibile e buono con tutti. Coraggiosamente ha lottato contro una orribile malattia. Ringraziamo i medici e le infermiere che lo hanno seguito in questi anni, con amore e rispetto, in particolare la dottoressa Francesca Bonifazi, il dottor Antonio Curti, il Prof. Alessandro Rambaldi, e il Dott. Luca Marchetti. Sinisa resterà sempre con noi. Vivo con tutto l’amore che ci ha regalato”.

Rude, ma dal cuore d’oro

È scomparso così uno dei più amati e apprezzati uomini di sport. Rude, ma dal cuore d’oro. Mihajlovic aveva iniziato la carriera da calciatore in Jugoslavia. Nato a Vukovar, nel 1990 era stato ingaggiato dalla Stella Rossa Belgrado. Con lui giocavano Savicevic, Prosinecki, Stojanovic, Jugovic, con cui vinse la Coppa dei Campioni. In Italia ha giocato con Roma, Sampdoria, Lazio e Inter.

Le vittorie in campo

In carriera ha vinto 3 titoli nazionali con la Vojvodina (89) e Stella Rossa (91 e 92), due scudetti con Lazio (2000) e Inter (2006), 4 Coppe Italia con Lazio (2000 e 2004) e Inter (2005 e 2006), 3 Supercoppe italiane con biancocelesti 98 e 2000) e nerazzurri (2005). Con la Stella Rossa, oltre alla Coppa Campioni, nel 1990 arrivò anche l’Intercontinentale. Una Coppa delle Coppe con la Lazio nel 1999, una Supercoppa europea nello stesso anno sempre con i biancocelesti.

Il legame con Bologna

L’attuale mister della nazionale italiana, Roberto Mancini lo volle come vice allenatore all’Inter, dopo alcune esperienze, ecco il Bologna squadra e città con le quali stabilisce un rapporto simbiotico. Rapporto fattosi più forte dopo la scoperta della sua malattia. Oggi, il calcio ha perso uno dei suoi rappresentanti più veri.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

Davenia Ocean Poke Ortopedia SC La Family Birrificio barba d'oro INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Davenia Ocean Poke Commercialista Livraghi Ortopedia SC Birrificio barba d'oro INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi