Seguici su Fb - Rss

Martedì, 29 Novembre 2016 16:30
Cusago - Emergenza sicurezza

Nomadi, il pericolo arriva da Milano

L’allarme scatta periodicamente. Non appena sgomberati da via Milano i rom sinti si trasferiscono prevalentemente nella zona industriale nei parcheggi di via Fermi e provocano timori per la sicurezza dell’intera zona. Il sindaco aveva promesso di avvivare un servizio di guardie giurate che…

Il campo nomadi allestito su un parcheggio della zona industriale di Cusago Il campo nomadi allestito su un parcheggio della zona industriale di Cusago

Il grido di dolore si leva alto e intenso: «Non ce la facciamo più. Siamo esasperati, siamo in una zona decentrata rispetto al centro del paese, decisamente sacrificata dal punto di vista dei servizi. La nostra sicurezza però va garantita: è un nostro diritto in quanto cittadini». A parlare sono alcuni residenti di via Casati, via Marconi, via Baggio, via Bergamo, via Fontanile Cristina, della zona industriale. Il loro grido è provocato dalla presenza di nomadi vecchi e nuovi che si aggirano tra le loro case e il confine con Milano. Lo definiscono un “problema di sicurezza collettiva”. É un problema che ciclicamente si ripropone. Già l’anno scorso, un’interpellanza di Paola Gasparro aveva sollevato la questione.

Il ghetto impenetrabile

 

La rappresentante di Tradizione e Innovazione aveva scritto: “Già da qualche mese nel Comune di Milano, in prossimità di Cusago si è stanziato un campo nomadi, portando a galla un tema che ha generato e genera sempre sentimenti forti nella cittadinanza. Oltre a trovarsi l'area in condizione indecorosa anche sotto il profilo igienico-sanitario, il campo rappresenta un pericolo e una fonte di criticità perché altro non è che un ghetto dove persino le Forze dell'Ordine hanno paura ad entrare”. Nell’interpellanza Paola Gasparro aveva chiesto al sindaco: “Se intende porre in atto un adeguato impiego delle Forze della Polizia Locale, per opere di pattugliamento o altre iniziative allo scopo di deterrenza e contrasto di simili episodi.”

La risposta

Il sindaco aveva risposto: “Per quanto riguarda la sosta dei nomadi lungo la via Cusago, nel territorio del Comune di Milano, la nostra Polizia Locale, non appena viene informata della presenza degli stessi, provvede per via telefonica ad avvertire il comando della Polizia Locale di Baggio che successivamente ne dispone l'allontanamento.  Questa consuetudine si ripete da più di dieci anni e, benché il Comune di Milano abbia installato molte barriere per evitare lo stazionamento delle roulottes, non ha permesso di risolvere il problema in modo definitivo in quanto l'area da recintare presenta comunque dei passaggi dove gli autoveicoli riescono a passare, per esempio la pista ciclabile. Non appena sgomberati da via Milano i rom sinti si trasferiscono prevalentemente nella nostra zona industriale nei parcheggi di via Fermi.”

La promessa

 “Per quanto riguarda la nostra Polizia Locale” aveva concluso il sindaco “il numero di agenti non permette di controllare il territorio per tutte le 24 ore per questo motivo stiamo attivando un servizio di guardie giurate che pattuglieranno il territorio nelle ore notturne con particolare attenzione alle aree e agli edifici pubblici.
A distanza di un anno, i risultati non sono dei migliori. I furti sono continuati e continuano. Ogni giorno. Un esempio?
Il 20 novembre 
in una villetta di via Casati, ladri sono entrati in assenza dei proprietari... hanno smontato la cappa della cucina e portato via alcuni attrezzi di lavoro molto costosi.
Giovedì 24 è stato messo a segno un furto in appartamento in via Cristina.
Venerdì 25, alcuni zingari sono transitati in via Alfonso Casati e hanno tentato di entrare in una casa. Poiché il padrone stava rientrando li ha fatti scappare e li ha seguiti fino a quando sono ritornati all'inizio della via Casati, hanno rotto dei vetri di un furgone e hanno portato via alcuni attrezzi di lavoro. 
I furti si susseguono tanto che è nato un gruppo facebook sorveglianza di quartiere  a Cusago dove vengono pubblicati diversi avvisi di furti o tentati furti.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
La scoperta
Bomba della II Guerra mondiale riemerge dal fondale del Naviglio

Bomba della II Guerra mondiale riemerge dal fondale del Naviglio

Messa in sicurezza la zona, impedendo il passaggio a ciclisti amatoriali e patiti del footing che stavano percorrendo la sponda est del Naviglio, dall’altezza del tempio buddista sino alla tangenziale

Politica
L'intervista
Parla l’ex sindaco Ferrucci: “Ecco perché ci siamo dimesse”

Parla l’ex sindaco Ferrucci: “Ecco perché ci siamo dimesse”

L’abbandono di Maria Ferrucci e Nadia Landoni del Consiglio comunale ha sorpreso. Perché lo hanno fatto? Far crescere una nuova classe dirigente Pd è, attualmente, il loro sogno

Politica
Terremoto politico
L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico

L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico

Le due donne politiche hanno protocollato le loro dimissioni e hanno detto addio all’aula consiliare. Non è ancora chiaro quale ruolo assumeranno, né se lo assumeranno, all’interno della vita politica corsichese