Seguici su Fb - Rss

Martedì, 15 Settembre 2020 17:21
L'operazione

Lotta tra la vita e la morte la 57enne scomparsa ieri che si è lanciata dalla finestra di un hotel

I medici del Niguarda hanno fermato le emorragie interne e stanno riducendo le fratture al bacino e alle gambe, fratture che si è procurata dopo un volo di una decina di metri

Maria Laganà in un momento di serenità Maria Laganà in un momento di serenità

 E' appesa a un filo la vita di Maria Laganà, la 57enne di Corsico che, dopo essere scomparsa ieri mattina, questa notte si è lanciata nel vuoto dalla finestra di un albergo che sorge in via Conca del Naviglio, a Milano. I medici del Niguarda hanno fermato le emorragie interne e stanno riducendo le fratture al bacino e alle gambe, fratture che si è procurata dopo un volo di una decina di metri.

 La donna, ieri mattina, aveva lasciato la sua auto tra gli orti di via degli Alpini e l'oratorio di San Adele e da allora aveva fatto perdere le sue tracce. Probabilmente aveva preso un bus che l'aveva condotta in Darsena a Milano. Arrivata in via Conca del Naviglio, era entrata in un albergo e aveva preso una stanza. Lì era rimasta in compagnia dei suoi fantasmi sino a quando non si è lanciata nel vuoto dalla finestra della sua stanza

Collaboratrice scolastica in forza all'Istituto Margherita Hack di Assago, da circa un anno e mezzo soffre di depressione, secondo i suoi parenti provocata proprio dai suoi impegni professionali, e si cura con antidepressivi. Ieri avrebbe dovuto recarsi al suo posto di lavoro. Non vedendola arrivare, i suoi colleghi avevano chiamato i suoi parenti che avevano lanciato l'allarme. 

 Le ricerche sino a questa mattina, poco prima dell'alba, non avevano dato alcun riscontro. Poi quando i volontari dell'ambulanza che l'hanno soccorsa l'hanno trasportata d'urgenza al reparto politraumatico del Niguarda, hanno consegnato i suoi documenti al posto di polizia aperto all'interno del nosocomio milanese e raccontato del tentato suicidio.

Maria Laganà è stata subito trasportata in sala operatoria per la riduzione delle emorragie interne e delle fratture a bacino e gambe che la caduta le ha procurato. I poliziotti hanno provveduto ad avvisare il marito (pensionato) e i parenti, che sono accorsi al suo capezzale e che la stanno confortando. Le sue condizioni rimangono gravi.

seguici sulla nostra pagina Facebook

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Catena di incidenti
Ancora un ciclista investito, questa volta a Corsico: è il quarto in una settimana

Ancora un ciclista investito, questa volta a Corsico: è il quarto in una settimana

L’incidente è avvenuto attorno alle 16, al rondò tra via Milano e via Isonzo al confine tra Corsico e Cesano Boscone

Cronaca
La nuova ondata
Buccinasco, 71enne muore di Covid 19: è la 14° vittima in città dall’inizio della pandemia

Buccinasco, 71enne muore di Covid 19: è la 14° vittima in città dall’inizio della pandemia

Era ricoverato dalla fine di Agosto in ospedale ed è morto per il sopraggiungere di complicazioni polmonari

Cronaca
L'incidente
Rozzano, ciclista investito ricoverato in codice giallo all’Humanitas

Rozzano, ciclista investito ricoverato in codice giallo all’Humanitas

L’uomo ha 67 anni. L’incidente è avvenuto in via Valleambrosia all’incrocio con via Gran Sasso