Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 27 Giugno 2019 23:24
Amministrazioni locali

Cusago, scoppia il giallo delle dimissioni dell’ex sindaco Cairati dal Consiglio comunale

Reina, ha sollevato pesanti dubbi sulla procedura adottata in Municipio sul presunto addio dal’assise cittadina del candidato alla carica di primo cittadino alle elezioni dello scorso 26 maggio nelle liste del centrodestra

Nella foto i tre protagonisti del "Giallo di Cusago" Triulzi, Cairati e Reina Nella foto i tre protagonisti del "Giallo di Cusago" Triulzi, Cairati e Reina

Si è aperto con un giallo, il secondo consiglio comunale dell’era Triulzi, a Cusago: una mozione presentata dal consigliere di opposizione Gianfranco Reina, ha sollevato pesanti dubbi sulle dimissioni dell’ex sindaco Cairati, candidato alla carica di primo cittadino alle elezioni dello scorso 26 maggio nelle liste del centrodestra, dall’assise cittadina.

La mozione

La mozione di Reina ha prima costretto Triulzi a sospendere la seduta per una decina di minuti e poi, una volta ripresa, ad annullarla, in attesa “delle verifiche sulle procedure adottate nel protocollare le dimissioni di Cairati”. Se il consigliere di opposizione avesse ragione, tutti gli atti adottati dopo la surroga dell’ex primo cittadino sarebbero invalidati. Un brutto biglietto da visita per una amministrazione che ha fatto della competenza la propria bandiera.

Il nocciolo della questione

Di cosa si tratta? A inizio seduta, Reina ha preso la parola e ha chiesto a sindaco e segretario comunale di dichiarare non valide le dimissioni di Cairati perche sarebbero state presentate all’ufficio protocollo di Cusago da terze persone e non dallo stesso ex sindaco. Perché Reina le ritiene non valide? Perché secondo le norme, se le dimissioni sono presentate da terze persone devono essere autenticate, così come deve essere autenticata la delega a depositarle.

Autenticate o no?

Secondo la legge, infatti, assumono rilevanza giuridica solo quelle depositate personalmente o autenticate nel caso si deleghi qualcun altro a farlo. Se fosse confermato che la procedura adottata  non è quella corretta anche il subentro del primo dei non eletti della lista “Siamo Cusago”, Marco Canclini, dovrebbe essere invalidata. Insomma un vero pasticcio.

La pronuncia del Consiglioo di Stato

Eppure, su questioni di questo genere si è pronunciato anche il Consiglio di Stato secondo il quale “le dimissioni dalla carica di consigliere comunale o provinciale devono essere presentate mediante la materiale e personale consegna al protocollo da parte dell’interessato, del documento che contiene l’atto delle dimissioni stesse con la conseguente mancanza di efficacia delle dimissione presentate per interposta persona”.

Consiglio rinviato

“Alla luce dei fatti – ha detto Reina – il Consiglio comunale di oggi non può aver luogo”. E così è stato. Triulzi ha chiesto soccorso alla segretaria comunale, Maria Baselice, cui risultava che le dimissioni fossero state presentate da Cairati in persona, ma non potendolo confermare ha chiesto di fare un controllo. Il consiglio è stato sospeso per una decina di minuti. Poi è ripreso per essere subito rinviato “in attesa di acceramenti”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Sponsorizzato da:

3 commenti

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Piazza Foglia
Commissioni consiliari a Rozzano: ecco l’elenco dei presidenti e dei vicepresidenti

Commissioni consiliari a Rozzano: ecco l’elenco dei presidenti e dei vicepresidenti

Si tratta di organismi che praticamente decidono cosa discutere e approvare, o meno, in Consiglio comunale

Politica
L'intervista
Parla Ferretti: “Con pochi euro si sarebbe potuto salvare Api dal fallimento”

Parla Ferretti: “Con pochi euro si sarebbe potuto salvare Api dal fallimento”

Intervista al neosindaco di Rozzano sui temi più caldi che dovrà affrontare nel corso della legislatura: dal teleriscaldamento alla raccolta dei rifiuti, dalla questione Aler al progetto “Città Nuova”

Politica
Volti vecchi e nuovi
Rozzano, eletti i capigruppo in Consiglio comunale

Rozzano, eletti i capigruppo in Consiglio comunale

Una sola donna, Maria Cristina Perretta per Forza Italia, su sette rappresentanti di partiti e liste civiche