Seguici su Fb - Rss

Martedì, 05 Dicembre 2017 11:33
L'allarme

Ritrovata bomba sull'Alzaia, fatta esplodere in una cava di Zibido

Da Milano sono intervenuti gli artificieri dei carabinieri che hanno classificato l’ordigno come “bomba da mortaio” della lunghezza di 40 centimetri

Nella foto di repertorio, un residuato bellico dello stesso tipo di quello ritrovato a Corsico Nella foto di repertorio, un residuato bellico dello stesso tipo di quello ritrovato a Corsico

L’allarme è scattato, ieri pomeriggio attorno alle 16,30: durante gli scavi in un cantiere  allestito per l’installazione di nuovi pali della illuminazione pubblica, è stata ritrovata una bomba. Immediatamente, il tratto di strada dell’Alzaia che attraversa Corsico è stato chiuso al traffico e al passaggio dei pedoni.

Bomba da mortaio

Da Milano sono intervenuti gli artificieri dei carabinieri che hanno classificato l’ordigno come “bomba da mortaio” della lunghezza di 40 centimetri, che non rappresentava un pericolo immediato perché “non pronto ad esplodere”. I tecnici, infatti, lo hanno rimosso e trasportato sino a una cava di Zibido San Giacomo dove lo hanno fatto brillare. Cessato l’allarme, l’Alzaia è stata riaperta alle normali attività.  

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Pubblicità

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
In cella a san Vittore
Minacciava i vicini con dei coltelli, arrestato un 32enne colombiano

Minacciava i vicini con dei coltelli, arrestato un 32enne colombiano

Le liti scoppiavano per l’abitudine del colombiano di organizzare una serie di festini all’interno della propria abitazione che duravano sino a notte inoltrata

Cronaca
Niente cerimonia
‘Ndrangheta, funerali privati per il boss Francesco Barbaro

‘Ndrangheta, funerali privati per il boss Francesco Barbaro

Era stato uno dei protagonisti della stagione dei sequestri e stava scontando la condanna all’ergastolo per l’omicidio di un carabiniere commesso assieme ad Antonio Papalia

Cronaca
Violenza
Perseguita una giovane cubana, 67enne finisce a San Vittore

Perseguita una giovane cubana, 67enne finisce a San Vittore

Gli accertamenti degli investigatori hanno rivelato che l’uomo aveva più volte tentato di avviare una relazione sentimentale con la donna