Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 27 Ottobre 2017 09:58
Gestione malsana

Farmacia, chiesta una commissione d’inchiesta In evidenza

L’Agenzia delle entrate ha fatto cinque accertamenti fiscali alla municipalizzata corsichese e ha richiesto il saldo di 200mila euro di iva non pagata

I consiglieri vogliono ascoltare gli organi amministrativi e di controllo di Farmacie comunali Corsichesi spa e dell’assessore titolare della delega I consiglieri vogliono ascoltare gli organi amministrativi e di controllo di Farmacie comunali Corsichesi spa e dell’assessore titolare della delega

C’è bisogno di fare chiarezza su quanto è accaduto nella gestione della Farmacia Comunale di Corsico. La richiesta è emersa ieri sera durante il Consiglio comunale riunitosi in seconda convocazione, dopo la sospensione della seduta di martedì, inevitabile perché è venuto a mancare il numero legale.

Voto vincolato

Con un documento sottoscritto da quattro consiglieri di maggioranza, fatto allegare ai verbali della seduta, il voto favorevole all’approvazione del consuntivo 2016 è stato vincolato alla costituzione di una commissione di inchiesta che faccia luce sulle responsabilità di dipendenti, amministratori, revisori dei conti, di tutti coloro che hanno in qualche modo contribuito al mancato pagamento che ha portato all’accertamento dell’Agenzia delle entrate.

Un peso sul bilancio 2017

Se la commissione tributaria dovesse confermare il provvedimento, i 200mila euro richiesti pur trattandosi di episodi che riguardano la gestione 2008-2012, quando Corsico era amministrata dal Centrosinistra, (stagione che ha visto come protagonisti Gianfranco Bona e Carmelo Famà, accusato dell’omicidio di un farmacista), graverebbero sul bilancio 2017. E con tanti soldi in meno, non si potranno fare molte cose.

Commissioni consiliari riunite

Il documento che richiede la commissione d’inchiesta è stato presentato da Michele Valastro e sottoscritto da Maurizia Minardi e Paolo Caffo (tutti e tre di Forza Italia), ai quali dopo la sua lettura si è aggiunto Francesco Grieco (di Corsico Vivere). “Si richiede al presidente del Consiglio comunale – è scritto nel documento – di convocare al più presto possibile un’assemblea delle commissioni consiliari riunite per ascoltare gli organi amministrativi e di controllo di Farmacie comunali Corsichesi spa e dell’assessore titolare della delega”.

Intollerabili ritardi

È intollerabile – continua il documento – che la società partecipata, ricevuta notifica di provvedimenti così pesanti nel mese di agosto, abbia informato la giunta comunale solo  il 14 settembre, ed è intollerabile che la giunta comunale abbia deciso far approvare il bilancio consuntivo dell’ente senza alcuna informazione preventiva. Ed è per questo motivo, che, concludendo, il documento sollecita la costituzione di una commissione d’indagine che faccia luce sulla gestione della Farmacia, che, se emergeranno danni economici, possa rivalersi su chiunque abbia quei danni generato. Infine vincola il voto al bilancio consolidato 2016 all’accoglimento della richiesta.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

2 commenti

  • Link al commento Francesco Magisano Sabato, 28 Ottobre 2017 17:54 inviato da Francesco Magisano

    Scusami Roberto. Non sarei intervenuto, ma devo.
    Sai quanto ti voglio bene e quanto ti stimo.
    Sai che hai avuto solidarietà da parte mia in ogni momento di difficoltà
    Anche se, pure tu, non sei personaggio che accetta consigli dagli anziani come me..
    Mi devi perdonare una licenza da letterato quale provo a essere coi miei libri di poesia.
    Noto e registro una DISSONANTE SINTONIA tra te e la Consigliera Chiara Silvestrini, ex Segretaria cittadina corsichese del PD.
    Per attaccare Valastro avete usato le stesse, identiche parole.
    E dietro le parole, ovvio come oggi stabilire che è sabato, ci sono gli stessi concetti.
    Che l' ex Segretario del PD abbia sperato che la Giunta Errante cadesse a causa di un casino maledetto nato con le Giunte di Centro Sinistra inguaiando la Giunta Errante posso capirlo. Ma tu ? Ti che sei il Responsabile Politico corsichese fi Forza Italia? Dovresti sostenere a cavallo e a spron battuto l' insediamento di una Commissione D' Inchiesta. Come hai già fatto nella passata legislatura.
    Non farti infinocchiare da persone impreparate. Il fatto dei 200.000,00 euro è un fatto nuovo. Non C' entra nulla coi vecchi processi.
    LA Commissione D' Inchiesta e ' D' uopo.
    Se vuoi, ti spiegherò tutti i passaggi giuridici tecnici finanziari sui quali Michele Valastro ha ragionissima.
    Poi sulle cose Forza Italia, non posso pronunciarsi.
    Un abbraccio fraterno.
    Francesco Magisano

  • Link al commento Roberto Mei Venerdì, 27 Ottobre 2017 12:57 inviato da Roberto Mei

    Buon giorno,
    mi dovrebbe spiegare il consigliere Valastro e i suoi adepti cosa è cambiato da martedì 24 ottobre u.s. in cui aveva dichiarato di voler votare contro, a ieri 26 ottobre in cui con la "scusa" della commissione d'inchiesta, ha dato il suo voto favorevole. Si è riunito nelle segrete stanze? Gli hanno fatto cambiare idea? Che cosa è cambiato, perchè sulla carta approvata nulla è cambiato. Poi è inutile che si continua a sottolineare che lui ed i suoi adepti sono di Forza Italia. Sono "oltre" forza italia....

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Il caso del giorno
Trezzano, residenti si ribellano alla puzza prodotta da un’azienda farmaceutica

Trezzano, residenti si ribellano alla puzza prodotta da un’azienda farmaceutica

Sono decine gli abitanti del quartiere Boschetto che si sono rivolti in comune affinché intervenga e risolva una situazione che sta diventando insostenibile

Attualità
L'addio
Corsico perde il suo Papa (alto dirigente in Comune)

Corsico perde il suo Papa (alto dirigente in Comune)

Dopo 25 anni di servizio lascia il suo posto e se ne va a Vimercate, uno dei funzionari di lungo corso corsichesi, per alcuni depositario di molti segreti

Attualità
L'indagine
Legambiente boccia Corsico sulla mobilità scolastica

Legambiente boccia Corsico sulla mobilità scolastica

Secondo i dati raccolti, l'avvio dell'anno ha prodotto un aumento del traffico nelle strade di accesso che supera il 100%: il numero di automobili è raddoppiato davanti alle scuole di via Verdi e via Galilei