Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 20 Ottobre 2017 17:14
Lotta alla microcriminalità

Poker di ladri arrestati dai carabinieri

Le manette sono scattate ai polsi degli autori di furti in appartamento, di auto, nei supermercati

Le 6 centraline compatibili con diversi modelli di automobili sequestrate dai carabinieri Le 6 centraline compatibili con diversi modelli di automobili sequestrate dai carabinieri

Quattro arresti fra Corsico e Cesano Boscone, sono il “bottino” di tre differenti operazioni dei carabinieri realizzate nelle ultime 24 ore. Si va dagli autori di furti in casa a quelli di auto e moto, sino a quello più paradossale: il tentativo di fuga da un centro commerciale con il carrello carico di consolle per videogiochi e vari videogames.

Il ladro in casa

Procediamo con ordine. Primo arresto. I militari della stazione di Buccinasco sono intervenuti in via Sant’Adele, a Corsico. Qui, una donna di 36 anni, rientrando nella propria abitazione, al terzo piano di un condominio, aveva colto in flagranza un ladro. Quest’ultimo, messo in fuga dalle urla della giovane è scappato dalla finestra dalla quale era entrato, dopo essersi arrampicato lungo un pluviale. Scattata la caccia all’uomo, il malvivente, un italiano di 33 anni con precedenti penali, è stato rintracciato e bloccato in strada.

I ladri d'auto

Secondo e terzo arresto. Sempre a Corsico, un’altra pattuglia di carabinieri, in transito nei parcheggi di un’area commerciale, ha notato e bloccato altri due italiani di 59 e 66 anni, rispettivamente residenti a Milano e a certosa di Pavia, anche questi con precedenti penali. I due sono stati colti con le mani nel sacco mentre tentavano di mettere in moto un’utilitaria dopo averne forzato il blocco di accensione e sostituito la centralina. La sorpresa è arrivata dopo la perquisizione del veicolo con il quale i due malfattori erano giunti sul posto: c’erano altre 6 centraline compatibili con diversi modelli di automobili (nella foto sotto il titolo). I due sono finiti a San Vittore.

Il taccheggiatore

Infine, il quarto arresto è avvenuto questa mattina poco dopo l’orario di apertura dell’Auchan di Cesano Boscone, dove i militari sono intervenuti, su segnalazione del personale antitaccheggio, dopo che un 29enne romeno aveva cercato di scappare dal negozio dalla corsia di uscita senza acquisti, con un carrello pieno di consolle per videogiochi e vari videogames. Probabilmente non sapeva come trascorrere il week end e si era attrezzato. E' stato rinchiuso in camera di sicurezza in attesa di essere processato per direttissima.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

Oltre alle proprietà immobiliari, a Orlando Demasi sono stati bloccati anche 2 conti correnti,2 polizze assicurative vita oltre a 60.000 euro in contanti ritrovati all'interno di una cassetta di sicurezza

Cronaca
Controllo del territorio
Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Erano nascoste in un furgone parcheggiato in via Salieri davanti al numero 25

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

Si chiama Ristofar la società confiscata dalla Guardia di Finanza al clan dei Mazzei. Ha la sede in viale Lazio, 25, e risulta essere sottoposta a procedura di fallimento