Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 28 Settembre 2017 15:19
Una questione di poltrone

Corsico, Consiglio comunale a rischio In evidenza

Quattro ribelli di Forza Italia minacciano di disertare i lavori sino a quando non saranno accolte le loro richieste. Vogliono due assessorati, la presidenza di una municipalizzata e un consigliere delegato

Nella foto Giacomo di Capua, quando era assessore della Lega e il vicesindaco Silvia Scurati Nella foto Giacomo di Capua, quando era assessore della Lega e il vicesindaco Silvia Scurati

Non c’è pace per la vita politica a Corsico. Questa volta a essere a rischio è il Consiglio comunale in programma per venerdì sera. Ancora una volta a mettere in dubbio il regolare svolgimento della seduta e il proseguimento dei lavori è la lotta interna ed esterna a Forza Italia. Il gruppo formato da Amoruso, Rispoli, Cetrangolo e Albanese, infatti, minaccia di non partecipare più alle sedute se non saranno accolte le loro richieste.

Come la Lega

Cosa vogliono i quattro ribelli? Essere trattati come forza importante della maggioranza che governa il paese e quindi avere almeno le stesse poltrone che sono state assegnate alla Lega. Lo scontro è durissimo. A tirare le fila, un “genio” della politica locale, quel Giacomo di Capua che fuoriuscito proprio dalla Lega dopo lo scandalo del Festival dello stocco, è stato cooptato nel direttivo di Forza Italia.

Una questione di poltrone

Sono quattro le poltrone che il gruppo vuole: due assessorati (uno subito, l’altro entro due o tre settimane), la presidenza di una partecipata e un consigliere delegato. E minaccia di far saltare il banco se non sarà accontentato. I ribelli hanno promesso di non presentarsi in consiglio se non avranno nelle loro mani le nomine già firmate.

Lo spiraglio

Sino a ieri sera sull’argomento c’era stata la chiusura totale del sindaco Errante, ma, secondo indiscrezioni raccolte da pocketnews.it oggi a mezzogiorno si sarebbe aperto uno spiraglio. Questa sera alle 21 è in programma un’ulteriore riunione che potrebbe sancire l’accordo o la spaccatura. In quest’ultimo caso, però, sarebbe a rischio lo stesso futuro della legislatura.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Terremoto politico
L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico

L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico

Le due donne politiche hanno protocollato le loro dimissioni e hanno detto addio all’aula consiliare. Non è ancora chiaro quale ruolo assumeranno, né se lo assumeranno, all’interno della vita politica corsichese

Politica
L'addio
Ultim'ora Trezzano: l’assessore Grassi si dimette per motivi familiari

Ultim'ora Trezzano: l’assessore Grassi si dimette per motivi familiari

Il responsabile del settore Cultura, Sport e tempo libero, ha formalizzato il suo addio dalla giunta comunale  che governa la città. Per il momento non sarà sostituito

Politica
Settembre da bollino rosso
Corsico, due consiglieri di FI chiedono una verifica di maggioranza

Corsico, due consiglieri di FI chiedono una verifica di maggioranza

Si preannuncia un settembre da bollino rosso sul fronte politico corsichese, animato da turbolenze e giochi di potere mai quietati