Seguici su Fb - Rss

Sabato, 30 Maggio 2020 14:37
L'alert

Aree giochi non sanificate e non transennate mettono in pericolo la salute di bambini e adulti

La denuncia arriva dalle famiglie che abitano i dintorni del Parco Cabassina al confine tra Corsico e Cesano Boscone: l’amministrazione straordinaria di Corsico non può garantire la sicurezza e l’igienizzazione di alcuni luoghi pubblici che sono lasciati a se stessi

Nella foto, l'ingresso del Parco Cabassina e, nei riquadri, bambini all'interno delle aree giochi che dovrebbero essere interdette Nella foto, l'ingresso del Parco Cabassina e, nei riquadri, bambini all'interno delle aree giochi che dovrebbero essere interdette

Le foto sono state scattate ieri pomeriggio e mostrano una situazione che da qualche giorno i residenti del quartiere vanno denunciando: la mancanza sanificazione delle aree verdi e delle aree giochi al Parco Cabassina, al confine tra Corsico e Cesano Boscone, sta mettendo in serio pericolo la salute di chi lo frequenta. Soprattutto bambini.

L'avviso

La mancanza di sanificazioni è certificata da un avviso a firma del commissario prefettizio che recita: “Con riferimento all’apertura delle aree giochi per bambini nei parchi pubblici, consentita con decreto del Presidente del Consiglio del 17 maggio 2020, si avvisa che, per ora, l’amministrazione comunale, non potendo ottemperare alle disposizioni che prevedono una giornaliera sanificazione delle attrezzature e la presenza costante di personale chye possa operare un controllo sull’uso dei giochi e del previsto distanziamento dei piccoli utenti, le aere giochi rimarranno interdette fino a nuove disposizioni”.

Nessun deterrente

“Pur tenendo presenti le difficoltà in cui versa il comune, la questione  – denunciano i residenti – è che le aree giochi sono libere. Non sono state transennate e nel pomeriggio di ogni giorno si riempiono di bambini che giocano liberamente, senza protezioni e senza alcun distanziamento. Tranne l’avviso stampato su un foglio di carta e affisso con del nastro adesivo o delle puntine metalliche, non c’è alcun altro deterrente”.

Sicurazza minima

"Certo, qualche responsabilità i genitori ce l’hanno, ma – dicono all’associazione di volontari Toc Toc che agisce nel quartiere – non si capisce come mai i comuni limitrofi a Corsico riescano a sanificare i propri spazi verdi e qui in città, pur in presenza di un decreto del presidente del Consiglio che autorizza la riapertura non si riesca ad assicurare un minimo di sicurezza ai residenti”.

Il tributo di Corsico

Eppure, Corsico ha pagato e sta pagando un pesante tributo all’epidemia da Covid 19. I dati al 29 maggio diffusi dallo stesso comune indicano in 222 i contagi totali, 17 dei quali ancora ricoverati in strutture ospedaliere della regione. 119 sono i positivi che dovrebbero rimanere chiusi in casa. Senza contare i morti che hanno raggiunto quota 35. “Questi numeri – secondo i residenti - forse, richiederebbero una maggiore attenzione da parte di tutti, genitori e istituzioni”.

La discarica


Non solo. Secondo Saro Mascari, factotum dell’associazione Toc toc esiste anche un problema di pulizia del parco e delle aree limitrofe. L’esempio più evidente è la discarica a cielo aperto creata di fonte all’ingresso della Guardia medica dell’ambulatorio di via Curiel documentata dalla foto pubblicata qui sotto.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Nuova emergenza
Trezzano lancia l’allarme e dichiara guerra alla Popillia Japonica

Trezzano lancia l’allarme e dichiara guerra alla Popillia Japonica

Si tratta di un insetto infestante particolarmente aggressivo, un organismo nocivo da quarantena, appartenente alla famiglia degli scarabei che provoca notevoli danni alle piante

Attualità
Emergenza casa
Il comune ristruttura 3 immobili confiscati alla mafia per ospitare famiglie in difficoltà

Il comune ristruttura 3 immobili confiscati alla mafia per ospitare famiglie in difficoltà

I tre appartamenti ubicati in via De Amicis, via Roma e via dei Salici a Cesano Boscone saranno assegnati con affitti più bassi rispetto a quelli del libero mercato

Attualità
L'iniziativa
Regalo con il fiocco ai residenti: in arrivo 100 biciclette (gratuite, numerate e personalizzate)

Regalo con il fiocco ai residenti: in arrivo 100 biciclette (gratuite, numerate e personalizzate)

La normalità post Covid 19: a partire da oggi e sino al 20 agosto, i cittadini di Assago potranno richiedere al Comune 100 Free bike