Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 16 Marzo 2020 15:58
L'emergenza

Coronavirus: salgono a cinque i morti da Covid 19 a Rozzano

L'ultimo comunicato arrivato in comune pochi minuti fa segnala due nuovi decessi (in totale 5) e 23 positivi

Aggiornamento delle 17,45

L'ultimo comunicato arrivato in comune a Rozzano parla di due nuovi decessi, rispetto ai tre che erano stati indicati sino al fine settimana, e 23 casi positivii al tampone. Sale quindi a cinque il numero dei morti da Coronavirus in città.

aggiornamento delle 15,58

Otto casi a Trezzano, di cui due ricoverati in ospedale (una decina in quarantena), sette a Buccinasco (cinque ricoverati in ospedale, due a casa, con una dimissione dal San Paolo), 8 a Cesano, 18 a Rozzano (che registra quattro decessi, l'ultimo comunicato pochi minuti fa), un solo caso a Cusago  (nonostante l’età media in paese sia alta è un 45enne in via di guarigione e abbia otto residenti in quarantena). Rispetto al fine settimana è stato registrato un nuovo decesso, almeno sino al momento che questo articolo va on line.

Numeri confortanti

Sono infatti numeri, aggiornati a questa mattina, di contagi e quarantene nel Sud ovest milanese. Numeri ai quali mancano gli esiti dei tamponi di tutte le persone venute in contatto con i contagiati, non sono molte, ma nemmeno poche.  In sostanza, però, anche se dovessero lievitare leggermente, sono numeri confortanti se confrontati con  la quantità di residenti.

Corsico

Lo dicono in coro i sindaci di Trezzano, Fabio Bottero, di Cesano, Simone Negri, e di Cusago, Gianno Triulzi. Purtroppo neanche pocketnews.it, come moltissimi residenti, è riuscito a ottenere informazioni dalla segreteria del Commissario di Corsico, Iacontini, che sarà presente in municipio dopodomani, mercoledì 18 marzo. Quindi, per i dati corsichesi bisognerà aspettare.

Trezzano

“Da qualche giorno – ha detto Bottero, cui il nostro giornale ha chiesto di analizzare la situazione  – abbiamo difficoltà ad organizzare e decifrare i dati che arrivano dalla prefettura. In alcuni casi sono state segnalate persone la cui quarantena è finita dal 6 marzo, come è accaduto per operatori e ospiti del centro disabili di Trezzano. Però, qualche discordanza è comprensibile, visto il numero delle segnalazioni che arrivano da tutta la provincia di Milano”.

“Se i numeri fossero confermati – ha proseguito Bottero - il Sud ovest milanese rientrerebbe nelle zone meno colpite dalla virulenza del Covid 19,  al netto dei casi non ancora conclamati, in Lombardia. Il merito è del comportamento dei residenti che, dopo qualche giorno di incertezza, hanno, nella stragrande maggioranza, ascoltato gli appelli a restare a casa. Non bisogna però allentare la guardia”.

Cusago

Sulla stessa lunghezza d'onda, il sindaco di Cusago, Gianni Triulzi. In paese, attualmente, c’è un solo caso conclamato di contagio che riguarda un quarantacinquenne ricoverato in ospedale, in via di guarigione. “È un dato incoraggiante – ha sottolineato Triulzi – e, secondo me, è dovuto alla grande attenzione e grande senso civico mostrati dai cusaghesi che hanno adottato in toto le disposizioni del decreto del Presidente del consiglio”.

La conferma delle parole del sindaco è arrivata dal comando della polizia locale che in questi giorni non ha elevato alcuna multa e nemmeno denunciato alcun residente per violazione di quel decreto. In quest’ambito, la situazione sembra essere di molto migliorata in tutto il sud ovest milanese,  nonostante ancora qualche allarme venga lanciato su diversi gruppi social.

Assago

Qui, invece, ancora questa mattina è stata segnalata la presenza di persone nel Parco Agricolo e per le vie della città. Persone, specialmente giovani, che si sono incontrate, facendo gruppo,  come se fosse una domenica normale, "invece di rimanere in casa, per arginare il diffondersi della  pandemia che sta colpendo il nostro Paese ed il mondo intero" come è stato stigmatizzato da più parti. 

Cesano Boscone

“Pochissima gente in giro, qualche presenza in più al Parco Natura ma direi contenuta nei numeri, per quanto continuo a sconsigliare jogging e camminate” ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Cesano Boscone che, come detto, registra ancora otto contagiati (nessun nuovo caso registrato oggi) e un numero di quarantene che dovrebbe aver superato le dieci unità. Tre le denunce e 25 autoceetrificazioni da controllare. 52 i controlllli sugli esercizi commercialii, 17 quelli sui casi in isolamento e sui loro familiari.

Buccinasco

A Buccinasco sono stati confermati sette casi positivi al virus per ogni comune. Qui, tra le notizie ce n’è una ottima e una pessima: il primo caso di guarigione di una donna dimessa dal San Paolo, il ricovero, nello stesso ospedale di un uomo in gravi condizioni. Nello stesso comune aumentano le quarantene, sia quelle obbligatorie, sia quelle volontarie.

Rozzano

Sono cinque i morti a Rozzano e 23 contagiati. Ggli ultimi due sono stati comunicato oggi pomeriggio. Non ci sono informazioni né sulla loro età, né in quale ospedale erano ricoverato. Il grosso dei  contagiati di Rozzano è stato accolto nelle strutture sanitarie dell'Humanitas, il resto in alcuni ospedali milanesi.

Articolo in aggiornamento

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Buoni spesa
Buoni spesa e Coronavirus, pubblicato il bando per la scelta degli esercizi commerciali

Buoni spesa e Coronavirus, pubblicato il bando per la scelta degli esercizi commerciali

I negozianti  che vogliono vogliono aderire a questa iniziativa devono compilare un modulo scaricabile dal sito www.comune.cesano-boscone.mi.it

Attualità
La solidarietà
Da domani, le domande per il bonus alimentare

Da domani, le domande per il bonus alimentare

Da martedì 7 aprile le famiglie in difficoltà potranno inviare al Comune di Trezzano la domanda per ricevere buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari  

Attualità
L'abbraccio ai parrocchiani
Domenica delle Palme e Coronavirus, la lettera di Don Franco ai fedeli

Domenica delle Palme e Coronavirus, la lettera di Don Franco ai fedeli

Scrive il parroco della chiesa di san Ambrogio: “Oggi sono invaso dalla nostalgia. Mi manca la processione con gli ulivi, il chiasso dei bambini, il canto dei giovani, le melodie del coro, l’allegria dei grandi…