Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 10 Gennaio 2020 12:56
La notizia del giorno

Premiato da Mattarella, studente disabile dell’Omnicomprensivo resta senza bus

Il giovane denuncia il taglio dei rimborsi che gli rendono difficile, quasi impossibile, il trasporto al liceo Vico

Nella foto, Marcos Alexandre Cappato circondato dagli interpreti del film «Due come noi», interpretato anche da Amanda Sandrelli Nella foto, Marcos Alexandre Cappato circondato dagli interpreti del film «Due come noi», interpretato anche da Amanda Sandrelli

Ha solo 18 anni e nel marzo scorso era stato premiato direttamente dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, con l'attestato di 'Alfiere della Repubblica'. Adesso denuncia di non poter più recarsi al liceo Vico di Corso Italia, a Corsico, per un disservizio nei trasporti dei disabili di cui sino a qualche tempo fa usufruiva.

Sponsorizzato da:

Rimborsi negati

Il giovane, Marcos Alexander Cappato De Araujo, di 18 anni, ha origini brasiliane ed è affetto da tetraparesi spastica. Il Comune non rimborsa più il servizio di navetta dalla casa di via Gonin, al Lorenteggio, al liceo di Scienze Umane, all’omnicomprensivo di Corsico. In famiglia lavora solo il padre che con tre figli a carico non ce la fa a coprire le spese e gli eventuali rimborsi, comunque tagliati di circa la metà, potrebbero arrivare solo a marzo. Una situazione che, al momento, appare senza sbocchi.

Modello positivo

Marcos, diciottenne italo-brasiliano con la passione per la scrittura e la regialo scorso febbraio ricevuto una telefonata speciale, con un invito al Quirinale: il presidente della Repubblica Sergio Mattarella gli aveva conferito l’Attestato d’onore di Alfiere della Repubblica «per essersi distinto come costruttore di comunità, attraverso la sua testimonianza, il suo impegno, le sue azioni coraggiose e solidali». Il 13 marzo scorso ricevette quindi l’attestato, perché «rappresenta modello positivo di cittadinanza”.

Talento naturale

A meno di un anno di distanza la denuncia. A Marcos Alexandre Cappato De Araujo, l’onorificenza era stata assegnata per il suo impegno nella difesa dei diritti dei disabili. Lui ha un talento naturale per la scrittura e  la regia. Studente al liceo delle scienze umane «Vico» di Corsico, ha girato il cortometraggio «Due come noi», interpretato anche da Stefania Sandrelli.

Il film

Il film racconta la storia di due amici: uno dei due diventerà disabile per un incidente, ma l’amicizia dell’altro lo aiuterà a rifarsi una vita.  Il problema è che adesso è la sua vita, senza bus che lo accompagni a scuola a essere messa in discussione. «Chiedo solo di poter continuare a studiare e di finire il percorso che ho scelto». Questo è il suo appello. Vive in una casa popolare in via Gonin con i genitori che lo hanno adottato e due fratelli più piccoli.

Costo insostenibile

Marcos frequenta il liceo di Scienze umane Gian Battista Vico a Corsico, hinterland Sud di Milano. O meglio, frequentava. Perché dal 7 gennaio non può più usufruire del pulmino che lo portava ogni mattina a scuola e lo riaccompagnava a casa al pomeriggio. Infatti il servizio di contributi per la mobilità del Comune, che prima rimborsava per intero le spese per il bus, ora prevede che una parte sia pagata dalla famiglia, che però non può permettersela.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La querelle
Corsico, svelato uno dei mille misteri che circondano l’edilizia al quartiere ex Burgo?

Corsico, svelato uno dei mille misteri che circondano l’edilizia al quartiere ex Burgo?

Le quote edificatorie di quelle aree erano state definite in un piano particolareggiato approvato nel 2004/2005 con le giunte guidate dagli ex sindaci Graffeo e Ferrucci

Attualità
Traffico & viabilità
Lavori in Tangenziale ovest, chiude anche lo svincolo di viale Liguria

Lavori in Tangenziale ovest, chiude anche lo svincolo di viale Liguria

Il percorso alternativo prevede l'indirizzamento del traffico allo svincolo Milano Ticinese/Rozzano

Attualità
Il caso dell'estate
Auto sequestrate: da Trezzano un fiume di denaro nelle tasche dei titolari dei depositi

Auto sequestrate: da Trezzano un fiume di denaro nelle tasche dei titolari dei depositi

Il comune da anni paga il parcheggio di veicoli pignorati e mai messi all’asta o rottamati. Nel mirino, la gestione delle procedure da parte della Polizia Locale