Seguici su Fb - Rss

Martedì, 26 Novembre 2019 09:22
Amministrative Corsico 2020

Congresso di Forza Italia: Mei vince facile, ma ha fatto i conti senza l’oste Di Capua

L’ex segretario rieletto ai vertici della sezione di Corsico, contestato dai suoi ex amici ai quali sarebbe stato impedito di presentare una lista alternativa

Nella foto, Roberto Mei, nuovo segretario di Forxa Italia a Corsico e, nel riquadro, Giacomo Di Capua Nella foto, Roberto Mei, nuovo segretario di Forxa Italia a Corsico e, nel riquadro, Giacomo Di Capua

Congresso farsa o congresso che ha sciolto i nodi della rappresentatività di Forza Italia a Corsico? Bisognerà aspettare qualche giorno (o forse qualche settimana) per capire se l’assemblea degli iscritti al partito di Berlusconi celebrata domenica avrà un seguito. Da un lato c’è Roberto Mei che l’ha convocata e grazie alla presenza di ventisette (27!!!) iscritti è stato acclamato di nuovo segretario (la scorsa primavera era stato commissariato).

 Sponsorizzato da:

Vengo anch'io? No, tu no!

Dall’altro ci sono ex consiglieri comunali azzurri che non sono stati nemmeno invitati a partecipare, come alcuni ex membri del direttivo che adesso minacciano di ricorrere al tribunale per vedere riconosciute le proprie prerogative. Non c’è pace per un partito che solo sino a pochi anni fa aveva conquistato il 40 per cento del’elettorato italiano (anche se a Corsico non ha mai superato il 10-15%).

Congressi sì, congressi no!

La vicenda ai lettori di pocketnews.it è nota (leggi qui). I congressi di Forza Italia in circa una trentina di comuni della Lombardia sono stati convocati dal coordinatore regionale Salini. Contro la loro celebrazione si sono schierati Graziano Musella, coordinatore provinciale, Giulio Gallera, assessore alla sanità in Regione e una quarantina di rappresentanti locali del partito.

“Selezione genetica”

Quello di Corsico è stato organizzato e celebrato dall’ex segretario Roberto Mei, commissariato, e con lui tutti i vertici del partito, la scorsa primavera dopo la caduta della giunta Errante. Il problema è che Mei avrebbe effettuato una specie di “selezione genetica” degli iscritti e non avrebbe convocato né gli ex dirigenti e nemmeno gli ex consiglieri comunali. L’unico presente era Fioravante Cetrangolo. E gli altri?

Riservato agli iscritti

Niet, nobody, nessuno. Intervistato da pocketnews.it, Mei ha confermato: “Al congresso potevano partecipare solo gli iscritti e nell’elenco aggiornato a venerdì scorso, non cerano altri nomi oltre a quello di Cetrangolo e quello della Minardo”. Cosa significa? Che nessuno degli altri ex consiglieri comunali e dei dirigenti le cui cariche sono state azzerate dal commissariamento è iscritto a Forza Italia?

La smentita

La circostanza è stata smentita da Giacomo Di Capua che avrebbe versato la sua quota lo scorso 5 settembre e visto che la scadenza delle iscrizioni era fissata per la fine di settembre, non è chiaro chi o cosa abbia passato una mano di sbianchetto sul suo nome. Il congresso è andato come Mei lo aveva programmato: lui l’unico candidato, sua l’unica mozione presentata, lui l’unico vincitore della “competizione”.

Carte bollate

Il fatto è che Di Capua non l’ha presa affatto bene. Prima ha accusato Mei di aver indetto un congresso “familiare” in cui grazie ad amici e parenti si è fatto rieleggere segretario, poi ha minacciato il ricorso alla magistratura alla quale intende chiedere il motivo per il quale il suo nome non figurava tra gli iscritti aventi diritto a partecipare all’assemblea.

Vincere facile

“Con i loro maneggi – ha sottolineato – mi hanno impedito di presentare una mia lista e una mia mozione. A Mei piace vincere facile, ma non è detto che riderà per ultimo. Ho incaricato il mio legale di richiedere tutti gli atti del congresso compreso l’elenco degli iscritti, il giorno della loro adesione e il loro comune di residenza. In più chiederà di non validare il risultato perché viziato nella sostanza:  che congresso è se c’è una sola lista che partecipa? Si è solo trattato di una presa d’atto di decisioni già prese”. Già, sarebbe interessante sapere da chi.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
La "querelle"
 Cusago, tra giunta e opposizione è arrivata l’ora delle carte bollate

 Cusago, tra giunta e opposizione è arrivata l’ora delle carte bollate

Lo scorso 22 novembre è stato notificato il ricorso al Tribunale regionale amministrativo sulla legittimità degli atti e delle delibere adottate

Politica
Amministrative 2020
Primarie del centrosinistra: entro l’8 dicembre si depositano le candidature

Primarie del centrosinistra: entro l’8 dicembre si depositano le candidature

Amministrative 2020: resa pubblica la data per la scelta del candidato, il regolamento e la carta dei valori di Alleanza per Corsico

Politica
La polemica
Assessorato alla gentilezza? Trezzano boccia l’iniziativa del M5s

Assessorato alla gentilezza? Trezzano boccia l’iniziativa del M5s

I gruppi politici al governo della città (Pd e dintorni) si sono dichiarati contrari alla mozione e questo ha sollevato le perplessità di chi l’ha proposta