Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 20 Novembre 2019 14:09
Il caso del giorno

Corsico, in Forza Italia scoppia la guerra per eleggere il nuovo segretario

Roberto Mei ha convocato il congresso cittadino per nominare i vertici del partito, decisione contestata dal duo Gallera-Musella, assessore regionale il primo, responsabile provinciale del partito, il secondo

Ultime notizie dal fronte politico di Corsico in vista delle prossime amministrative. E che si tratti di un vero e proprio fronte lo dimostra la guerra guerreggiata all’interno di Forza Italia. Nessuno risparmia colpi ai propri avversari, nessuno ha intenzione di indietreggiare: in ballo ci sono le candidature alla poltrona di sindaco ed, eventualmente, a quelle di qualche assessorato: piazzare i propri uomini ai nastri di partenza è un imperativo su cui nessun uomo di potere può sorvolare.

Sponsorizzato da:

Gli schieramenti

Gli schieramenti sono ben definiti. Da una parte i seguaci di Graziano Musella, coordinatore provinciale dei forzisti, e del suo nuovo amico Giulio Gallera che hanno  tentato di non far celebrare (almeno sino a un certo momento) il congresso cittadino degli azzurri, dall’altro l’ex segretario cittadino Roberto Mei e il gruppo consiliare che la scorsa primavera ha fatto cadere la giunta Errante.

Salta il banco

Nel mezzo si erge la figura del commissario regionale lombardo Massimiliano Salini che ha fatto saltare il banco, sbugiardato il duo Musella- Gallera e autorizzato l’indizione dei congressi in tutti i comuni dove ce n’è bisogno, compresi in quelli che, la prossima primavera andranno alle elezioni per rinnovare consigli comunali e cariche istituzionali.

Il vetriolo

Apriti cielo. Con un post al vetriolo, Gallera ha rovesciato una cascata di veleno su Salini. “Abbiamo toccato il fondo” ha scritto sulla pagina Energia in Comune, gruppo Facebook di cui fa parte. Poi ha proseguito attaccando a testa bassa: “Il commissario regionale, in modo illegittimo cioè violando le norme dello statuto di Forza Italia, con un atto di arroganza inaccettabile ha mandato la comunicazione per convocare i congressi in alcuni comuni”.

Congresso sì, congresso no!

Secondo Gallera, la convocazione dei congressi sarebbe appannaggio del commissario provinciale, cioè Musella, “in sintonia con il commissario locale”. Lui e Musella, appunto, avevano individuato nove comuni in cui i congressi si sarebbero potuti organizzare,  “escludendo i comuni che andranno al voto l’anno prossimo e quelli in cui ci sono criticità” in cui un eventuale congresso “risulterebbe  essere un momento di scontro”.

Il commissario commissariato

E uno dei comuni in cui il livello di criticità è molto alto è proprio Corsico. Nessuno ha dimenticato le minacce del commissario Pietro Tatarella (poi arrestato per corruzione nell’ambito di una indagine sulla Ecol service), inviato in città per riportare sulla retta via i consiglieri comunali di Forza Italia che avevano fatto cadere l’ex sindaco Errante .

Tabula rasa

Tatarella e Musella avevano fatto tabula rasa dei vertici locali del partito, dimissionando Robero Mei, azzerando gli organismi del partito e minacciando, se i consiglieri comunali non fossero rientrati nei ranghi, di non ripresentarli alle prossime elezioni comunali, che appunto si terranno la prossima primavera.

24 novembre

Con l’imprimatur arrivato da Salini, il regionale ha così indetto, per il prossimo 24 novembre, il congresso cittadino durante il quale dovrebbero essere eletti i nuovi vertici del partito. La decisione è strategica. Non si vuole dare il tempo ad eventuali alleati di Gallera e Musella di setacciare pacchetti di tessere degli iscritti a livello locale, che gli permetterebbero, in un futuribile congresso, di prendere possesso delle leve di comando degli azzurri corsichesi per i prossimi anni.

La reazione

Gallera, naturalmente, ha reagito male. Sempre sulla pagina di Energia in Comune ha scritto: “Non possiamo accettare e subire l’arroganza di chi vuole imporre con violenza  la propria posizione” e confermato di essersi rivolto a Gregorio Fontana, responsabile nazionale dell’organizzazione del partito di Berlusconi, affinché annulli la convocazione dei congressi.

Il vero rammarico

Nei suoi scritti, Gallera parla di rammarico per la situazione che si è creata. Gli rispondono da Corsico gli uomini che lui e Musella vorrebbero far fuori dal partito (Errante ha detto e ripetuto che con i vecchi consiglieri di FI non vuole più avere a che fare): “Il vero rammarico è nostro, dopo tutto quello che abbiamo fatto per Gallera durante le due o tre ultime tornate elettorali regionali, lui e Musella hanno permesso ad Errante di fare carta straccia di tutti gli accordi presi con i rappresentanti di Forza Italia eletti a Corsico. Se un partito si governa così….” La guerra continua.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

1 commento

  • Link al commento Roberto Mei Mercoledì, 20 Novembre 2019 22:20 inviato da Roberto Mei

    Buonasera Direttore,
    leggendo il suo articolo ritengo necessario fare alcune precisazioni e mi occorre l’obbligo puntualizzare quanto segue:
    1. Il sottoscritto, Roberto Mei, non ha il potere di convocare i Congressi Comunali che sono convocati dal partito a livello Regionale, d'intesa con il partito a livello Provinciale (come prevede il nostro Statuto);
    2. abbiamo ricevuto la convocazione dei Congressi venerdì scorso ed il Commissario Bellomo non mi ha manifestato alcun disappunto in merito;
    3. Roberto Mei non sta facendo guerra contro nessuno ma ha sempre e solo caldeggiato la convocazione dei Congressi per potere dare voce agli iscritti, anche in previsione delle prossime elezioni comunali;
    4. Tengo a precisare che il gruppo consiliare di Forza Italia non ha fatto cadere il signor Errante e la sua Giunta come si vuole fare credere. Semmai è il contrario.
    5. Gli unici che possono decidere in merito alle dinamiche di Forza Italia, alle candidature e alle alleanze, sono gli organi interni preposti a farlo, come da Statuto;
    6. In riferimento all'ultima frase virgolettata, la quale non si comprende da chi sia stata riferita, preciso che tale affermazione non è stata pronunciata dal sottoscritto.
    Ci avviamo al congresso cittadino di domenica prossima per una fase nuova del partito di Forza Italia e il mio augurio è che inizi nel migliore dei modi.

    Roberto Mei

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Urne & dintorni
Primarie del centrosinistra: vince Ventura ma è un successo che sembra un flop

Primarie del centrosinistra: vince Ventura ma è un successo che sembra un flop

Sono 740 (secondo alcuni troppo pochi)  i simpatizzanti che hanno espresso le proprie preferenze scegliendo tra il candidato del Pd e quello di Insieme per Corsico

Politica
Lo scontro
Trezzano, le opposizioni protestano e abbandonano l’aula del Consiglio comunale

Trezzano, le opposizioni protestano e abbandonano l’aula del Consiglio comunale

Chiesto l’intervento del Prefetto per verificare i comportamenti di “una maggioranza arrogante che da un lato chiede collaborazione, dall’altro boccia sistematicamente ogni proposta, ogni idea che proviene dalla minoranza”

Politica
Urne & dintorni
Elezioni a Corsico, il centrodestra alla ricerca del suo Armando Diaz

Elezioni a Corsico, il centrodestra alla ricerca del suo Armando Diaz

Il presidente del gruppo di FI in Consiglio regionale, Gianluca Comazzi, incaricato di seguire la campagna elettorale in città e in altri comuni che tra qualche mese andranno alle urne