Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 08 Agosto 2019 12:15
Lotta alla microcriminalità

Corsico, in manette marito e moglie per spaccio di cocaina

La coppia di coniugi abitava in via Copernico. L’accusa nei loro confronti è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Durante un servizio mirato antidroga, i militari ha arrestato una coppia di coniugi quarantenni che abitavano in via Copernico Durante un servizio mirato antidroga, i militari ha arrestato una coppia di coniugi quarantenni che abitavano in via Copernico

Nessun riposo, neanche in agosto. I carabinieri della compagnia di Corsico, infatti, in poche ore hanno fatto scattare le manette attorno ai polsi di quattro malviventi (due sono marito e moglie), arresti in flagranza di reato, in due distinte operazioni.

La coppia

La prima è scattata ieri sera. Durante un servizio mirato antidroga, i militari ha arrestato una coppia di coniugi pregiudicati (40 anni lui, 45 lei) che abitava in via Copernico, a Corsico. L’accusa nei loro confronti è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Da qualche giorno, i carabinieri della stazione di Corsico  tenevano sotto controllo la zona allertati da un via vai  di clienti.

La perquisizione

I carabinieri, dopo aver documentato la vendita di alcune dosi di cocaina avvenuta nelle vicinanze dell'abitazione della coppia, hanno perquisito il loro appartamenti. Al suo interno sono stati trovati più di 100 grammi di cocaina, più di mille euro (provento attività illecita) in banconote di piccolo taglio, materiale vario per taglio, pesatura e confezionamento delle dosi. Questa mattina, a seguito di rito direttissimo, il marito è finito in carcere, alla moglie è stato imposto l'obbligo di firma.

Topi in trasferta

La seconda operazione è avvenuta alla prime luci dell'alba, in via Cavour, a Trezzano. Qui, una pattuglia della Sezione Radiomobile di Corsico ha  arrestato due giovani cingalesi residenti nel veronese, sorpresi mentre  tentavano di forzare le portiere di alcune auto in sosta.

La segnalazione

Secondo i carabinieri, è probabile che i due “topi d’auto” in trasferta abbiano un appoggio in zona, qualcuno che segnalava loro le vie e gli obiettivi da colpire. Sono stati scoperti grazie alla segnalazione al 112 da parte di un residente. I due  sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza in attesa di giudizio direttissimo previsto per oggi.

Seguici sulla nostra pagina facebook

PUBBLICITA'

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
L'incidente
Buccinasco, morta la novantenne investita mentre attraversava la strada

Buccinasco, morta la novantenne investita mentre attraversava la strada

Non è sopravvissuta alle ferite riportate nell'incidente avvenuto poco prima delle 9 in via Lomellina all’incrocio con via Calabria

Cronaca
Lotta allo spaccio
Corsico, pusher italiano di 24 anni finisce in cella di sicurezza in attesa del processo

Corsico, pusher italiano di 24 anni finisce in cella di sicurezza in attesa del processo

Individuato in piazza Papa Giovanni XXIII, in totale gli sono stati sequestrati 3 involucri che contenevano circa 7 grammi di hashish e 130 grammi di marijuana 

Cronaca
Il blitz
Sequestrati 16milioni di euro al re degli spacciatori milanesi

Sequestrati 16milioni di euro al re degli spacciatori milanesi

Secondo gli investigatori, dal 2007 al 2018, Cauchi avrebbe importato in Italia circa 3 tonnellate di hascisc all'anno provenienti dal Marocco per un valore di 2,5 milioni di euro ad anno