Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 22 Luglio 2019 14:48
La "querelle"

Distretto sanitario, l’appello dei residenti al Commissario prefettizio di Corsico

Il vice-prefetto Francesca Iacontini è stata “invitata” a partecipare in prima persona o con un funzionario da lei delegato alla riunione convocata dall’assessore alla sanità della Regione Lombardia, Gallera, per affrontare la questione

Nella foto, il cartello che indica il Distretto Sanitario in via Marzabotto Nella foto, il cartello che indica il Distretto Sanitario in via Marzabotto

L’ipotesi del trasloco del distretto sanitario di Corsico, da Via Marzabotto in via Lavoratori, ha fatto alzare la tensione tra i residenti che già rimproverano alle autorità cittadine l’abbandono e il degrado in cui versano il quartiere Lavagna e quelli vicini. Se il trasferimento fosse confermato, denunciano, la popolazione residente formata in prevalenza da anziani sarebbe ancora di più penalizzata.

L'appello di "Noi per Corsico"

Dopo la manifestazione di sabato quando decine di persone avevano protestato esibendo cartelli su cui c’era scritto “Giù le mani dal Distretto” oggi, un appello al commissario prefettizio Francesca Iacontini, che governa Corsico dalle dimissioni del sindaco Filippo Errante, è stato lanciato da “Noi per Corsico”, una lista nata proprio per difendere i diritti dei residenti.

La guardia medica

Nel documento inviato in comune, è stata espressa, in caso di conferma del trasferimento, preoccupazione in merito alla perdita di alcuni servizi di vitale importanza per il quartiere e per tutta Corsico, a partire dalla guardia medica. Nell’appello è stato anche chiesto che, sempre in presenza di un trasloco, gli stabili che ofggi ospitano gli sportelli non vengano abbandonati perché significherebbe creare situazioni di ulteriore degrado per il Lavagna e i suoi dintorni. E a questo proposito…

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L'invito

Dopo aver sottolineato che gli immobili di via Marzabotto sono di proprietà del comune di Corsico che gli ha concessi gratuitamente all’ex Asl senza che quest’ultima abbia mai contribuito alle spese di manutenzione e che nella stessa situazione si trovano i comuni i cui residenti usufruiscono dei servizi del Distretto (Cesano Boscone e Trezzano in primis), i responsabili di “Noi per Corsico” hanno invitato il Commissario prefettizio a partecipare in prima persona o con un funzionario da lei delegato alla riunione convocata dall’assessore alla sanità della Regione Lombardia, Gallera, in programma giovedì, per affrontare la questione.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Diritto alla casa
La Regione stanzia 6,5 milioni di euro per l’emergenza abitativa

La Regione stanzia 6,5 milioni di euro per l’emergenza abitativa

Tra i comuni beneficiari, oltre a Milano, anche Corsico, Abbiategrasso,Trezzo d'Adda, e altri del Sud Milanese

Attualità
La protesta
Operaio pakistano licenziato: avrebbe “invitato” un suo collega a “lavorare di meno”

Operaio pakistano licenziato: avrebbe “invitato” un suo collega a “lavorare di meno”

Il provvedimento adottato dalla Euroespansi del gruppo Gaffuri di Cusago. I sindacati di base hanno organizzato un picchetto di protesta e chiedono il ritiro del provvedimento

Attualità
La visita
Parla l’assessore Gallera: “Dobbiamo ripensare i servizi sanitari del Distretto”

Parla l’assessore Gallera: “Dobbiamo ripensare i servizi sanitari del Distretto”

Sopralluogo del responsabile della sanità in Lombardia a Corsico. Il trasloco dell’ assistenza da via Marzabotto a via dei Lavoratori non piace ai residenti dei quartieri Lavagna e Tessera