Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 11 Luglio 2019 16:10
Il caso del giorno

Dipendente del comune di Corsico minaccia il suo dirigente con un coltello

È accaduto una ventina di giorni fa, ma solo oggi sono cominciate a filtrare le prime indiscrezioni. Presentata una denuncia dai carabinieri

Nella foto, i cartelli stradali che indicano la sede dell'ufficio tecnico di Corsico Nella foto, i cartelli stradali che indicano la sede dell'ufficio tecnico di Corsico

L’aver chiesto spiegazioni per un lavoro non eseguito o eseguito senza attenersi alle disposizioni impartite, avrebbe scatenato la furiosa reazione di un operaio dell’ufficio tecnico del Comune di Corsico, in via Vigevanese, che ha affrontato il funzionario (autore di quel rimprovero) e suo superiore, con un coltello. Si tratta di un episodio di una gravità assoluta che avrà conseguenze sui suoi protagonisti. Uno corre il rischio di perdere il lavoro, l'altro ha chiesto ai carabinieri di procedere con la sua denuncia.

Ordinaria follia

La lite è scoppiata all’interno del deposito, come confermato a pocketnews.it dal funzionario che l’ha subita. Sembrava essere finita, invece, l’operaio l’ha seguito sin dentro il suo ufficio, dove avrebbe estratto un coltello e l'avrebbe minacciato di fargli molto male. Solo le grida dell’aggredito e l’accorrere dei colleghi ha posto fine alla scena di ordinaria follia.

La denuncia

Le diverse fasi dell’episodio, accaduto una ventina di giorni fa, sono state riassunte in una denuncia depositata dai carabinieri di Corsico che l’hanno trasmessa al magistrato di turno, il quale farà le proprie valutazioni sotto il profilo penale.

Sospensione disciplinare

Intanto, sotto il profilo disciplinare, l’operaio è stato sospeso dal lavoro per due settimane. Alla fine della sospensione è stato impiegato come ausiliario della sosta, ma il suo impegno è durato solo pochi giorni, perché pare non essere in grado di svolgere quella funzione.

Il collegio di disciplina

La prossima settimana dovrebbe riunirsi il collegio di disciplina che comincerà l’audizione dei testimoni. Si vuole capire quale sia l’esatta dinamica dell’episodio. Se fosse confermata in tutti i suoi aspetti, toccherà alla commissione decidere quali ulteriori provvedimenti prendere a carico dell’uomo. La prima o ultima domanda (facciano loro) cui i membri della commissione dovranno rispondere, se tutto fosse confermato, è:  “un soggetto che estrae un coltello in un edificio pubblico, può continuare a lavorare al suo interno?”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Sponsorizzato da

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Violenza domestica
Picchia con calci e pugni la moglie, arrestato un 33enne ecuadoregno

Picchia con calci e pugni la moglie, arrestato un 33enne ecuadoregno

L’uomo che ha precedenti penali, da qualche anno abita a Corsico con un regolare permesso di soggiorno ed è sposato con una sua connazionale

Cronaca
Automobilisti indisciplinati nel mirino
Sicurezza sulle strade: tutti i numeri dell’operazione Smart 2019

Sicurezza sulle strade: tutti i numeri dell’operazione Smart 2019

Oltre 300 gli agenti impegnati In tutto , 16 mezzi operativi, 16 moto, 31 etilometri, 9 drugtest, 16 telelaser: controllati oltre 12mila veicoli

Cronaca
L'attentato
Brucia nella notte l’Erica bar, il ritrovo dei pregiudicati del Corsichese

Brucia nella notte l’Erica bar, il ritrovo dei pregiudicati del Corsichese

I pompieri hanno ritrovato una tanica di benzina forse utilizzata dai piromani per appiccare l’incendio al locale