Seguici su Fb - Rss

Martedì, 02 Luglio 2019 13:56
Lotta ai clan criminali

Corsico, chiusa per ‘ndrangheta la “Bottega dei sapori”

Il negozio si trova in via via 4 Novembre. Il titolare, invece, è residente a Cesano Boscone

Vendeva prodotti tipici calabresi, ma non solo. Dalla Calabria aveva anche importato cattive abitudini. Tanto cattive che un'interdittiva antimafia è stata emessa contro il titolare di un negozio di Corsico che serviva – secondo gli investigatori - come base per il mantenimento di rapporti da parte di esponenti di 'ndrangheta del posto.

Titolare di Cesano

Il provvedimento è stato eseguito dalla polizia municipale, ed è stato emesso dal prefetto di Milano. Gli agenti hanno notificato questa mattina l'ordinanza di chiusura immediata dell'attività al proprietario, N.M.,44enne originario di Locri (Reggio Calabria) ma residente a Cesano Boscone.

Sapori di Calabria

Il negozio di cui era titolare, "La Bottega dei Sapori", si trova proprio a Corsico via 4 Novembre. In base al provvedimento l'attività mancava "requisiti morali e di onorabilita'" per rimanere aperta.  Proprio il 2 aprile a Milano, era stato siglato un patto tra prefettura, procura, Comune e rappresentanti dei settori commerciali per mappare le imprese e controllare le infiltrazioni di capitali di origine mafiosa nell'economia milanese.

L'impegno

L'obiettivo del patto era proprio quello di rafforzare la prevenzione anche nella città metropolitana, per "salvaguardare l'economia sana e la concorrenza leale", come, nell'occasione, aveva fatto presente il prefetto Renato Saccone.  La chiusura del negozio di Corsico per ‘ndrangheta risponde a quell’impegno.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Sponsorizzata da:

 

Notificato dalla polizia locale il provvedimento di chiusura Notificato dalla polizia locale il provvedimento di chiusura

Il negozio si trova in via via 4 Novembre. Il titolare, invece, è residente a Cesano Boscone

Vendeva prodotti tipici calabresi, ma non solo. Dalla Calabria aveva anche importato cattive abitudini. Tanto cattive che un'interdittiva antimafia è stata emessa contro il titolare di un negozio di Corsico che serviva – secondo gli investigatori - come base per il mantenimento di rapporti da parte di esponenti di 'ndrangheta del posto.

Titolare di Cesano

Il provvedimento è stato eseguito dalla polizia municipale, ed è stato emesso dal prefetto di Milano. Gli agenti hanno notificato questa mattina l'ordinanza di chiusura immediata dell'attività al proprietario, N.M.,44enne originario di Locri (Reggio Calabria) ma residente a Cesano Boscone.

Sapori di Calabria

Il negozio di cui era titolare, "La Bottega dei Sapori", si trova proprio a Corsico via 4 Novembre. In base al provvedimento l'attività mancava "requisiti morali e di onorabilita'" per rimanere aperta.  Proprio il 2 aprile a Milano, era stato siglato un patto tra prefettura, procura, Comune e rappresentanti dei settori commerciali per mappare le imprese e controllare le infiltrazioni di capitali di origine mafiosa nell'economia milanese.

L'impegno

L'obiettivo del patto era proprio quello di rafforzare la prevenzione anche nella città metropolitana, per "salvaguardare l'economia sana e la concorrenza leale", come, nell'occasione, aveva fatto presente il prefetto Renato Saccone.  La chiusura del negozio di Corsico per ‘ndrangheta risponde a quell’impegno.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Sponsorizzata da:

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Violenza domestica
Picchia con calci e pugni la moglie, arrestato un 33enne ecuadoregno

Picchia con calci e pugni la moglie, arrestato un 33enne ecuadoregno

L’uomo che ha precedenti penali, da qualche anno abita a Corsico con un regolare permesso di soggiorno ed è sposato con una sua connazionale

Cronaca
Automobilisti indisciplinati nel mirino
Sicurezza sulle strade: tutti i numeri dell’operazione Smart 2019

Sicurezza sulle strade: tutti i numeri dell’operazione Smart 2019

Oltre 300 gli agenti impegnati In tutto , 16 mezzi operativi, 16 moto, 31 etilometri, 9 drugtest, 16 telelaser: controllati oltre 12mila veicoli

Cronaca
L'attentato
Brucia nella notte l’Erica bar, il ritrovo dei pregiudicati del Corsichese

Brucia nella notte l’Erica bar, il ritrovo dei pregiudicati del Corsichese

I pompieri hanno ritrovato una tanica di benzina forse utilizzata dai piromani per appiccare l’incendio al locale