Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 06 Maggio 2019 18:04
Elezioni & dintorni

Corsico: a sorpresa Tatarella riabilita i consiglieri che hanno fatto cadere Errante

In redazione è arrivato un comunicato stampa sottoscritto dal commissario di Forza Italia che adesso punta l’indice contro l’ex sindaco

Nella foto, il commissario Pietro Tatarella e nel riquadro, Michele valastro Nella foto, il commissario Pietro Tatarella e nel riquadro, Michele valastro

Sarà stato il freddo di questo fine settimana, sarà l’avvicinarsi delle elezioni, sarà quel che sarà (I Ricchi e poveri però non centrano niente) ma un evento che ha sorpreso, non poco, addetti ai lavori e mondo politico corsichese è avvenuto oggi pomeriggio. Di cosa si tratta?

Il dietro front

In redazione è arrivato un sorprendente comunicato stampa (viste le premesse) sottoscritto dal commissario di Forza Italia, Pietro Tratarella,  che torna sulle dimissioni del sindaco Errante. E non lo fa per puntare l’indice ancora una volta sui “consiglieri ribelli” del suo partito che in un primo momento aveva accusato di essere la causa del naufragio della prima giunta di centrodestra al governo nella storia di Corsico.

L'indice su Errante

Nel comunicato, Tatarella si scaglia proprio contro l’ex sindaco Errante e fa sue tutte le motivazioni che avevano spinto i sei consiglieri comunali di Forza Italia a votare un emendamento che aveva stravolto il piano di vendita di alcune aree comunali decise da Errante. Oggi, dopo aver azzerato il direttivo locale del partito, dopo aver chiesto di esautorare Michele Valastro (regista delle operazioni che hanno portato alle dimissioni di Errante) da ogni sua funzione politica, Tatarella ha cambiato registro.

La condivisione

Secondo Giacomo Di Capua “finalmente Tatarella ha ascoltato quello che I consiglieri di Forza Italia avevano da dire e non ha potuto fare a meno di condividerlo”. E lo ha talmente condiviso che nei prossimi giorni pubblicherà il comunicato inviato alla redazione di pocketnews.it sui quotidiani locali, mentre i consiglieri “non più ribelli” si occuperanno di una campagna di affissione di manifesti dello stesso. Non solo. L’incontro tra il commissario inviato dal provincaiale di Forza italia e i rappresentanti locali del partito, si è chiuso con l’impegno di ritrovarsi subito dopo le elezioni del 26 maggio per l’elezione del nuovo direttivo (di cui potrebbe far parte ancora anche Roberto Mei) affinché cominci a lavorare in prospettiva elezioni amministrative Corsico 2020.

Candidata sindaco di F.I.

La premessae promessa, visti i diktat della Lega che avrebbe chiesto di cacciare Valastro e compagnia bella, è di preparare un candidato sindaco, preferibilmente donna, che possa affrontare la competizione elettorale o sedersi al tavolo del centrodestra in maniera paritaria con gli altri partiti dell’area. Se si troverà un accordo, si procederà con una coalizione, altrimenti Forza italia si presenterà da sola al giudizio degli elettori. Per chi volesse leggerselo, ecco il comunicato integrale:

COMUNICAZIONE AI CITTADINI CORSICHESI

Cari concittadini, a seguito delle dimissioni del Sindaco Errante ci corre l’obbligo di chiarire ai Corsichesi, uniche persone a cui dobbiamo spiegazioni delle scelte politiche, le nostre posizioni e decisioni relative al territorio di Corsico.

I Consiglieri di Forza Italia avevano chiesto un incontro preventivo al Sindaco subito dopo il Consiglio Comunale del 19 febbraio scorso perché non erano d’accordo sull’alienazione dell’area Conti sia perché tale area è su una strada tra le più trafficate d’Europa, sia perché da studi effettuati si individua in quell’area un incremento delle patologie correlate all’inquinamento atmosferico. Solamente dopo un mese dalla nostra richiesta il Sindaco durante l’incontro ci ha comunicato che se non si votava l’alienazione di tale area si sarebbe dimesso. Un ricatto politico inaccettabile, rivolto ad una forza politica di maggioranza sensibile alle problematiche del territorio. Non abbiamo la presunzione di pensare che avevamo sicuramente ragione, ma ci sarebbe piaciuto poterci confrontare senza pregiudizio alcuno. Forza Italia proponeva, quindi, in Consiglio Comunale un emendamento per stralciare tale area dalle alienazioni, emendamento votato a maggioranza dal Consiglio Comunale. Non si capisce perché a fronte delle nostre ragioni e motivazioni ci sia stata una presa di posizione irremovibile del sig. Errante, posizione irremovibile che riteniamo immotivata!

Questo è l’unico motivo che ha portato alle dimissioni del Sindaco. Ci tocca ribadirlo perché abbiamo sentito con dispiacere l’affermazione fatta da Errante che è stato mandato a casa dai consiglieri di Forza Italia per richieste personali. Quali sono queste richieste personali? Chiediamo all’ex sindaco Errante di fare nomi e cognomi dei consiglieri in questione o di scegliere la strada della denuncia in Procura della Repubblica perché se cosi fosse saremmo i primi a prendere provvedimenti, in caso contrario, si astenga da accuse generiche ed infondate lesive dell’immagine dei consiglieri tutti e del partito da loro rappresentato.

Sono trascorsi circa due anni dalla prima crisi della Giunta Errante dovuta al caso Stocco che ha visto l’azzeramento “tout court” di tutta la Giunta che aveva sostenuto il Sindaco nelle elezioni vittoriose del 2015. Perché il Sindaco ha azzerato tutta la Giunta eccetto se stesso quando egli era l’unico a conoscenza della bozza del manifesto avendo la delega alla comunicazione? Probabilmente sarebbe stato meglio chiudere in quel momento l’esperienza  di governo perché da li in poi non c’è più stata la serenità e la fiducia per proseguire il mandato e soprattutto perché l’eco di quella vicenda non si è mai arrestata tanto che sia il giornale “Il Fatto Quotidiano” che il giornale “Corriere della Sera” hanno dedicato un mese fa l’ennesimo articolo in cui si faceva riferimento a situazioni di illegalità in città senza che nessuno, tanto meno il sig. Errante, rispondesse a un così grave attacco.

Siamo disponibili ad approfondire e a confrontarci con le altre forze politiche di centro destra su quello che è successo, ma soprattutto su cosa faremo in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno senza pregiudizi e senza preconcetti, disponibili anche ad autocritiche se si rivelassero fondate. Ma non possiamo tollerare che altre forze politiche decidano per noi. Forza Italia risponderà delle proprie scelte politiche solo ai Cittadini di Corsico, unici giudici del suo operato preparandosi alle elezioni comunali del 2020 senza diktat o veti da parte di altri partiti ed in totale autonomia.

Pietro Tatarella
Commissario Forza Italia di Corsico

Seguici sulla nostra pagina facebook

Powered by:

 

 

1 commento

  • Link al commento guido rota Martedì, 07 Maggio 2019 20:49 inviato da guido rota

    Tatarella chi? Quello che hanno inngabbiato oggi? LOL

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Elezioni & dintorni
Ecco chi governerà Trezzano per i prossimi cinque anni

Ecco chi governerà Trezzano per i prossimi cinque anni

Deleghe importanti sono state assegnate alle nuove entrate Giulia Iorio e Beatrice Ventacoli. Alla prima è andato l’assessorato all’Istruzione, alla seconda quello alla Cultura

Politica
Elezioni & dintorni
Cesano presenta la nuova giunta comunale: ecco le novità e le new entry

Cesano presenta la nuova giunta comunale: ecco le novità e le new entry

Oltre a quelle assegnate agli assessori, il sindaco Simone Negri dovrebbe distribuire alcune deleghe anche a tre consiglieri

Politica
Il ballottaggio
De Corato: “Storico risultato a Rozzano”, Mirabelli: “Il Pd è maggioranza in Città metropolitana”

De Corato: “Storico risultato a Rozzano”, Mirabelli: “Il Pd è maggioranza in Città metropolitana”

I ballottaggi visti dal centrodestra e dal centrosinistra: entrambi esultano per le vittorie mentre sottolineano il rammarico per le sconfitte