Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 19 Aprile 2019 19:28
Crisi al capolinea

Corsico: addio Errante, arriva il commissario prefettizio

Tempo scaduto per il centrodestra che amministra la città: le elezioni dovrebbero tenersi entro la prossima primavera

Nella foto, la sede del comune di Corsico Nella foto, la sede del comune di Corsico

 I giochi sono fatti. “Rien ne va plus” e Corsico dice addio alla prima giunta di centrodestra che ha governato per quattro anni la città.  La “messa in mora” dell’amministrazione, almeno sino a questo momento, è rimasta tale e, senza l’approvazione del bilancio, le dimissioni del sindaco Filippo Errante sono diventate definitive (anche se avrebbe tempo sino al 24 aprile per ritirarle).

Festa della Liberazione

I veri problemi sono sulla tempistica dell’approvazione del bilancio, che non è stata rispettata. Perciò, subito dopo Pasqua, il Prefetto di Milano Renato Saccone nominerà il commissario prefettizio: amministrerà il comune sino alle elezioni, che dovrebbero tenersi entro la prossima primavera. Il commissario dovrebbe prendere possesso della carica forse entro il prossimo 25 Aprile. Una data simbolica, doppiamente festeggiata dalle opposizioni.

La cronaca

Oggi, per tutta la giornata si è atteso che da via Roma, sede del Municipio, partissero le convocazioni per un eventuale Consiglio comunale, da tenersi entro martedì prossimo, che approvasse il bilancio di previsione di Corsico, strumento indispensabile per poter programmare interventi e amministrare la città. Niente. Chiusi gli uffici non si ha notizia di alcuna convocazione.

Bilancio sì, bilancio no!

Certo il messo comunale avrebbe tempo sino a domani mattina per notificarle, ma sarebbe un esercizio inutile. Tra i tanti problemi (una maggioranza che lo approvi non c’è) infatti ce n’è uno che non è solo lana caprina: quale bilancio presentare per un’eventuale approvazione? Quello preparato da Errante è stato emendato dai consiglieri di Forza Italia che hanno stralciato dai beni comunali in vendita l’area Conti.

Nessuna alternativa

Non solo. Non esiste un bilancio alternativo perché il collegio dei revisori dei conti che dovrebbe in linea teorica certificarne la validità è scaduto e per poterne eleggere uno nuovo c’è bisogno comunque di un consiglio comunale che lo legittimi. Insomma è come un gatto che si morde la coda.

Rien ne va plus

Ed è per questo motivo (il pasticcio è irrisolvibile) che trascorsa Pasqua, il prefetto nominerà il commissario cui toccherà il compito di sciogliere il consiglio comunale e gestire l’ordinaria amministrazione del comune. Anche se la nomina arrivasse entro il 25 Aprile, non è detto possa partecipare alle celebrazioni della Liberazione. Che a questo punto saranno gestite in toto dall’Ampi, magari con la presenza di un alto funzionario del comune. “Rien ne va plus”, traduzione letterale: nulla va più. Una verità assoluta, almeno nel centrodestra corsichese.

Forza Italia sì, Forza Italia no!

In tutto questo caos se ne aggiunge dell'altro. Piero Tatarella, il commissario inviato a Corsico dal responsabile provinciale di Forza Italia, Graziano Musella, aper riportare all'ordine i consiglieri del partito, ha inviato una lettera con la quale ha informato Errante che "dopo una verifica con il settore nazionale tesseramento e organizzazione di Forza Italia è emerso che il Consigliere Michele Valastro non risulta iscritto al nostro movimento politico. La verifica è stata effettuata per sospendere il consigliere da Forza Italia per poi far valutare all’organo dei Probiviri la sua espulsione".

La diffida

"Non essendo iscritto - continua la lettera - non possiamo procedere come ad articolo 59 (sospensione e procedimento disciplinare ndr) del nostro Statuto pertanto stiamo provvedendo ad inviare a lei e al segretario generale una comunicazione di diffida dall’uso del simbolo di Forza Italia. Ho provato più volte a contattare il Consigliere Valastro senza mai avere risposta. L’ultima volta che sono riuscito a sentirlo mi aveva annunciato la sua uscita dal gruppo consiliare di Forza Italia".

Suguici sula nostra pagina Facebook

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Amministrative & dintorni
Elezioni: Russomanno denuncia Bottero all’autorità garante delle comunicazioni

Elezioni: Russomanno denuncia Bottero all’autorità garante delle comunicazioni

Oggetto del contendere è l’utilizzo da parte del sindaco di Trezzano di eventi e manifestazioni pubbliche per farsi pubblicità elettorale

Politica
Elezioni & dintorni
Parla Vincenzo Lepori: “Gli altri sono il passato, noi l'unica novità”

Parla Vincenzo Lepori: “Gli altri sono il passato, noi l'unica novità”

Intervista al candidato a sindaco di Rozzano del M5S: “Disastro delle partecipate, ripartiremo con la gestione delle municipalizzate insieme ai cittadini. Un assessorato dedicato soltanto ad Aler”

Politica
Elezioni & dintorni
Raimondo: “Dopo dieci anni di Musella, ad Assago è ora di cambiare”

Raimondo: “Dopo dieci anni di Musella, ad Assago è ora di cambiare”

Parla il candidato Pd alla carica di sindaco della lista “Cittadini per Assago”. Il suo programma: stop al consumo di suolo, una città per bambini, maggiore solidarietà per i meno abbienti