Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 22 Febbraio 2019 11:40
L'iniziativa

Quartiere Lavagna: al via il progetto per aiutare 500 famiglie bisognose

Si tratta di alcuni nuclei che risiedono nelle vie Curiel, Cellini, Marzabotto e Italia per le quali è necessaria un’azione di recupero sociale

500 famiglie vivono in condizioni di disagio nelle vie Curiel, Cellini, Marzabotto e Italia al quartiere Lavagna 500 famiglie vivono in condizioni di disagio nelle vie Curiel, Cellini, Marzabotto e Italia al quartiere Lavagna

Domani pomeriggio, alle 16, al centro sociale di via Curiel 23, sarà illustrato un progetto promosso dall’amministrazione comunale e finanziato con 250mila euro da Regione Lombardia, progetto che punta a supportare circa 500 famiglie che vivono in condizioni di disagio, che risiedono nelle vie Curiel, Cellini, Marzabotto e Italia al quartiere Lavagna.

Famiglie vulnerabili

Nelle vie interessate, infatti, vivono nuclei con differenti fasce di età, diverse condizioni abitative, situazioni di vulnerabilità (anziani soli, disabili, famiglie monoparentali con minori) e alti tassi di disoccupazione. Si tratta di circa 1500/2000 persone che hanno bisogno di supporti pubblici per “andare avanti”.

Inclusione sociale

Il piano ha come titolo: “Quartiere Lavagna: disegnare nuovi scenari di inclusione sociale”, ed è stato promosso in collaborazione con Aler, Afol Met, la cooperativa sociale Spazio Aperto Servizi, l’Associazione Amapola e la cooperativa Altra Economia. Sarà presentato dal sindaco Filippo Errante e l’assessore alle politiche sociali e alla casa Fabio Raimondo.  

Il sostegno

Di cosa si tratta? Come recita un comunicato stampa diffuso dal comune: “Di tutta una serie di iniziative azioni di promozione e di accompagnamento all’abitare assistito e all’autogestione, di contrasto alla morosità incolpevole”. Nella sostanza è un sostegno alle persone in difficoltà economica che abitano negli appartamenti di edilizia residenziale pubblica Aler del quartiere. È prevista l’apertura di uno sportello al quale rivolgersi per segnalare eventuali situazioni di disagio, corsi di educazione finanziaria e di gestione del proprio patrimonio, iniziative di animazione del quartiere, la cura di spazi comuni degli stabili.

Aiuto concreto

Non solo. Sono previsti anche aiuti concreti per chi non riesce a pagare l’affitto per cause indipendenti la propria volontà. Per coloro che rientrano nella morosità incolpevole è pronta l’attivazione di piani di rientro per pagare l’affitto o le spese della casa che si pagano al gestore. Per chi volesse saperne di più, l'appuntamento è per domani pomeriggio alle 16 al centro sociale di via Curiel.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La manifestazione
Davide Chiarion: “Vogliamo sapere di più sulla gestione del verde a Buccinasco”

Davide Chiarion: “Vogliamo sapere di più sulla gestione del verde a Buccinasco”

Manifestazione spontanea davanti al comune da parte di residenti che non comprendono le vere ragioni della campagna di abbattimenti degli alberi da parte dell’amministrazione comunale

Attualità
L'avviso
La Tangenziale Ovest chiude l’uscita di Lorenteggio

La Tangenziale Ovest chiude l’uscita di Lorenteggio

Lo svincolo rimarrà chiuso da lunedì 25 a sabato 30 marzo 2019, esclusivamente in orario notturno per sei notti consecutive

Attualità
La battaglia
Fototrappole contro le discariche abusive che infestano il territorio

Fototrappole contro le discariche abusive che infestano il territorio

Le autorità locali stanno cercando di intervenire con tutti i mezzi per contrastare questo tipo di reato: perché, meglio non dimenticarlo, si tratta di reato perseguito dal codice penale