Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 13 Febbraio 2019 09:03
Il caso del giorno

Corsico, l’Ikea sospende 30 dipendenti che rubavano mobili In evidenza

Il provvedimento adottato dalla direzione dell’azienda dopo mesi di indagini interne. I procedimenti disciplinari presi per “colpa grave”

Sono 30 i dipendenti dell'Ikea di Corsico raggiunti da provvedimenti disciplinari Sono 30 i dipendenti dell'Ikea di Corsico raggiunti da provvedimenti disciplinari

Cambiavano i cartellini dei prezzi dei prodotti in vendita con quelli di altri prodotti scontati con costi decisamente più bassi. Poi li consegnavano ad amici e parenti e li accompagnavano alle casse automatiche dove l’occhio elettronico controllava il codice a barre senza verificare se corrispondeva all’oggetto che transitava. Così sedie, tavoli, lampade che costavano 100 venivano pagate 10.

L'inchiesta interna

Il “giochino” è andato avanti per mesi. Poi qualcuno se n’è accorto e ha cominciato a sospettare. La direzione dell’azienda ha quindi aperto un’inchiesta interna che si è conclusa nei giorni scorsi quando a trenta dipendenti è stata recapitata una lettera con la quale si avvisava dell’avvio di un procedimento disciplinare nei  loro confronti. I destinatari delle lettere sono stati immediatamente sospesi dal servizio e immediatamente allontanati dal negozio: hanno cinque giorni di tempo per rispondere a tutte le contestazioni.

L'inchiesta penale

Dovranno spiegare dove è finita la merce sparita. Intanto, la Procura di Milano, dopo la denuncia dei responsabili di Ikea Italia, ha avviato un’inchiesta penale. L’ipotesi di reato è: truffa, furto e ricettazione. Nelle mani degli investigatori ci sarebbero i filmati delle telecamere, l’inventario dei prodotti in stock che risultano venduti ma che sono ancora fisicamente in magazzino, la documentazione fiscale delle vendite.

Dipendenti infedeli

Indagine della magistratura non è ancora conclusa. I provvedimenti disciplinari, che se confermati avranno come conseguenza il licenziamento dei dipendenti infedeli, sono stati comunque inviati ai destinatari. È evidente che sul piano giudiziario l’intera questione potrebbe concludersi al più presto. 

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Il caso del giorno
Due ragazzini importunati sessualmente, è caccia ai molestatori

Due ragazzini importunati sessualmente, è caccia ai molestatori

Una ragazza di 14 anni e un ragazzo di 15 sarebbero stati importunati. La prima ha sporto denuncia, sul secondo episodio si cercano testimonianze che confermino quanto rivelato

Cronaca
Il caso del giorno
Rubava l’elettricità: arrestato il titolare del bar “Simons”

Rubava l’elettricità: arrestato il titolare del bar “Simons”

Sul contatore aveva installato un magnete che riduceva la registrazione dei consumi di energia fornita

Cronaca
Sfiorato il dramma
Tenta il suicidio sul piazzale del cimitero, salvato dai passanti e dai carabinieri

Tenta il suicidio sul piazzale del cimitero, salvato dai passanti e dai carabinieri

L’uomo, di cui non sono state diffuse le generalità e nemmeno il luogo di residenza aveva collegato l’abitacolo dell’auto al tubo di scarico