Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 11 Febbraio 2019 18:13
L'allarme

Truffe telefoniche, una banda chiede soldi a nome del Comune

L’allarme lanciato da alcuni residenti contattati via telefono. In molti si sono rivolti al comando della Polizia locale di Corsico per chiedere come versare gli arretrati relativi ai tributi locali   

I comuni non richiedono via telefono il saldo degli arretrati dei tributi locali. I comuni non richiedono via telefono il saldo degli arretrati dei tributi locali.

Il telefono ti allunga la vita e ti accorcia il portafogli. É in atto in questi giorni a Corsico e nei comuni limitrofi, l’ennesima truffa messa a segno da una banda di malviventi che si avvale di una specie di call center per chiamare via telefono, appunto, gli abitanti della zona affinchè regolino le loro pendenze con il comune.

Voci cordiali

Nulla di più sbagliato. I comuni non richiedono via telefono il saldo degli arretrati dei tributi locali. Lo fanno con altri mezzi. Ogni comunicazione avviene in forma scritta e attraverso la modalità del bollettino o del versamento in tesoreria. La banda, però utilizza  complici con voci cordiali, quasi amichevoli che tentano di convincere l’interlocutore che quell contatto serve solo a facilitare il cittadino. E per non spaventarlo richiedono anche piccole cifre.

L'alert

L’allarme come detto è scattato quando alcuni residenti si sono recati al comando della Polizia Locale e hanno rivelato  di aver ricevuto una telefonata di sollecito. Alcuni erano pronti a pagare l’importo richiesto. In giornata è stato  pubblicato sulla homepage del sito un alert per avvisare tutti i cittadini. Lo stesso avviso è stato distribuito attraverso la piattaforma Twitter e sarà rilanciato tra i gruppi locali di Facebook.

Reato diffuso

“Purtroppo – ha spiegato il primo cittadino in un comunicato stampa – la truffa è uno dei reati più diffusi degli ultimi tempi, tanto che alla fine del 2018 l’Arma dei Carabinieri ha organizzato, insieme a noi e ad altri Comuni della zona, un incontro per spiegare quali sono quelle più diffuse e come prevenirle. Una serata molto partecipata, dalla quale è anche scaturito uno speciale del nostro periodico comunale pubblicato nel dicembre scorso”. In quella occasione, il capitano Pasquale Puca, che guida la Compagnia di Corsico, e due suoi comandanti di stazione avevano illustrato diverse tipologie di truffa., tra cui proprio alcune telefoniche.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
A San Vittore
Rapinatore seriale di un centro scommesse (di 61 anni), arrestato dai carabinieri

Rapinatore seriale di un centro scommesse (di 61 anni), arrestato dai carabinieri

Minacciando i dipendenti della sala scommesse con un taglierino li aveva costretti a consegnare incassi per 7000 euro

Cronaca
L'infortunio
Cusago, infortunio sul lavoro: macellaio si conficca un coltello nel gomito

Cusago, infortunio sul lavoro: macellaio si conficca un coltello nel gomito

L'uomo, 33 anni, si è provocato un taglio profondo ed è stato trasportato in codice giallo all'ospedale San Carlo

Cronaca
Lotta alla droga
Nasconde un chilo di marijuana in camera da letto, 44enne finisce in manette

Nasconde un chilo di marijuana in camera da letto, 44enne finisce in manette

L’operazione condotta dai carabinieri di Cesano Boscone: hanno individuato l’uomo all’esterno del bar “Peach Pit” in via san Francesco d’Assisi