Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 13 Dicembre 2018 15:20
Il lutto

Morto il ragazzo investito sotto il ponte sulla Vigevanese In evidenza

Si chiamava Angelo Delas Alas. Non è sopravvissuto alle lesioni riportate nell’impatto con il suv che lo ha investito

Nella foto una delle ambulanze che hanno prestato i primi soccorsi ai tre ragazzi investiti sotto il ponte di viale Liberazione Nella foto una delle ambulanze che hanno prestato i primi soccorsi ai tre ragazzi investiti sotto il ponte di viale Liberazione

Le ferite erano troppo gravi e non ce l’ha fatta. È morto questa mattina nel reparto di rianimazione del Niguarda, il ragazzo investito ieri, mentre aspettava il pullman che lo avrebbe portato a Milano, sotto il ponte di viale Liberazione, quello che attraversa la Nuova Vigevanese, a Corsico, .

Lesioni gravi

Si chiamava Angelo Delas Alas. Non è sopravvissuto alle lesioni riportate nell’impatto con il suv che lo ha investito. Con lui alla fermata c’erano anche due sedicenni B.C. e il milanese V.M. Il primo è ricoverato all’Humanitas di Rozzano, il secondo al San Paolo di Milano. Entrambi non corrono pericolo di vita, così come si era temuto pochi minuti dopo il tremendo impatto che li ha travolti.

Omicidio stradale?

Proseguono intanto le indagini dei carabinieri per capire cosa sia successo. Gli investigatori non escludono che il conducente fosse distratto mentre era al cellulare ma occorrerà attendere l'analisi del traffico telefonico per averne certezza. Si tratta, come anticipato ieri da pocketnews.it, di un giocatore di basket di serie B di 26 anni: é risultato negativo sia al test dell'alcool sia a quello della droga. E' probabile che venga accusato di omicidio stradale.

Troppo veloce

Quel che sembra evidente è la mancanza di frenate sull'asfalto: il suv si è schiantato a velocità sostenuta contro il gruppo di ragazzi. Proprio a causa della velocità la Hunday ix35 ha proseguito la corsa abbattendo una serie di segnali stradali prima di scontrarsi contro una fiat Tipo in sosta in via di Vittorio. Ad avere la peggio è stato Angelo Delas Alas, ricoverato al Niguarda con una grave lesione al cranio che poi lo ha ucciso.

Quadro clinico serio

Il quadro clinico dei due sedicenni è comunque molto serio: uno, oltre a una serie di forti contusioni ha riportato la frattura di tibia e perone, l'altro ha fratture al femore, al piede destro e al bacino. Il 26enne alla guida del suv ha soltanto lievi contusioni che non hanno reso necessario neppure il trasporto in ospedale.

Seguici sulla nostra pagina facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Il caso del giorno
30enne di Rozzano denunciato per maltrattamenti e stalking

30enne di Rozzano denunciato per maltrattamenti e stalking

L’uomo, di origini marocchine, ricercato dalla polizia locale, ha fatto perdere le proprie tracce 

Cronaca
Lotta ai clan criminali
Droga: la Guardia di finanza smantella 'giro' fra Rozzano, Emilia e Toscana

Droga: la Guardia di finanza smantella 'giro' fra Rozzano, Emilia e Toscana

Alla banda, che aveva base anche a Cesano Maderno, sono stati equestrati oltre quattro chili di cocaina a hashish

Cronaca
L'incidente
Trezzano, un incendio semina il panico nel ristorante dei Lops

Trezzano, un incendio semina il panico nel ristorante dei Lops

Il personale stava preparandosi alla serata di lavoro, quando volute di fumo hanno invaso la sala. Per fortuna non ci sono feriti