Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 19 Ottobre 2018 14:44
La disputa

Scontro Masiero-Cirulli, l’opposizione abbandona il Consiglio comunale In evidenza

Si discuteva di bilancio consolidato ed eventuali debiti fuori bilancio. Oggetto del contendere il diritto alla parola e circa 200mila euro che la Fondazione Pontirolo reclama

Nella foto, il sindaco di Corsico, Filippo Errante con il presidente del Consiglio comunale Enzo Cirulli e, nel riquadro Roberto Masiero (foto da Facebook) Nella foto, il sindaco di Corsico, Filippo Errante con il presidente del Consiglio comunale Enzo Cirulli e, nel riquadro Roberto Masiero (foto da Facebook)

Si è disputato ieri sera un nuovo duello tra maggioranza che governa Corsico e opposizione che prova a elevare il livello delle proprie battaglie con l’obiettivo di preservare i compito di “controllori” di scelte che riguardano la città. Il guanto di sfida lanciato da Roberto Masiero verso il presidente del Cosniglio Cirulli, è stato fatto proprio dall’opposizione (escluso il M5s) che ha abbandonato l’aula.

Libertà d'espressione

Il contenzioso è man mano cresciuto sull’onda di precedenti tensioni già scoccate tra Masiero e Cirulli. Il primo imputa al secondo di voler modificare il regolamento dell’assemblea comunale all’unico scopo di poter aumentare il proprio potere. Il secondo ribatte che si tratta solo di variazioni che dovrebbero favorire la partecipazione. Intanto però, si arroga il diritto di decidere, secondo la propria discrezionalità, se l’intervento di qualunque consigliere comunale è in tema con l’argomento all’ordine del giorno, o no, dimenticandosi che la libertà di espressione è garantita dalla Costituzione.

200mila euro che ballano

Si diceva delle tensioni. Ieri sera sono esplose in tutta la loro virulenza. Si discuteva di bilancio consolidato ed eventuali debiti fuori bilancio. Masiero ha chiesto di verificare se le richieste della Fondazione Pontirolo che avanza pretese su circa 200mila euro alla conferenza dei sindaci che finanziano la casa di riposo, possono essere configurate o sono configurate come un debito fuori bilancio.

Solo lana caprina?

La questione non è di lana caprina. La Pontirolo ha chiesto ai cinque sindaci il rimborso di 200mila euro per prestazioni effettuate in favore di anziani residenti a Corsico, Buccinasco, Cesano, Trezzano e Assago, non pagati nel 2010 (leggi qui). Secondo la maggioranza corsichese non esisterebbe il titolo giuridico, secondo il presidente della Pontirolo, sì, perché determinato dalla convenzione che lega ogni comune alla casa di riposo.

Argomento "non pertinente"

Apriti cielo. Cirulli ha attaccato Masiero e gli ha tolto la parola perché secondo lui, quello della Fondazione Pontirolo era un argomento che non rientrava nell’ordine del giorno e quindi “non pertinente”. Ha minacciato anche di non accettare alcun altro intervento su Pontirolo e dintorni. Tutto a posto?

La "distorsione"

Nemmeno per sogno. Perché ha preso la parola il sindaco Errante che ha parlato per più di un quarto d’ora di Pontirolo e della “distorsione” che Masiero avrebbe fatto della vicenda.  Il capogruppo dei civici ha chiesto allora di replicare al sindaco: se si devono pagare dei soldi alla Fondazione e di quei soldi non c’è traccia in bilancio, bisogna iscriverli fuori bilancio. Elementare, Watson, elementare.

Replica negata

Cirulli però gli ha negato la replica e gli ha spento il microfono.  Un oltraggio, dal punto di vista di Masiero che per protesta si è alzato e ha abbandonato l’aula consiliare seguito dagli altri consiglieri di opposizione, escluso i due del M5s, che con la loro presenza (mancavano anche Rispoli e Amoruso) hanno garantito il numero legale per l’approvazione del consolidato con i relativi debiti, veri o presunti, fuori bilancio.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
La polemica
Trezzano, bufera in Consiglio: il M5s perde il seggio di Guido Nani

Trezzano, bufera in Consiglio: il M5s perde il seggio di Guido Nani

Ieri sera, con la surroga a Chiara Crosti, c’è stata una seduta del Consiglio comunale che ha riacceso le polveri tra maggioranze e opposizione

Politica
Ma dai!
Rozzano si affida a Bergamo per la gestione condivisa della segreteria comunale

Rozzano si affida a Bergamo per la gestione condivisa della segreteria comunale

L'accordo prevede che Daniele Perotti si occupi delle questioni rozzanesi sino alla conclusione del mandato amministrativo con durata massima al 30 settembre 2019

Politica
Cambio ai vertici
Forza Italia, Valastro è il nuovo capogruppo in Consiglio comunale

Forza Italia, Valastro è il nuovo capogruppo in Consiglio comunale

“Dimissionato” Cetrangolo che non riusciva più a gestire il gruppo e a garantire sostegno alla maggioranza. Per questo motivo Errante aveva chiesto le dimissioni in bianco degli assessori Basile e Lucentini