Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 05 Ottobre 2018 11:33
Il caso del giorno

Dopo le polemiche, domani apre la biblioteca dei bambini

Corsico inaugura la struttura e, stando ad alcune indiscrezioni, un riferimento a Borsellino dovrebbe esserci, dentro o fuori la struttura

La facciata del Municipio di Corsico su cui campeggia un'immagine dei giudici Falcone e Borsellino La facciata del Municipio di Corsico su cui campeggia un'immagine dei giudici Falcone e Borsellino

Sarà inaugurata domani, sabato 6 ottobre, in via Cavour di Corsico una biblioteca, tutta dedicata ai bambini. Sarà aperta tutti i pomeriggi, dal lunedì al sabato, e integrerà le attività svolte nella biblioteca centrale di via Buonarroti sulla quale non si sono ancora spenti gli echi delle polemiche dopo che l’amministrazione comunale ha deciso di ridurre l’orario di apertura.

Confiscato alla mafia

Lo spazio in via Cavour era stato confiscato alla criminalità organizzata ed era rimasto inutilizzato per lunghi anni. Dal 2014 al 2015, dopo la sottoscrizione di una convenzione   stipulata con un'associazione e una cooperativa aveva aperto i battenti, ma si era trattato di un’iniziativa che non ha messo radici.

La dedica

Adesso, dopo tre anni, le porte si riaprono e offrono una struttura dedicata ai bambini. Non senza polemiche, come nella migliore tradizione corsichese, sulla sua intestazione. Il Consiglio comunale aveva chiesto di dedicare una struttura pubblica a Paolo Borsellino, il giudice ucciso dalla mafia nella strage di via D’Amelio, e dopo la rinuncia di Lorenzo Sanua alla targa dedicata a suo padre, anche lui ucciso dalla criminalità organizzata, si era deciso di dedicarla a Borsellino.

Il no del fratello

Apriti cielo. Sulla scelta si sono scatenate violente polemiche che hanno visto scendere in campo tutti o quasi tutti i rappresentanti della sinistra per i quali, essendo Corsico un comune marcatamente di destra non può dedicare alcun ché a Borsellino. Su questo fronte si è schierato anche il fratello del magistrato ucciso a Palermo. A questo punto, in via Roma si è deciso di non dedicare la struttura ad alcuno. Anche se, stando a indiscrezioni raccolte in municipio, un riferimento a Borsellino dovrebbe esserci. Dentro o fuori la biblioteca.

Cultura vs mafie

"Abbiamo scelto di destinarla ai più piccoli – ha precisato il sindaco di Corsico Filippo Errante in un comunicato stampa - perché riteniamo che debba partire dalle giovani generazioni l'impegno a contrastare, anche con la cultura, ogni tentativo delle organizzazioni criminali di infiltrarsi nei gangli della società civile”.  

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

1 commento

  • Link al commento Laura Venerdì, 05 Ottobre 2018 13:12 inviato da Laura

    Non chiamatela biblioteca: è un buco dove ci staranno dieci bimbi, con scaffali di vetro e libri vecchi!

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Tributi e dintorni
Lotta all’evasione: Cesano pignora beni a 322 persone

Lotta all’evasione: Cesano pignora beni a 322 persone

Molte le multe per violazioni al codice della strada non pagate, per le quali sono in atto 273 provvedimenti per recuperare quasi 300mila euro

Attualità
Viabilità impazzita
Chiusura tratto Tangenziale e traffico paralizzato: “Scelta folle e intollerabile”

Chiusura tratto Tangenziale e traffico paralizzato: “Scelta folle e intollerabile”

Presentata un’interrogazione parlamentare sui motivi che hanno spinto la società di gestione a prendere questa decisione durante il periodo natalizio

Attualità
L'epilogo
Pontirolo: dopo 22 anni i Comuni si prendono i propri “diritti” sulla casa di riposo

Pontirolo: dopo 22 anni i Comuni si prendono i propri “diritti” sulla casa di riposo

É stato firmato nei giorni scorsi dai sindaci di Assago, Buccinasco, Cesano Boscone, Corsico e Trezzano, l’atto notarile, previsto da un accordo sottoscritto nel 1996, mai rispettato, che aveva dato vita a un’anomalia