Seguici su Fb - Rss

Martedì, 25 Settembre 2018 11:28
La fuga

Marocchino arrestato dopo un folle inseguimento In evidenza

Doveva scontare una condanna a otto anni per tentato omicidio ai danni di alcuni poliziotti che aveva tentato di investire

Il folle inseguimento è iniziato dal distributore Agip tra Corsico e Trezzano, sulla vecchia Vigevanese Il folle inseguimento è iniziato dal distributore Agip tra Corsico e Trezzano, sulla vecchia Vigevanese

Un folle inseguimento. Prima sulla vecchia Vigevanese da Corsico verso Trezzano, poi zigzagando sulla Tangenziale ovest fino al campo nomadi  di via Chiesa Rossa. Dopo aver tentato di speronare più volte l’auto dei carabinieri che l’inseguivano, l’hanno centrata tentando di chiuderla contro un ostacolo per impedire che i militari potessero uscire dall’abitacolo.  Visto fallire il loro tentativo si sono dati alla fuga  gettandosi nei canali che attraversano la zona. Uno è riuscito a fuggire, l’altro è stato arrestato.

Bmw sospetta

È la sintesi di un’operazione dei carabinieri di Corsico  cominciata ieri pomeriggio attorno alle 17,30 sulla Vecchia vigevanese, all’altezza del distributore dell’Agip. Una pattuglia ha notato una Bmw nera con due nordafricani a bordo.  All’alt, invece di fermarsi, il conducente ha lanciato l’auto lungo la provinciale in direzione di Trezzano.

Sul filo dei 200 all'ora

Allo svincolo di Corsico-Gaggiano la Bmw ha imboccato la Tangenziale in direzione Bologna. Sul filo dei 200 all’ora ha percorso corsia d’emergenza e carreggiate zigzagando tra le centinaia di auto che a quell’ora la percorrevano. Dopo aver imboccato l’uscita di Assago, la folle corsa è finita nelle immediate vicinanze del campo nomadi di via Chiesa Rossa. Vistisi braccati, i fuggitivi hanno tentato a ripetizione di speronare l’auto dei carabinieri sino a quando un pneumatico della Bmw è esploso, dopo aver sbattuto contro un marciapiede, proprio davanti all’ingresso del campo nomadi.  I due non si sono arresi. Con l’auto si sono lanciato contro la vettura dei militari scontrandosi frontalmente.

Fuga tra i campi

Il conducente, con in mano un borsone si è gettato nel Naviglio che scorre da quelle parti, facendo perdere le sue  tracce, il suo passeggero ha tentato di nascondersi tra la vegetazione di una roggia.  Gli è andata male, perché, individuato, è stato bloccato dai carabinieri, non prima di aver ingaggiato con loro una furiosa colluttazione che ha provocato la distorsione del polso e di un dito a uno dei militari.

Nomadi ostili

Rinchiuso nella macchina speronata tra espressioni ostili verso i due carabinieri da parte dei rom presenti nel campo, è stato trasferito in caserma subito dopo l’arrivo di rinforzi. Dalla foto-segnalazione è emerso chiaro il motivo della sua fuga: sul suo capo pendono un’inchiesta e una condanna. L’inchiesta riguarda un’indagine del 2012 che lo vede indagato per associazione per delinquere e traffico di stupefacenti. 

La condanna

La condanna è quella del Tribunale di Milano che lo ha riconosciuto colpevole di tentato omicidio ai danni di alcuni agenti della Polizia di Stato. Nel 2015, a Bollate, inseguito dai poliziotti aveva tentato di investirli con l’auto che guidava.  Una carriera da boss che lo ha portato, dopo il processo per direttissima, in una cella di San Vittore a scontare.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Cause da accertare
Buccinasco, incidente all’alba: un 71enne ricoverato in codice giallo

Buccinasco, incidente all’alba: un 71enne ricoverato in codice giallo

Attorno alle 7 e un quarto un’auto e una moto si sono scontrati. Il centauro è stato disarcionato dalla moto ed ha sbattuto pesantemente sull’asfalto

Cronaca
Il caso del giorno
Litigano per questioni di viabilità, scendono dall’auto e aggrediscono un papà con il figlio

Litigano per questioni di viabilità, scendono dall’auto e aggrediscono un papà con il figlio

Due esagitati, uno più giovane, l’altro un anziano, hanno assalito un automobilista e con una barra di ferro gli hanno rotto la testa

Cronaca
Troppo alcool
Sta per annegare nel Naviglio, salvata da carabinieri e vigili del fuoco

Sta per annegare nel Naviglio, salvata da carabinieri e vigili del fuoco

È accaduto questa mattina all'alba, in via Vittorio Veneto, a poche decine di metri dall’edificio che ospita il comune di Trezzano