Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 20 Settembre 2018 15:26
Terremoto politico

L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico In evidenza

Le due donne politiche hanno protocollato le loro dimissioni e hanno detto addio all’aula consiliare. Non è ancora chiaro quale ruolo assumeranno, né se lo assumeranno, all’interno della vita politica corsichese

Nell'immagine Maria Ferrucci (a sx) e Nadia Landoni, ex sindaco ed ex assessore di Corsico Nell'immagine Maria Ferrucci (a sx) e Nadia Landoni, ex sindaco ed ex assessore di Corsico

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno, o come una bomba esplosa nel sonnecchioso mondo politico corsichese di questo metà settembre (ognuno scelga l’immagine che preferisce): Maria Ferrucci, ex sindaco di Corsico, e Nadia Landoni, ex assessore della stessa città, si sono dimesse dal consiglio comunale. Le motivazioni di una scelta che appare clamorosa, soprattutto per la contemporaneità delle dimissioni, non sono state spiegate. pocketnews.it ha tentato di contattare le due politiche, ma sino al momento di andare on line, non è stato possibile intervistarle e ottenere una loro dichiarazione.

Battuta da Errante

Entrambe del Pd, hanno vissuto una stagione politica che ha visto il centrodestra trionfare a Corsico. Maria Ferrucci ha amministrato la città per cinque anni, poi alle elezioni amministrative del 2015 a capo di una lista sorretta da un Pd diviso e in perenne conflitto con se stesso, è stata battuta da Filippo Errante. Nadia Landoni, è stata assessore di Corsico. Ha avuto le deleghe alle politiche sociali ed alle politiche attive del lavoro fino ad aprile 201O. Poi dal maggio 201O riconfermata assessore con delega alle politiche educativi, giovanili, partecipazione, sport, associazionismo, pace, cooperazione internazionale, gemellaggi e qualità della ristorazione collettiva fino al giugno 2015, quando il centrodestra ha fatto strike e si è preso la città.

Dimissioni protocollate

Maria Ferrucci, è una politica di lungo corso. In Consiglio comunale sin dal 1999, quando fu eletta nella lista dei Democratici di sinistra (uno dei tanti nomi del Pd), nel 2000 è stata  nominata Presidente della commissione consiliare socio-Culturale. Dal 2005 al 2010 ha ricoperto il ruolo di assessore alla cultura, politiche di genere, partecipazione, pubblica istruzione, politiche giovanili, sport, associazionismo, tempo libero, formazione professionale. Diventata nel 2010   sindaco di Corsico per la coalizione di centro sinistra, cinque anni dopo è stata   sconfitta alle  amministrative, e da allora ha ricoperto il ruolo di consigliera comunale per il Pd. Sino a questa mattina, quando ha protocollato le sue dimissioni.

I sostituti

A questo punto, la Landoni dovrebbe essere sostituita da Di Stefano, il primo dei non eletti nella lista Pd, per il sostituto di Maria Ferrucci, visto che era candidata sindaco, in comune non sanno ancora chi prenderà il suo posto. Seguono aggiornamenti.

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
La polemica
Bilancio Rozzano, la Lega minaccia il ricorso alla Corte dei Conti

Bilancio Rozzano, la Lega minaccia il ricorso alla Corte dei Conti

Secondo Cristina Perazzolo, il documento approvato manca dei dati di Area sud e di Fondazione Ruth, due partecipate che non godono di ottima salute

Politica
Editoriale
Nel Far west della politica si spara sul giornalista

Nel Far west della politica si spara sul giornalista

Fanno fuoco da destra e da sinistra, dal centro, da sopra e da sotto. Un vero tiro al bersaglio su pocketnews.it e sul suo direttore

Politica
Il caso del giorno
Manca il numero legale, salta la commissione su Farmacia e Pontirolo

Manca il numero legale, salta la commissione su Farmacia e Pontirolo

Consiglieri di maggioranza e di minoranza lasciano l’aula consiliare mentre si discute del recupero di importanti cifre per sanare i bilanci di municipalizzata e partecipata: la seduta è stata sospesa